Identificato dopo 74 anni caduto della Seconda Guerra Mondiale

Le spoglie del militare inglese Ronald George Blancham, morto nel settembre del 1943 durante la battaglia di Salerno, saranno sepolte nel cimitero militare.

Dopo settantaquattro anni, finalmente troverà pace il lance corporal Ronald George Blancham. I resti del caduto, che erano stati ritrovati nell’area rurale a ridosso di Salerno, sono stati identificati grazie a lunghe ricerche e, a marzo, verranno inumati nel cimitero militare inglese.

I resti del soldato britannico, morto durante la battaglia di Salerno per la conquista della posizione che le forze armate alleate identificarono come Hill 270, sono stati ritrovati quasi tre anni fa nella zona di Capezzano, alle porte del capoluogo campano. Dopo lunghe ricerche e con l’ausilio di esami di laboratorio i volontari dell’associazione Salerno 1943 sono riusciti a dare un volto e un nome al militare caduto.

Blancham è caduto durante la battaglia di Salerno, avvenuta tra il 22 e il 24 settembre del ’43 quando – subito dopo lo sbarco delle forze armate alleate – le ultime guarnigioni tedesche tentavano di sbarrare il passo agli angloamericani che avevano lanciato l’operazione Avalanche con un imponente sbarco di uomini e mezzi sulle coste campane. Quando Blancham perse la vita combattendo contro i tedeschi aveva solo ventidue anni. Di lui, dopo la guerra, s’era persa ogni traccia. Ed era stato dato per disperso. Fino a che quelle spoglie, tornate alla luce quasi tre anni fa, nel 2014, sono state finalmente identificate come sue.

Dopo l’identificazione, sono stati disposti i funerali del soldato. La cerimonia si terrà il 16 marzo prossimo e saranno presenti – insieme alle autorità militari e a una delegazione britannica – anche la sorella e il fratello dello sfortunato militare britannico. A loro saranno consegnati alcuni effetti personali, ritrovati vicino al corpo. Sarà seppellito nel sacrario militare inglese di Salerno.

Commenti

blackindustry

Gio, 26/01/2017 - 00:29

Era in Italia a uccidere altri ragazzi italiani, adesso che l'hanno riconosciuto che se lo portino via in Inghilterra. Rispetto per un morto, ma non per quello che era venuto a fare.

grazia2202

Gio, 26/01/2017 - 12:06

per curiosità, quanto è costata questa ricerca? non per morbosa curiosità ma perchè amante della verità. mio zio di cui porto il nome e cognome, carabinere a Tavernole, fu portato via con altri 11 commilitoni da nazifascisti alle ritirate dell 5 giornate di Napoli. mai più ritrovati. per Lui e gli Altri sono una medaglia d'oro. in verità