Dopo i 45 anni basta selfie. Lo dice un sondaggio americano

Secondo un sondaggio americano, a una certa età gli autoscatti con lo smartphone sono ridicoli

Se siete over 40, dateci dentro con i selfie adesso, finché siete in tempo, perché poi sulla soglia della quarantina dovrete abbassare il braccio una volta per tutte o chiudere nel cassetto il bastone per smartphone.

E’ il caldo invito che il New York Daily News rivolge agli inguaribili "Peter Pan" attraverso un sondaggio svolto su un campione di mille abitanti della Grande Mela: alla domanda riguardante cosa sia consigliabile smettere di fare oltrepassato un determinato limite anagrafico, gli interpellati hanno fornito delle risposte molto interessanti, che forse sotto sotto abbiamo sempre condiviso.

A 35 anni, per esempio, siamo troppo datati per esibire la tessera dell’università al fine di elemosinare qualche sconticino, anche perché la foto di quando ne avevamo 18 non corrisponde esattamente al volto di un ultra trentenne. Peggio ancora, potremmo essere accusati di aver fregato i documenti a uno sbarbatello. Dai 37 in su la discoteca dovrebbe essere bandita: il rischio di pestare le scarpe ai nostri eventuali futuri figli danzando sotto le luci della mirror ball è elevato. A 42 stop alle bibite energetiche. E' da bulli, meglio una più signorile tazzina di caffè.

A 45, come dicevamo in apertura, basta con questi selfie. E, visti i tempi, sembra essere questa la rinuncia più dolorosa. L’autoscatto celebrativo si addice ai giovincelli sempre impeccabili, quelli che hanno la pelle liscia e non necessitano di ritocchi pesanti via Photoshop. Agli adulti, invece, neppure un paio di filtri potrebbe essere sufficiente per correggere i primi indizi di rughe. Infine, scavalcati i 49, sarebbe preferibile andare a vivere in un condominio munito di ascensore: fare le scale tonifica i muscoli, ma arrivati a una certa, a meno che non siamo degli sportivi, meglio non abusare del nostri polmoni.

Commenti

cgf

Ven, 25/09/2015 - 14:48

anche prima, molto prima, dei 45 anni.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 26/09/2015 - 10:34

Sugli scatti, concordo con cgf. Circa l'ascensore, forse il consiglio vale per chi abita al 43° piano di un un grattacielo di New York, ma qualche scalino, invece, aiuta a mantenere tonici i muscoli delle gambe. Non dimentichiamo che l'andatura di una persona è lo specchio della sua età. Sekhmet.