I rifiuti di Roma saranno smaltiti dalla Puglia?

La Puglia si appresta ad accogliere i rifiuti di Roma. È stata l'Ama, la municipalizzata dei rifiuti capitolina, a chiedere un accordo temporaneo tra le Regioni Puglia e Lazio

La Puglia si appresta ad accogliere i rifiuti di Roma. È stata l'Ama, la municipalizzata dei rifiuti capitolina, a chiedere un accordo temporaneo tra le Regioni Puglia e Lazio che consenta il trattamento delle eccedenze di produzione dei rifiuti.

A rivelarlo è stato Gianfranco Grandaliano, commissario dell'Ager che ha spiegato che la scelta di Ama è ricaduta sulla Puglia "in virtù di dati Ispra secondo cui la Puglia è l'unica a trattare al 100% i rifiuti indifferenziati". "Disponiamo di 10 impianti la cui capacità - ha aggiunto - è superiore in alcuni casi alle quantità effettivamente smaltite. Rispetto a due anni fa, quando ci rivolgemmo all’Emilia Romagna, la nostra capacità è aumentata molto, grazie soprattutto ai dati raggiunti dalla differenziataha spiegato Grandaliano a Foggiatoday, sottolineando come l’impianto di biostabilizzazione di Foggia potrebbe fare la sua parte in nome della “solidarietà tra Regioni”. Dalla capitale arriveranno 300 tonnellate al giorno e Grandaliano precisa che il suo è “un parere meramente tecnico” e che la scelta di un eventuale accordo è politica e dipende dal presidente della Regione. Dall'Ager fanno sapere che è da "escludere l'eventuale trasferimento in estate, perchè si tratta di località turistiche che hanno un grosso aumento di rifiuti in quel periodo". Nelle scorse settimane il Movimento Cinque Stelle pugliese si era inizialmente opposto all'arrivo dei rifiuti ma, poi, è arrivato l'ordine di scuderia è di non mettere in difficoltà la giunta Raggi.