I conti senza l'oste

Renzi e Grillo, Grillo e Renzi. Non si parla d'altro, non si scrive d'altro, quasi che il presente e il futuro dell'Italia fosse cosa loro, una gara a due. Opinionisti, politologi e giornalisti parlano del centrodestra solo come terza e non incomoda forza. È il vecchio vizio dei grandi, si fa per dire, comunicatori italiani di leggere i fatti con gli occhiali deformanti delle opinioni e delle simpatie: il nuovo, ennesimo, partitino «zero virgola» di Alfano (non ricordo neppure come si chiama) gode e di più spazio e attenzione del Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni che zitta zitta (anche questo si fa per dire) sta scalando la classifica del gradimento. La Lega è trattata come fenomeno da baraccone e Forza Italia come pezzo di antiquariato.

Ma qualcuno legge i sondaggi che, per carità, sono quello che sono, ma dicono pur sempre qualche cosa in più del niente? Ecco, stando ai sondaggi il vecchio centrodestra è la prima coalizione, l'unica forza - se si votasse oggi - in grado di battere i grillini. Cominciano a prenderne coscienza anche da quelle parti dopo che negli ultimi mesi qualcuno aveva sperimentato strade suicide pensando che Silvio Berlusconi, tra acciacchi e delusioni, fosse sul punto di ritirarsi a vita privata.

«Uniti si può vincere» risuona ora anche nelle parole di Matteo Salvini, quello che tra i soci si era spinto più in avanti nel cercare alternative al vecchio schema. Ieri il leader della Lega si è detto disposto a fare una «federazione» con Forza Italia e la Meloni, ed è sembrata una risposta politica a quel «io sono, resto e resterò in campo» pronunciato da Silvio Berlusconi sabato pomeriggio in un discorso ai suoi sostenitori.

Come si dice: se sono rose fioriranno, ma la cosa certa è che ancora una volta si stavano facendo i conti senza l'oste di Arcore. Era già successo quando gli opinionisti italiani impazzirono per Mario Monti, poi per Bersani, Letta e infine per Renzi. Come è finita lo sappiamo: due morti e un ferito grave.

Verrebbe da dire: cari colleghi, continuate pure a raccontare il vostro film di fantapolitica, che agli attori protagonisti non porta un granché bene e che tanto il finale non lo scrivete mai voi ma gli italiani. E non coincide mai con il vostro.

Commenti
Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Lun, 20/03/2017 - 15:56

Preso atto del sinistro dissesto che ha ormai disgregato tutti i gangli della nostra povera italia inviterei con la mano sul cuore i delusi, gli amareggiati e i disastrati che sistematicamente si astengono dal voto ad avere pietà della nostra totale precarietà correndo a dare, senza esitazione, il voto al centrodestra. A sinistra sono tristemente calate le brume del più inverecondo dissesto. Infatti. Molto a sinistra si sono mostrati esperti in spinelli, matrimoni sgangherati, procreazioni con il trucco e sindacalismo beota. Un po’ meno a sinistra esperti in salvataggi bancari con parentele al seguito, umanitarismo economico produttivo ammantato d’amori fraterni per i sub sahariani, nuova massoneria esperta nello spiumaggio di povere oche risparmiatrici senza farle starnazzare. Un po’ verso il centro, ma senza sbilanciarsi troppo, esperti in poltronifici ed in operazioni benefiche con particolare sensibilità per tutti i grandi mali che attanagliano l’umanità. VOTATE!

glasnost

Lun, 20/03/2017 - 16:06

Per vedere se il Berlusca diventa im portante nelle elezioni bisogna osservare il comportamento della magistratura. E' quella la cartina di tornasole. Quando cominciano a scatenarsi, significa che FI ed i suoi partner cominciano ad impensierire il sistema di potere italiano.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Lun, 20/03/2017 - 16:36

Maglio lasciamo che parlano dei due Malandrini cosi noi del centrodestra avremo più probabilità di vittoria. La gente si stufa a sentire Renzi Grillo che cianciano e fanno solo danni.

Giorgio1952

Lun, 20/03/2017 - 16:48

“Renzi e Grillo, Grillo e Renzi. Non si parla d'altro, non si scrive d'altro, quasi che il presente e il futuro dell'Italia fosse cosa loro, una gara a due”. Sallusti ma non sa neanche cosa scrivono sul suo giornale? Berlusconi prepara la svolta: "Zero tasse su casa e auto" (Francesco Cramer - Dom, 19/03/2017 - 08:32) Salvini si avvicina agli alleati Il centrodestra torna unito Il leader leghista dà l'ok ad una federazione di partiti: «Ma niente minestroni». Berlusconi garante dell'asse (Fabrizio De Feo - Lun, 20/03/2017 - 08:03) inoltre continuate a sbandierare sondaggi in cui il Cdx è in testa e Berlusconi farà come il Barcellona, una storica “remuntada”. Ma mi faccia il piacere

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 20/03/2017 - 16:58

Egregio Direttore, invidio il Suo ottimismo. Vorrei però rifletterci su. Forse i mass media non sbagliano a dare priorità alla gara fra Renzi e Grillo. Infatti l'Italicum, pur emendato dalla Consulta, è la legge elettorale attualmente in vigore, e prevede che si voti per lista partitica, non per coalizione, o per "federazione". Quindi il centro-destra risulterebbe vincente solo nel caso si creasse un'unica lista, cosa che pare difficile. Altra possibilità sarebbe quella di modificare la legge elettorale nel senso di premiare la coalizione vincente, ma dubito che M5S e PD daranno il loro voto su una legge del genere. Certo, se si votasse con un proporzionale puro (qual è in fondo l'Italicum emendato), FI potrebbe sperare di entrare in una grande coalizione, che però spaccherebbe il centro-destra. Per questo non sono così ottimista sul futuro del centro-destra.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 20/03/2017 - 17:32

Aprite gli occhi. Non rincorrete il vostro personale protagonismo. Ciò che conta è una inevitabile fusione tra i due schieramenti antagonisti distintisi per comprovato pregio politico. Soltanto una seria intesa di Matteo Renzi con Silvio Berlusconi può consentire la nascita di un Sistema Italia in grado di ben funzionare. Sia chiaro, questi due Personaggi, presi singolarmente non possono realizzare alcun progetto concreto. Tutti gli altri poi, sono inesistenti. Come quello che con la matita fra le labbra appare nei tg dietro l'intervistato. Ciò di cui necessita oggi il Paese non è il capopopolo, ma gratificare gli orientamenti dei due maggiori versanti ideologici con la prospettiva di poter governare, insieme e concordi, certi di non essere disturbati dai rompistelle. Tutti i Poteri, forti, deboli, sarebbero in tal modo, a questi, gregari rassegnati. -riproduzione riservata- 17,32 - 20.3.2017

VittorioMar

Lun, 20/03/2017 - 17:37

...il PD si divide!..M5S perde pezzi e si divide,ha esauritola sua proposta politica!....i centristi sono al minimo di popolarità!..se il CAV. MELONI E SALVINI non fanno ca..volate e si aggregano su pochi punti programmatici,POTREBBERO RISCHIARE DI VINCERE...ma non c'è una legge elettorale né la data del voto!..ci hanno tolto il piacere del voto per un altro REFERENDUM !..CHE SCHIFEZZA!!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 20/03/2017 - 17:54

Consiglierei a Bergoglio accogliere i migranti nel piazzale antistante la chiesa di San Pietro. Utilizzando anche i giardini vaticani ne potrebbe sistemare almeno qualche migliaio.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 20/03/2017 - 18:34

Sicuramente c'è molta solidarietà tra Salvini e Meloni ma anche una "nuova" FI con un segretario "amico" (ad esempio, potrebbe essere Toti) può entrare in una coalizione vincente anti-globalista e sovranità. L'importante è mettere definitivamente da parte i traditori fuori-usciti, gli anti-populisti (quelli alla Comi, per intenderci), i "moderati"-irresponsabili, i collaborazionisti dei "piazzisti" toscani, gli europeisti "convinti" tanto per "apparire", i fautori dell'invasione "clandestina" e molti altri ancora. L'oste rimanga in una posizione più defilata, cerchi di recuperare l'elettorato perso con la simpatia, eviti di inquinare un quadro di possibile collaborazione con Lega e F d. I., pensi alle sue aziende.

edo1969

Lun, 20/03/2017 - 20:38

aaaaaah ah ah ah ah ah

gedeone@libero.it

Lun, 20/03/2017 - 23:19

Ridi ridi che tua madre ha fatto gli gnocchi.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 21/03/2017 - 02:15

Ratiosemper 18:34 - Concordo. - - - edo1969 20:38 crisi da FDS ? (flutter diaframmatico sincrono = singhiozzo).

Cheyenne

Mar, 21/03/2017 - 09:53

BENE COME SEMPRE DIRETTORE

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 21/03/2017 - 10:07

Un bel sogno... Ci credero` quando S.B. non provera` ad inventarsi "alternative" disastrose all'uscita dall'euro, non strizzera` piu` l'occhio al nazareno, non sara` ricattabile dalla magistratura rossa, non richiedera` l'aiuto della "Corte (dei Miracoli) Europea". Altrimenti i voti dati a FI saranno solo VOTI PERSI per il CDX. Meglio ridistribuirli tra Lega e FdI, sperando di convincere anche qualche "deluso dalle urne" a ritornare sui suoi passi.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 21/03/2017 - 11:15

Le elezioni dipendono sempre da tanti fattori tra cui 2 in special modo, sistema elettorale e momento in cui si vota.Oggi purtroppo non si vota, non lo vuole la parte del pd che è contro renzi, non lo vuole SB, non lo volgiano i centristi.Questi 3 soggetti sanno di non essere oggi in grado di rieleggere lo stesso numero di deputati che hanno attualmente.Quando si andrà a votare probabilmente sarà tutta un'altra storia.Quanto al cdx manca completamente una visione che accomuni i 3 attuali soggetti che sulle questioni fondamentali sono in contrasto tra loro(europa ed economia i primis)per cui se staranno insieme sarà solo un cartello elettorale, di quelli che dopo aver preso voti non sono i grado di attuare programmi, film già visto.

Cinele

Mar, 21/03/2017 - 11:54

Si ha detto bene "l'oste" nel senso di chi versa il vino ai vincitori che brindano. Sallusti sveglia!!!! Ma si rende conto che devono mettersi insieme in 50 per batterne uno solo? Si rende conto che sta paragonando una coalizione ad un partito? È come paragonare mele e pere. Ma d'altro canto cosa aspettarsi da chi continua a scrivere "governi non eletti" ignorando che in Italia si vota camera dei deputati e senato ma non il governo che invece è nominato. Se mancano le basi figurati il resto...so che difficilmente pubblicherete ma intanto leggetevelo

Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Mar, 21/03/2017 - 11:57

CERTO CARO DIRETTORE SE LA COALIZIONE CHE INTENDE LEI E' BERLUSCONI SALVINI MELONI LEI CERTAMENTE HA ELIMINATO IN FRETTA IL CASO O CAOS BERTOLASO. ECCO CREDO CHE LI SI E' VISTO IL VERO VOLTO DI BERLUSCONI E GLI ISCRITTI ALLA LEGA E FRATELLI D'ITALIA QUESTO NON LO DIMENTICA, LA DESTRA ITALIANA FUTURA NON CONTEMPLA CHI HA FATTO DI RENZI IL FIGLIO MINORE