"In 200 hanno già pagato il riscatto ai pirati informatici"

Secondo un esperto sono in molti ad avere già versato i 300 euro ai pirati

Trecento dollari per riprendere il possesso del proprio computer e non perdere tutti i dati. Tanto chiedevano gli hacker responsabili del maxi-attacco lanciato pochi giorni fa e in molti, sostiene un esperto informatico, hanno già ceduto.

Sarebbero almeno 200 gli utenti che hanno deciso di pagare, su un totale di circa 200.000 computer colpiti in più di 150 Paesi. E secondo Mikko Hypponen, esperto di sicurezza per New York Times, Wired e Scientific America, la cifra potrebbe presto raddoppiare e arrivare a 600 euro.

Gli esperti si attendono una nuova ondata di attacchi con il "ransomware" e intanto, dalla Cina, arriva la denuncia della società di antivirus Qihoo: sarebbero 29.371 le istituzioni colpite nel Paese.

"Troppo presto per dire chi ci sia dietro", sostiene il portavoce dell'Europol, Jan Op Gen oorth, ma intanto il virus continua a diffondersi. "È stato un attacco informatico senza precedenti", aggiunge, che non ha risparmiato banche e agenzie governative, sfruttando le vulnerabilità di sistemi Microsoft non aggiornati.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 15/05/2017 - 18:31

Certo che se molti pagano,gli hacker saranno incoraggiati ad "alzare la posta"...