Ikea in campo per Banco Alimentare

Il colosso svedese dell'arredamento donerà un euro all'associazione per ogni contenitore per il cibo acquistato

La colletta di Banco Alimentare è forse una delle più conosciute in Italia: ogni anno da 18 anni i volontari raccolgono nei supermercati tonnellate di cibo da destinare ai più poveri.

E ora l'associazione ha avviato un'iniziativa anche con Ikea: in occasione della campagna dedicata al tema del Food e della sua conservazione ha lanciato "Il Progetto Insieme conserviamo la bontà" a sostegno proprio di Banco Alimentare della Lombardia.

È la seconda attività che IKEA nel corso di questo anno organizza a supporto del Banco Alimentare confermando il sentito impegno sociale dell’azienda sul territorio. Grazie al progetto, dal 4 al 13 settembre nei punti vendita di Carugate, Corsico e San Giuliano Milanese, Ikea devolverà all’associazione 1 euro per ogni contenitore per alimenti venduto delle tre serie "365 +", LJUST" e "JÄMKA". Ikea inviterà inoltre i propri clienti a donare 1 euro in cassa a favore dell’associazione indipendentemente dal tipo di acquisto. "Un gesto concreto in aiuto all’attuale stato di emergenza alimentare e una preziosa opportunità di comunicazione per il Banco Alimentare della Lombardia", dice l'associazione.

Nei weekend coinvolti, inoltre i volontari con le ormai note pettorine gialle saranno presenti nei punti vendita milanesi per testimoniare e far conoscere l’attività che svolge ogni giorno il Banco Alimentare. L’Associazione Banco Alimentare della Lombardia “Danilo Fossati” Onlus, parte di una Rete di 21 organizzazioni sul territorio nazionale, ha come mission il recupero delle eccedenze dalla filiera agroalimentare per distribuirle gratuitamente agli enti caritativi impegnati nel sostegno di persone in stato di necessità. I suoi 656 volontari nel 2014 ha assistito 1.289 strutture caritative convenzionate aiutando oltre 240mila indigenti e distribuito 13.948 tonnellate di prodotti.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 01/09/2015 - 15:55

I rpventi devono essere devoluti solo a famiglie italiane