Ha ucciso brutalmente la sua insegnante di italiano. L'uomo è ricercato in tutta Europa

Varsavia ha emesso un mandato d'arresto europeo contro Kajetan Poznanski, il 27enne polacco che ha ucciso la sua insegnante di italiano. Alcune fonti fanno sapere che potrebbe essere nascosto in Italia

C'è un mandato d'arresto eurpoeo a suo carico. Kajetan Poznanski è accusato di aver decapitato e smembrato il corpo della sua insegnante di italiano.

Gli amici lo definiscono una persona distinta, bibliotecario appassionato di poesia antica e collezionista di spade di samurai. Ma quello che ha fatto alla professoressa di 30 anni cozza con la descrizione puritana degli amici. Poznanski - riferisce il quotidiano Gazeta Wyborcza - sarebbe arrivato a casa della vittima nel pomeriggio del 3 febbraio per seguire una lezione di italiano. Dopo averla uccisa barbaramente, il killer avrebbe nascosto il corpo dell'insegnante in una borsa da viaggio e l'avrebbe trasportato in taxi fino al suo appartamento. L'autista si sarebbe insospettito del pesante bagaglio e Poznaski, per fugare ogni dubbio, avrebbe detto di "trasportare la carcassa di un cinghiale".

Ma la sua perversione non finisce qui. Una volta arrivato a casa, l'uomo ha dato fuoco all'appartamento con dentro il corpo della donna e si è messo in fuga. I pompieri, dopo aver spento l'incendio, hanno scoperto i resti della giovane donna nascosti nella borsa. In un'altra stanza, invece, hanno trovato la testa della ragazza appoggiata ad uno zaino.

Per queste ragioni, il tribunale di Varsavia ha emesso un mandato d'arresto europeo contro di lui. Il sito Fakt ha rivelato che l'insegnante sarebbe dovuta partire per l'Italia il giorno in cui è stata uccisa, doveva raggiungere il compagno a Bologna. Secondo altre fonti, anche l’omicida aveva in programma un viaggio in Italia. Non è ancora stato chiarito, però, se il nostro Paese sia l'obiettivo della fuga di Poznanski. La portavoce della corte di Varsavia teme che l'uomo possa essere collegato ad altre sparizioni di donne avvenute nel recente passato. "E' una persona estremamente pericolosa - hanno spiegato gli uomini della procura -. È capace di uccidere chiunque ed è possibile che la donna non sia la sua prima vittima".

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 16/02/2016 - 12:36

chapeau,se ha scelto di scappare in itaglia,conosce bene le toghe rosse e le condanne effimere!