«I Blair verso il divorzio» Crolla il mito della coppia di potere

Un libro rivela: Tony e Cherie ormai conducono vite e affari separati, non si incrociano nemmeno in casa

La gente se li ricorda ancora, ai tempi del primo mandato laburista, quando si stringevano uno all'altro facendo finta di essere intimiditi. Sebbene avessero sulle spalle un ventennio di meno, Tony e Cherie Blair non erano affatto turbati dal loro successo, semmai quell'immagine di semplice ed amorosa coppia faceva loro comodo. Adesso pare che dovranno inventarsi un altro profilo pubblico visto che le ultime indiscrezioni li danno in procinto di divorziare. Almeno questo è quello che suggerisce l'ultimo libro su Blair, in uscita il 19 marzo. Il titolo - T he Man Behind The Mask ovvero «L'uomo dietro la maschera» - si occupa direttamente di Tony e quindi indirettamente anche della sua consorte senza preoccuparsi di tracciare un ritratto particolarmente lusinghiero.

Gli autori descrivono la vita dei Blair dall'ascesa politica alla trasformazione dell'ex leader in un «registratore di cassa umano» e fanno osservare come il successo pubblico alla fine sia coinciso con il fallimento della loro vita privata. Quando il giovane rampollo laburista viene eletto premier, Cherie è già un ottimo avvocato che guadagna molto di più del marito, tuttavia la loro sembra un'unione di ferro. Lui è piacente, razionale, comunicativo, con i suoi discorsi riesce ad infiammare anche le platee più diffidenti. Lei è intelligente, goffa e malvestita, ma ha un carattere di ferro e non molla mai la presa. E lui la ama anche se apre la porta in vestaglia ai giornalisti che si affollano davanti a casa il giorno dopo le elezioni. Per amore del marito lei si adatta a fare la pubblica consorte, relegando in secondo piano la sua passione legale. E collezionando una figuraccia dietro l'altra con la stampa nazionale che non perde occasione per sbeffeggiarla.

Il libro fa capire che proprio il risentimento di Cherie nei confronti di Tony per quegli anni passati a Downing Street sotto la lente d'ingrandimento dei media abbia scavato un solco profondo tra i due che ormai farebbero vite completamente separate. I corrispondenti inglesi per il Medio oriente, dove lui è inviato speciale del Quartetto da anni, fanno sapere che i due non si sono mai fatti vedere insieme. E lo stesso raccontano i vicini di casa della loro prestigiosa dimora londinese che vedono spesso Cherie ad eventi di beneficenza o in giro a curare i propri affari - che nulla hanno a che fare con quelli del marito - e la descrivono parecchio depressa. Lui è sempre altrove, come se facessero molta attenzione a non incrociarsi neppure per caso.

Un altro motivo di rottura sarebbe stata la notizia, uscita nel 2013, di una possibile liason tra Tony e Wendy Deng, l'ex moglie del miliardario Rupert Murdoch. I due avrebbero trascorso un paio di giorni, forse più, nella tenuta texana del magnate dei media, a sua totale insaputa. Blair ha sempre negato ma Murdoch, a cui era legato da amicizia di vecchia data, non l'ha più voluto incontrare. Coincidenza fatale, il miliardario ha poi subito divorziato dalla moglie. Secondo amici fidati dei Blair, per Cherie è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. E adesso che il loro miserevole menage è stato messo a nudo sono in molti a chiedersi se i due decideranno di separarsi anche legalmente. Certo, sono cattolici fa osservare qualche giornalista, ma il loro è un cattolicesimo «molto flessibile», ricordano altri. A trattenerli casomai potrebbe essere qualcos'altro. «L'odio di Cherie per i media - ha spiegato un amico al Daily Mail - sarà sempre molto più grande dell'odio che lei può provare per il marito...» e lui tutto sommato apprezza. La coppia perfetta.

di Erica Orsini

da Londra