Harry Potter compie 20 anni: Facebook festeggia con una "magica" animazione

Facebook festeggia i vent'anni dall'uscita del primo libro della saga di Harry Potter regalando per una giornata ai fan una "magica" animazione ad hoc

Vent'anni fa, esattamente il 26 giugno 1997, usciva nelle librerie il primo libro della saga di Harry Potter: per festeggiare Facebook ha riservato ai fan una "magica" sorpresa.

Le avventure del maghetto più famoso al mondo, uscito dalla penna della scrittrice inglese J. K. Rowling, compiono vent'anni. Un traguardo importante che il celebre social network ha deciso di celebrare con un'animazione ad hoc, ovvero "magica".

Per attivarla, basta scrivere un post su Facebook che contenga le parole "Harry Potter" o il nome, in inglese, di una delle quattro case a cui appartengono gli studenti di Hogwarts: "Gryffindor" (Grifondoro), "Slytherin" (Serpeverde), "Ravenclaw" (Corvonero) e "Hufflepuff" (Tassorosso). Una volta pubblicato, con un semplice click si attiva l'incantesimo (GUARDA IL VIDEO).

La saga

Era il 26 giugno 1997, quando "Harry Potter e la Pietra Filosofale" uscì per la prima volta nelle librerie, rendendo celebre in tutto il mondo l'universo magico, la scuola di magia e stregoneria di Hogwarts, gli incantesimi, il Quidditch, i suoi personaggi e gli animali fantastici che lo popolano.

Generazioni intere di "potteriani" sono cresciuti prima con i sette libri della saga, tradotti in 77 lingue e venduti in oltre 450 milioni di copie, e con gli adattamenti cinematografici poi. Ma il magico mondo di Harry Potter ha dato vita anche a una serie di videogiochi, allo spin-off/prequel della saga "Animali fantastici e dove trovarli", allo spettacolo teatrale "Harry Potter e la Maledizione dell'Erede" e a un parco divertimenti a tema a Orlando, in Florida.

Il regalo di Facebook

Così anche il colosso di Zuckerberg ha deciso di rendere omaggio all'anniversario del fenomeno letterario che ha contribuito a modellare l'immaginario collettivo. E lo ha fatto creando un'animazione ad hoc che, trasformando il puntatore del mouse in una bacchetta, strizza l'occhio ai fan e regala un pizzico di magia e di emozione a chi è rimasto con Harry Potter proprio fino alla fine.

Gli incantesimi di Google

Non si tratta della prima volta che un gigante della tecnologia decide di omaggiare il celebre maghetto occhialuto. A novembre dell'anno scorso, Google ha permesso ai fan di trasformare il proprio cellulare in una bacchetta magica, a patto però che funzioni con il sistema Android.

È sufficiente attivare l'assistente vocale dicendo "OK Google", o premendo l'icona del microfono nella barra di ricerca, per poter usare alcuni dei più celebri incantesimi insegnati alla scuola di magia e stregoneria di Hogwarts per attivare specifiche funzioni del telefono.

Per esempio pronunciando ad alta voce l'incantesimo "Lumos" si accende la torcia del dispositivo, mentre l'incantesimo "nox" la spegne. "Silencio", invece, permette di attivare la modalità silenziosa del telefono.