I dipendenti di Equitalia a Renzi: "Per noi danno e beffa"

I dipendenti dell'agenzia di recupero crediti sul piede di guerra. Temono per il posto di lavoro: "Già pronti i ricorsi"

Fare i conti senza l'oste. Renzi a quanto pare conosce poco questo adagio. E così la vicenda della chiusura di Equitalia si complica e non poco per il premier. Dopo l'annuncio spot su condoni e tagli alle cartelle per sedurre il pubblico del Sì al referendum, Renzi deve fare i conti con la realtà. Una realtà ben diversa da quella raccontata dal premier che pian piano si è rimangiato il condono, ha fatto un mini sconto sugli interessi sulle multe non pagate e di fatto si appresta solo a cambiar nome ad Equitalia trasformandola in Agenzia Riscossione. Ma che ne sarà delle migliaia di impiegati della società di recupero crediti? Il premier non ha per nulla considerato il futuro di questi lavoratori che adesso vedono il loro posto a rischio immolato nel nome di una mancia elettorale tutta renziana.

E così i dipendenti di Equitalia sono pronti a dar battaglia fino alla fine per mandare in aria i piani del premier. Il Segretario generale della Uilca, sindacato dei dipendenti delle agenzie di riscossione, Massimo Masi su questo punto è chiarissimo: "'In questi anni ho difeso strenuamente le lavoratrici e i lavoratori di Equitalia dagli attacchi di giornali e politici, ho espresso loro solidarietà e vicinanza quando sono stati minacciati da atti di terrorismo, bombe e minacce fisiche. Tutto ciò solo per aver svolto il proprio lavoro, che le leggi gli hanno affidato. Leggi che, nel corso degli anni, sono state presentate dai partiti politici e poi approvate dal parlamento e dal governo''. E ancora: 'Da quanto si evince dalla lettura di questo assurdo decreto - continua Masi - si tratta di un obbrobrio sia politico che giuridico, che contrasteremo in tutte le sedi opportune''. ''Sul campo politico - sottolinea Masi - proclameremo unitariamente scioperi generali e altre iniziative di lotta a difesa di quei diritti fondamentali, come il posto di lavoro e la dignità dei lavoratori, duramente conquistati fino ad oggi. Diritti basilari che oggi sono fortemente a rischio, per questo motivo invitiamo tutti i dipendenti a denunciare l'accaduto anche sui social media, per far capire a tutta la cittadinanza l'enorme rischio che stanno correndo se si attuasse questa selezione''. A questo punto arriva una vera e propria dichiarazione di guerra per Renzi: "Dal punto di vista giuridico -continua Masi- ci appelleremo alla magistratura per contrastare questo inammissibile decreto''. ''Ancora una volta - aggiunge Masi - le lavoratrici e i lavoratori pagano le allucinanti esternazioni di Renzi che, da un lato, protegge i poteri forti e l'evasione fiscale, e dall'altro, crea altra precarietà e profonda incertezza sul futuro, gettando nello sconforto le famiglie di quasi 8.000 dipendenti del settore che hanno subito da anni trasformazioni e blocchi salariali pesantissimi. Al Premer Renzi non è bastato il Jobs Act, ora si crea precarietà anche per decreto''. ''Saremo sempre al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori di Equitalia e li sosterremo in questa dura battaglia - conclude Masi -, attivandoci fin da ora con tutte le forze politiche affinché si proceda allo stralcio della selezione dei dipendenti che hanno diritto, Tutti, alla certezza di un posto di lavoro''. E alle proteste dei dipendenti ha risposto il viceministro dell'Economia, Enrico Zanetti: " "Ritengo doveroso tranquillizzare i dipendenti di Equitalia. Sono da sempre al centro di attacchi vergognosi da parte di forze politiche irresponsabili ed è normale che vivano certi passaggi con apprensione. Noi sappiamo perfettamente che i primi ad essere contenti di una riforma della riscossione in senso meno vessatorio rende felice anzitutto chi, come loro, deve applicare le regole che Governo e Parlamento decidono". "Le norme - prosegue - sono chiare: il passaggio nel nuovo ente pubblico economico sarà per tutti senza soluzione di continuità e nel mantenimento delle posizioni giuridiche e contrattuali. Se sarà opportuno migliorare il testo su questo punto per renderlo ancora più chiaro, lo faremo insieme al Parlamento, ma tengo a ribadire che è un punto fermo e so di dire qualcosa che è condivisa da tutto il Governo".

.

Commenti

Ernestinho

Dom, 23/10/2016 - 12:17

Ci sarà sempre un posto di lavoro per i dipendenti di "strozzitalia". Magari in Romania, dai vampiri!

Paul58

Dom, 23/10/2016 - 12:22

per quanto mi riguarda i dipendenti Equitalia posso anche rimanere senza lavoro da qui all'infinito. quelle poche volte in cui ho avuto a che fare con loro, ti trattavano come un appestato da croce sulla porta. Arroganti,perditempo,scortesi come pochi. sembravano sadicamente contenti di perseguitarti. andate al diavolo

Linucs

Dom, 23/10/2016 - 12:23

Se c'è qualcuno che in questo periodo deve stare zitto sono proprio i dipendenti Equitalia. Anzi no: vadano a fare un corteo in piazza in mezzo alla gente normale, e tocchino con mano la reazione (mi raccomando striscioni ben riconoscibili).

unosolo

Dom, 23/10/2016 - 12:23

state calmi con i stipendi che avete i sindacati vi garantiranno l'assunzione diretta nella grande famiglia pagata per i servizi e con i stessi stipendi , praticamente i sindacati si vorranno mantenere le quote sindacali , capito ? poi chiaramente come dirigenti ci metterà i suoi amici come sempre , il PCM non fa nulla se non rientra.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 23/10/2016 - 12:25

Come se non bastasse il fardello immenso delle caste, della macchina mostruosa dello stato che è un gigantesco parassita... ora anche i voraci invasori. L'economia andrà in pezzi ma i parassiti cercheranno fino all'ultimo di magnare. Sono abietti.

carpa1

Dom, 23/10/2016 - 12:26

Mi chiedo: figli e nipoti, di coloro che ancora hanno il coraggio di votare frottolo, sono dei somari per cui non vanno a scuola oppure dovrebbero far presente la situazione, che vivono ogni giorno, ai loro genitori e nonni in modo che si possano ravvedere, visto che sicuramente leggeranno (ammesso che sappiano almeno leggere) solo i giornali di regime.

cgf

Dom, 23/10/2016 - 12:34

molti di quelli dovrebbero essere mandati a casa, non sono capaci di calcolare interessi con la calcolatrice, sono solo robot, altro alti profili professionali!

sergio_mig

Dom, 23/10/2016 - 12:35

Ma che sxxxxxxxe dice QUESTO Masi, le leggi... allora se il governo vuole assumere dei boia perché la legge lo prevede chi accetta questo mestiere deve uccidere, questa non è una giustificazione. Questi aguzzini non usano il cervello perché devono fare cassa e più incassano e più aumentano gli utili X equitalia , la vita delle persone non contano e il buon senso e un optional ed e bene chiudere questa squallida realtà. Purtroppo le cose non cambieranno perché cambierà il nome ma le mostruosità rimangono.

@ollel63

Dom, 23/10/2016 - 12:39

l'Italia che vota renzi, quella che lo ascolta in tv, ma anche quella che lo sopporta senza muovere un dito, nell'indifferenza qualunquista ... è l'Italia che manda in malora questa nazione, che già l'ha condannata al disastro economico, culturale, morale.... Che vergogna questa Italia di miserabili!

Gianca59

Dom, 23/10/2016 - 12:47

Temono per i posti di lavoro....i poverini. Vengano a lavorare nel privato così capiscono perché ce l' hanno tutti con loro ....

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Dom, 23/10/2016 - 12:59

Una cosa è costringere il contribuente a pagare le tasse altra cosa è rapinarlo. Equitalia è stata anche funzionale ad alimentare prepotenze nei confronti dei cittadini come le multe usate da alcuni comuni per vessare gli automobilisti per fare cassa. Spiacente per quei lavoratori ma da un male non può mai venire un bene.

Magicoilgiornale

Dom, 23/10/2016 - 13:03

Li mandiamo in pensione anticipata

Trifus

Dom, 23/10/2016 - 13:03

“Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.” Tratto dal romanzo Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Motto che Renzi sembra aver fatto suo. I dipendenti di Equitalia possono dormire sonni tranquilli. Un cambio di insegna, una verniciata e tutto resterà come prima.

Garganella

Dom, 23/10/2016 - 13:12

Equitalia, istituita per la riscossione e prevalentemente creata per creare posti da dipendenza politica. Noi cittadini siamo stanchi di pagare dipendenti che non servono. Chi se ne frega se questi ... lavoratori perderanno il posto, se non servono si rifacciano su chi li ha creati. C'è ancora tanta terra in Italia da coltivare; certo è stato meglio mettersi seduti alle dipendenze di un apparato statale costruito per vivere (bene!) alle spalle dei cittadini.

Garganella

Dom, 23/10/2016 - 13:14

E i sindacati, la piantino di fare casino! In trent'anni hanno rovinato l'Italia.

divenire

Dom, 23/10/2016 - 13:20

Equitalia succhia il sangue ai contribuenti: addosso al governo. Si toglie Equitalia: addosso al governo. Decitetevi!!

Ritratto di armandoesse

armandoesse

Dom, 23/10/2016 - 13:40

Quelli sono degli sciacalli, si arricchivano sulle disgrazie dei contribuenti , e per molti era anche un divertimento rovinare la gente, non hanno nessun diritto di protestare, Renzi faccia una bella cosa, li licenzi tutti in Tronco.

Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 23/10/2016 - 15:40

PAGLIACCIO; hai cambiato solo il nome. Ci saranno sempre gli stessi dipendenti e le stesse regole. COSA HAI CAMBIATO se la vessazione sarà sempre la stessa ed i personaggi pure?

carpa1

Dom, 23/10/2016 - 16:21

Ovvio che il mio post precedente nulla ha a che fare con Equitalia (non so come mai sia finito qui, ma tanto è inutile piangere sul latte versato; l'ho rispedito al posto cui era destinato, vale a dire "la pessima scuola").

Martinico

Dom, 23/10/2016 - 16:53

Non c'è bisogno di cambiare nome a Equitalia ne di mandare a casa i suoi aguzzini. Basta semplicemente che le venga vietato lo strozzinaggio, così come è vietato per norma di legge. Quindi si devono cambiare le regole che li porta a dissanguare gli Italiani.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 23/10/2016 - 17:10

Magari avete pure votato il pentolaio! Bello fare i ganassa con gli indifesi, eh? Ora mi sa che tocca a voi.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 23/10/2016 - 18:26

E' vero che certe norme non le hanno inventate i dipendenti ma molte inesattezze vanno a loro ascritte. Meglio si diano una calmata.

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 23/10/2016 - 20:17

"Renzi protegge i poteri forti e l'evasione fiscale" - Ecco il vero significato, e vero obiettivo, del Decreto della Vergogna. E a voi evasori berlusconiani fischiano le orecchie, vergognosi censori di leggi e regole, parassiti vergognosi di chi invece le tasse le paga fino in fondo.

ennio78

Dom, 23/10/2016 - 22:23

Leggendo i commenti a questo articolo si evince il livello di ignoranza di questi lettori. Da cittadino mi sento oltraggiato dallo stato e dai miei concittadini che hanno vissuto sulle mie spalle e su quelle di chi ha sempre pagato ogni tassa dovuta puntualmente. L'Italia e' un paese con il tasso di evasione più alto al mondo e non mi raccontate la favola che si evade perché' le tasse sono troppo alte. Questo e'sintomo di ignoranza e scarso senso civico. Ai dipendenti di Equitalia andrebbe dato un premio perché' aiutano a ridurre l'evasione e quindi mi sento difeso da questi concittadini parassiti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 23/10/2016 - 23:42

E' finita la festa? No, cambieranno solo nome e il gioco continua. Tutto un buff, valido solo per il tempo del referendum. Meschinità volgari.

Gius1

Lun, 24/10/2016 - 07:00

HANNO GODUTO SE UNA PERSONA, E" STATA STRZZATA e qualcuno indotto al suicidio. Si dovrebbero vergognare pretendere di continuarlo a fare. Perdono il posto di lavoro? Quante persone hanno perso lavoro,famiglia, dignita' e la vita per essere dovute finire nel loro mirino? Io devo essere sincero, sarei felice se questi 8000 posti di lavoro si trasformerebbero in 8000 senza posti.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 24/10/2016 - 07:15

Facciamo una colletta per le povere sanguisughe

Martinico

Lun, 24/10/2016 - 07:26

E' penoso leggere di alcune persone che hanno così poca sensibilità sulle vicende strozzine di Equitalia, solo perchè come dicono loro pagano tutto... Ebbene cari signori esistono anche persone che non possono pagare tutto e sono cadute in disgrazia. Il vostro ragionamento è come chi perché ha una salute di ferro se ne frega altamente delle condizioni della sanità, convinte che non ne avranno bisogno e loro ne i propri familiari. Vergognatevi.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 24/10/2016 - 07:47

Grandi, grandissimi lavoratori. Ho atteso 12 anni un rimborso. Un loro errore ( Irpef x Ilor ) mi é costato una cifra enorme con l'aggiunta di un processo ( spese ) ed un'assoluzione tardiva. Per fortuna fui informato che avevo solo 60 o 90 giorni ( non ricordo bene ) di tempo per presentare domanda di rimborso altrimenti perdevo anche il diritto, nonostante il tribunale avesse decretato a mio favore. Da allora son passati 12 anni prima che sborsassero il maltolto ( MALLOPPO ) . CHE VADANO TUTTI A VANGARE.

Ernestinho

Lun, 24/10/2016 - 09:11

X "ennio78". Ovvero "una voce nel deserto". Guarda che il problema non è quello di colpire gli evasori che è giusto, ma come colpirli. In modo assolutamente sproporzionato anche per errori degli Enti. E spesso si colpiscono, nella foga, anche gli innocenti. E molti suicidi non sono accaduti per caso. Ergo, l'ignorante sei TU!

Ernestinho

Lun, 24/10/2016 - 09:47

Oh "ennio78". Sei per caso parente e/o amico di questi strozzini? Anche i ns. amati "politicanti" si sono accorti delle loro esagerazioni. Solo tu, NO!

Ernestinho

Lun, 24/10/2016 - 13:13

Sempre X "ennio78". Leggiti anche il commento di "siredicorinto" Altra prova, tra le tantissime, che l'ignorante sei tu!

unz

Lun, 24/10/2016 - 14:33

tanto rumore per nulla