I grillini e il metodo "pecora"

È un impasto di retorica verde e localismo, che prospera sotto il grande cappello dell'antimodernità e dell'antiscientismo

Il metodo della pecora, non quello scientifico, è quello a cui dovremo abituarci. Esso consiste in un paradigma semplice quanto folle: quando c'è un problema complesso da risolvere, prima lo si nega, poi lo si affronta con soluzioni semplici che affondino le proprie radici in un passato idealizzato e antico. Il metodo della pecora è quello adottato dalla giunta Raggi a Roma, per cui la situazione devastante del verde pubblico si può risolvere introducendo nei parchi delle bestiole che svolgano il loro mestiere. Brucando. Il nostro, che sarebbe pensare, non conta. Tanto che, invece di seppellire in una gigantesca risata la soluzione, siamo a discuterne, con Coldiretti a favore, animalisti contro e cosiddetti esperti alla ricerca di soluzioni, cioè bestie, alternative.

Il metodo della pecora, più che il Nimby, compare qua e là nel programma di governo gialloverde. È un impasto di retorica verde e localismo, che prospera sotto il grande cappello dell'antimodernità e dell'antiscentismo. Come si può pensare di combinare No Vax con istruzione: la seconda non esiste se si mette in discussione la scienza, che reputa il No Vax una bufala. Altro animale rivalutato. Come si può conciliare una grande fabbrica come l'Ilva con ipotetiche riconversioni bucoliche? Come si può immaginare un Paese senza infrastrutture su cui il programma chiede di fare ancora discussioni? I confini economici hanno lasciato spazio ad una geografia che è basata sulle reti e noi siamo ancora a discutere se fare un buco tra Liguria e Lombardia. Abbiamo ancora il coraggio di questionare su un tubo di 8 chilometri e per di più interrato che ci darebbe un'alternativa al gas del Nord. Il rischio è che nei prossimi anni la battaglia politica in Italia sarà tra il modello digitale e il modello della pecora. Secondo un recente sondaggio Swg, commissionato dall'Osservatorio infrastrutture, il 65 per cento degli italiani e il 51% dei pugliesi sono a favore della Tap. Il bicchiere resta mezzo vuoto. Come è possibile che in un Paese scolarizzato e in un popolo così industrioso come quello pugliese, ci siano ancora così tanti cittadini contrari al sotterramento di un tubo?

È il metodo pecora, che non vuole tubi, non vuole acciaio, non vuole rifiuti e, nel frattempo, non vuole termovalorizzatori, non vuole vaccini e non vuole strade ferrate, odia trivelle, ogm e olio di palma e sogna appunto le pecorella. E a forza di contarle ci addormenteremo. Per sempre.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 19/05/2018 - 19:27

un lungo film horror! presto vedremo altre scene da vomito....

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 19/05/2018 - 19:39

L'Italia....è un lembo di terra che forma una penisola in uno specchio di acqua salata, dove ognuno è libero di fare come cxxxo gli pare,infischiandosi ovviamente di chi ha vicino, terra di conquista d secoli,tutti bravi e furbi,cercando di trarre il massimo dal prossimo, dove l' invidia , la falsità ,l' ipocrisia ,la fanno da padrone a cominciare dallo Stato del VATICANO....per cui alla luce dei fatti odierni di male in peggio...

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Sab, 19/05/2018 - 19:40

Però, come rosicate...

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 19/05/2018 - 19:47

Tutti in bicicletta e cena a lume di candela; non per romanticismo, ma perchè l'energia elettrica è originata da fonti inquinanti!!! E.A.

Oraculus

Sab, 19/05/2018 - 19:58

Caro Porro , pazienza nei decenni del passato secolo , dove con le chiacchere si imbonivano la maggioranza precaria del nostro paese , ma oggi con simili mammasantissima come Di Maio ...Salvini , gli italiani otterranno quello che si meritano...questa e' la democrazia!!. Gli italiani , neolaureati/diplomati a lavare i piatti a Londra...a Madrid ...etcc...mentre noi diamo in Italia il futuro agli africani e agli...islamici!!.

CarloColombo

Sab, 19/05/2018 - 20:06

Grande articolo, bravo. Purtroppo il Nuovo Medioevo è alle porte.

cgf

Sab, 19/05/2018 - 20:08

Egregio Nicola, la domanda posta "in un Paese scolarizzato" è errata all'inizio, non mi pare che, congiuntivi e strafalcioni grammaticali a parte, l'itaGlia sia molto scolarizzata, lo era molto di più 20/30 anni fa e quando mancava la scolarizzazione c'era il buon senso, ora nemmeno quello, la 'rete' fa tutto per noi.

Cosean

Sab, 19/05/2018 - 20:08

Sarà retorica e localismo ma forse quando entreranno in campo la giustizia e il conflitto d'interessi, vi lamenterete di faccende troppo concrete. Almeno spero

VittorioMar

Sab, 19/05/2018 - 20:13

...STIAMO PSICANALIZZANDO IL MOMENTO QUANTO BASTA DIRE : CI SIAMO SCAZ....STUFATI !!..

Antonio Chichierchia

Sab, 19/05/2018 - 20:19

Caro Nicola, nun c'è trippa per gatti .. come dicono a Roma. Questi non ci condurranno fuori dall'Euro ..pa, ma ci faranno CACCIARE. Così si liberano di un paese sempre in bilico tra il fallimento ed il concordato preventivo ... con le mafie.

Una-mattina-mi-...

Sab, 19/05/2018 - 20:24

UN CONTO E' SCRIVERE CRETINAGGINI SU COMMISSIONE, COME NELL'ARTICOLO DI CUI SOPRA, UN CONTO E' CREDERCI. REPUTO PREOCCUPANTE LA SECONDA, OVVIAMENTE...

nonnoaldo

Sab, 19/05/2018 - 20:32

Non capisco perchè i grilli sbraitino tanto di anticorruzione: visto che con loro al governo non si farà più nulla la corruzione è automaticamente eliminata.

tersicore

Sab, 19/05/2018 - 20:58

Chi va contro questo potenziale governo va contro l'Italia. Vi sembra poco l'espulsione di 500000 irregolari in 18 mesi? Ma il nostro Paese va male proprio perché ci sono troppo egoismi e lotte intestine. Hobbes descrive questa situazione con una frase latina, che è rimasta famosa: Bellum omnium contra omnes che letteralmente significa "la guerra di tutti contro tutti"

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 19/05/2018 - 21:05

E per combattere le zanzare d'estate, ragni e ragnatele dappertutto!

Alessio2012

Sab, 19/05/2018 - 22:00

PECORA, NEL SENSO CHE CI METTONO A PECORA TUTTI!

nebokid

Sab, 19/05/2018 - 22:04

L'azienda farmaceutica del maalox ha dovuto aumentare la produzione....

aredo

Dom, 20/05/2018 - 02:13

@tersicore: sulla carta possono scrivere anche espulsione di qualsiasi cosa, casette di marzapane per tutti e unicorni! Ehh! Solo i fessi possono illudersi che un governo di estrema sinistra dei centri sociali quali è questo Lega-5Stelle possa fare qualcosa di destra !

nonnoaldo

Dom, 20/05/2018 - 05:40

abraxasso, no, meglio squadriglie di pipistrelli.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 20/05/2018 - 07:02

Chissà dove sono finiti gli animalisti: poveri ovini costretti a mangiare erba verde intrisa di scarichi dei veicoli, siringhe dei drogati, cartacce, escrementi di ogni genere e quant'altro ... in due giorni si estinguerebbe la razza ovina. Per risolvere i problemi dell'Urbe servirebbe il metodo meno pecore, con tutto rispetto per gli ovini, ma più "er pecora".

beccaria

Dom, 20/05/2018 - 08:27

Si, verissimo, poi arrivano Godzilla e King Kong a finire il lavoro.. Ma poveretti, quanto sforzo per sputtanare un governo che non è neppure ancora nato….

peter46

Dom, 20/05/2018 - 10:34

Porro....bocciato su tutta la linea.Pochi commenti e soprattutto mi creda,non c'è 'onore' a sentirsi' confortato da un Carlo Colombo,aredo,nonnoaldo e così poca similia.La vedo brutta x mantenere la vice direzione del giornale,dopo i prossimi 'provvedimenti' che non potranno che essere presi,e malgrado i tentativi di 'nuovo allineamento' dei finora responsabili.NB:Ci aggiunga alla lista il Nestore55,ma non 'a criatura' sua,che quella è 'n'innocente' che non seguirà x niente il rinco del nonno,appena raggiunta la maggiore età.