I filippini in piazza per ricordare la vittima dell'incidente a Roma

"In piazza senza odio, ma vogliamo giustizia". A Roma il ricordo della donna uccisa in un tragico incidente

Una donna mostra un'immagine di Corazon Perez Abordo

Si sono riuniti tutti, questo pomeriggio, in piazza del Campidoglio per un pomeriggio di preghiera, di canti e di musica. Per ricordare Corazon Abordo, 44enne madre di due figli, uccisa a Roma due giorni fa, mentre attraversava la strada, nel tragico incidente di Boccea, in cui altre otto persone sono rimaste ferite.

La comunità filippina si è stretta in un abbraccio alla famiglia della donna, ha chiesto che sia fatta giustizia e di "poter vivere con tranquillità in questa città". Niente odio, "ma solo giustizia per tutti, per noi e per i colpevoli". Una comunità sconvolta, questo dice uno degli organizzatori della manifestazione, che chiede più controlli in strada e più severità, "perché la nostra Cory non sia morta senza motivo".

"Il nostro cuore è spezzato", commenta il fratello della vittime, che attenta, come gli altri filippini, giustizia. Il presidente del Consiglio, chiudendo la campagna elettorale del Partito Democratico, ha promesso che le indagini non si fermeranno fino a che non sarà fatta chiarezza. In questo spera la comunità romana.