I legali di Kabobo ci riprovano e fanno ricorso in Cassazione: "Chiediamo una pena più bassa"

La difesa del ghanese che l’11 maggio 2013 uccise tre passanti a colpi di piccone a Milano vuole diminuita la condanna a 20 anni di reclusione e a 3 anni di casa di cura e custodia

La difesa di Adam Kabobo, il ghanese che l’11 maggio 2013 uccise tre passanti a colpi di piccone a Milano, ha presentato ricorso in Cassazione contro la condanna a 20 anni di reclusione e a 3 anni di casa di cura e custodia inflitta in primo grado e poi confermata dalla Corte d’Assise d’appello milanese lo scorso 20 gennaio.

In sostanza, la difesa chiede alla Suprema Corte che venga ricalcolata e diminuita la pena comminata all’immigrato, anche attraverso la concessione delle attenuanti generiche. La tesi dell’incapacità totale di intendere e di volere, sostenuta dai legali del ghanese, gli avvocati Francesca Colasuonno e Benedetto Ciccarone, invece, non era stata accolta né in primo né in secondo grado. E per Kabobo era arrivata la conferma dei 20 anni di carcere da parte della seconda sezione della Corte d’Assise d’appello che aveva riconosciuto all’immigrato soltanto un vizio parziale di mente, condannandolo anche a 3 anni di casa di cura e custodia (una misura di sicurezza a pena espiata e applicata per la sua "pericolosità sociale").

Ora la difesa del ghanese ci riprova e chiede, in sostanza, una pena più bassa.

Commenti

magnum357

Mer, 08/04/2015 - 23:42

Ventanni per aver ammazzato tre persone sono molto pochi: dovevano essere 20 anni per ciascuna persona uccisa !!!!! Ed ora gli avvocati avvoltoi si accingono a chiedere una riduzione della pena ? Qui siamo alla pura follia anche perchè Kabobo è già stato ritenuto solo parzialmente incapace !!!!!!!

grandeoceano

Mer, 08/04/2015 - 23:53

io picconerei questi avvocati e i loro familiari

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 09/04/2015 - 00:12

Io lo proporrei per il premio Nobel. D'altronde, se l'hanno dato a obama...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 09/04/2015 - 00:19

La difesa dell'assassino di ben tre persone, Kabobo, è composta da una banda di trinariciuti buonisti? È stato accertato se questo assassino non sia per caso un mussulmano che è stato spinto a uccidere dalle "voci" deliranti del corano?

BiBi39

Gio, 09/04/2015 - 00:51

ma se non fosse stato gravemente incapace non avrebbe fatto quello che ha fatto. queste persone vanno curate non buttate in galera.

giorgiandr

Gio, 09/04/2015 - 01:18

Ma è ancora in galera questo poveraccio ! In fondo ha solo ammazzato tre persone, manco fosse Corona !

giorgiandr

Gio, 09/04/2015 - 01:39

Mi piacerebbe molto sapere come mai questa dedizione, oserei dire dissennata, dei suoi avvocati verso uno che ha ammazzato volontariamente tre persone. Perché lo fanno, chi li paga, lo fanno solo per senso umanitario, o per altro ?

FRANCO1

Gio, 09/04/2015 - 02:10

se avesse la certezza che ad aspettarlo fuori ci fossero i familiari incazzati di quelli che ha ammazzato, non gli parrebbe vero di restare in galera a vita!!! Anche a loro potrebbe capitare di avere un vizio parziale di mente...

Marcolux

Gio, 09/04/2015 - 03:38

L'unica pena giusta sarebbe la morte. Non capisco questi delinquenti di avvocati che si affannano per far rimettere in libertà il picconatore. Se ci riescono speriamo che le picconate prossime siano per loro.

Marcolux

Gio, 09/04/2015 - 03:40

Mi chiedo chi paga le spese processuali e questi banditi di avvocati. Chi è che sponsorizza il picconatore Kabobo? Chi c'è dietro? I comunisti o l'ISIS. Non vedo altre risposte logiche. In quest'Italia allo sbando sta veramente accadendo di tutto!

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Gio, 09/04/2015 - 05:33

Attenuanti generiche per un omicidio di tal fatta?

Ritratto di filatelico

filatelico

Gio, 09/04/2015 - 06:17

NO !!! Per Kabobo la pena va aumentata : la vita di un uomo non vale neanche 10 anni di carcere ??? In più c'è l'aggravante dei futili motivi !!! AR GABBIO !!!

dementina1

Gio, 09/04/2015 - 07:04

cero amazzare x nulla 3 persone e prendere 20 anni sono troppi.asassino schifoso t darei la pena di morte.vorrei vedere se la stessa cosa l avrebbe fatta a casa sua cosa gli sarebbe successo.mi vergogno di essere italiano

Happy1937

Gio, 09/04/2015 - 07:47

Se fosse italiano lo condannerebbero a morte, ma ,essendo protetto dai buonisti, con 3 anni se la caverà di certo. Gli riconosceranno l'attenuante che gli ammazzati a picconate fossero italiani!

scarface

Gio, 09/04/2015 - 08:29

E' meglio se lo tenete dentro più a lungo possibile... per la sua incolumità !!!

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Gio, 09/04/2015 - 09:06

Questo signor Kabobo mi sembra la classica brava persona vittima di un destino baro e crudele. Egli, poverino, che colpa ha se tre malcapitati, tre sprovveduti, sono finiti nella scia dei suoi colpi di piccone tirati a casaccio? Meno male che stiamo in Italia dove le brave persone vengono tutelate dalla nostra Giustizia ineffabile e misericordiosa. E penso che, anche in questo caso, al signor Kabobo verranno riconosciute tutte le attenuanti del caso. Così, fra qualche anno, egli potrà di nuovo andarsene in giro per attuare il suo passatempo preferito di immigrato colpito da un destino baro e crudele: quello di passeggiare col piccone per fendere a casaccio l'aria. Ovviamente gli consiglio, in futuro, di continuare a farlo sempre in Italia: perché in altri paesi egli, con quel gioco spensierato, rischierebbe grosso. Anche di finire appeso ad una corda.

AndreaMasini

Gio, 09/04/2015 - 10:22

Buongiorno, io sono il figlio di una delle vittime e volevo rispondere ahi si chiede come vengono pagati e da chi gli avvocati dell'assassino di mio padre, la risposta è semplice. NOI. Questi avvocati ovviamente hanno tutto l'interesse di portare avanti fino alla fine il processo semplicemente per due motivi che sono soldi e visibilità. Non mi stupirei nemmeno di veder diminuita la pena a Kabobo per attenuanti generiche, ormai non mi sorprende più nulla. Andrea Masini

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 09/04/2015 - 11:09

direi ai giudici che questo pover uomo deve essere assolto in quanto venti anni di prigione sono eccessivi: d' altra parte se corona è stato condannato a 12 anni per aver scattato delle fotografie, 20 anni a questo signore che ha ucciso solo tre persone e tentato di ucciderne altre due, sono senz altro troppi: Kabobo va assolto ed i giudici che lo assolveranno, come premio , il compito di allevarlo e mantenerlo in casa loro per lo stesso periodo.

Tuthankamon

Gio, 09/04/2015 - 11:34

Invece di spendere per un altro processo, mettiamolo in un residence e manteniamolo a vita. Questo e' quello che facciamo per guidatori clandestini dopati, violentatori clandestini seriali, ladri seriali matricolati (e clandestini)! Perche' non per gli assassini? Tanto in carcere non ci stanno e a casa non li mandiamo! Anzi, Kabobo mettiamolo nelle strutture psichiatriche criminali ... quelle con le porte aperte ... cosi sparisce e il problema pure ... fino ai prossimi disgraziati (non clandestini, Italiani) che lo incrociano in un momento di "creativita' " ...

Tuthankamon

Ven, 10/04/2015 - 09:47

Purtroppo siamo di memoria corta. Inoltre non vedo un grande entusiasmo della maggioranza dei media per rispolverare periodicamente la lista di tutti quelli stranieri e Italiani che hanno commesso delitti abietti e vivono mantenuti da noi in (semi)liberta'. Sarebbe ora chiedessimo conto a chi li mette fuori. Come dico sempre ... se li votate e' giusto che paghiate ... io il sindaco che approva la moschea non lo votero' mai per fare un esempio ...

fedeverità

Gio, 11/06/2015 - 15:02

...una pena più bassa...portatelo a casa mia!!!! SCHIFOSI!!