I vigili gli fanno la multa. Lui dà fuoco alla volante

Un 20enne di origina marocchina è sospettato di aver dato alle fiamme un auto dei vigili urbani, che qualche giorno prima l'hanno sanzionato perché trovato alla guida senza patente

Notte movimentata a Mogliano, in provincia di Treviso, dove un auto dei vigili urbani è stata data alle fiamme. Un gesto, su cui indagano i carabinieri, che prende sempre più i contorni di una vendetta.

La vendetta dopo una multa

Un incedio divampata dopo ore e ore che la macchina dei vigili urbani era posteggiata. Le fiamme hanno inghiottito il veicolo attorno alle 2.30 di notte, costringendo all'intervento i vigili del fuoco. I carabinieri che stanno indagando sulla vicenda, hanno ottenuto e visionato i filmati delle telecamere di sorveglianze che vigilano sulla zona. Gli inquirenti, come precisa Il Messaggero, stanno vagliando diverse piste, quella più accreditata però sembra quella che conduce a un 20enne di origine marocchina.

Il ragazzo sospettato sarebbe stato multato per un illecito al codice della strada. Infatti, è stato pizzicato dai vigili mentre era alla guida dell'automobile della madre, privo di patente. Una sanzione che avrebbe mandato su tutte le furie il giovane e l'avrebbe pisto ad appicare il fuoco della volante come vendetta.