Roma, scritte in stazione. I writers ripuliscono i muri (e così evitano la denuncia)

Beccati in flagrante nella stazione di Bagni di Tivoli, ai tre giovani è stata data la possibilità di evitare la denuncia da parte delle autorità locali

Erano stati beccati in flagrante, mentre imbrattavano con le bombolette spray i muri della stazione ferroviaria di Bagni di Tivoli, in provincia di Roma, lo scorso 27 agosto e ieri sono stati richiamati per pulire i segni della loro bravata.

Con vernice e pennello si sono ritrovati davanti a quegli stessi muri per rimediare al danno fatto alla collettività sulle pareti di un edificio pubblico, grati per la seconda possibilità che gli è stata offerta. La particolare forma di punizione, infatti, è stata decisa da Rfi, la Rete Ferroviaria Italiana, in accordo con le forze dell'ordine locali, che erano intervenute quando i ragazzi erano stati sorpresi a commettere il reato.

Anziché essere denunciati e subire un processo, ai tre giovani è stata data l'opportunità di redimersi e dare nuovo splendore - a proprie spese - alle pareti esterne della stazione di Bagni di Tivoli.

Un'esperienza che, oltre a cancellare le scritte sui muri, ha rimosso, forse, la voglia dei tre writers di commettere altri atti vandalici e ha lasciato contenta Rfi, dalla quale commentano: "Un modo nuovo, questo, per ribadire un concetto vecchio, ma sempre valido: i beni comuni appartengono a tutti noi e chi ne usufruisce è chiamato a rispettarli".

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 04/09/2015 - 14:37

Avrebbe dovuto ripulire anche parte di imbrattamento degli "amici", come punizione. Sporchi 10, pulisci 100.

rokko

Ven, 04/09/2015 - 15:47

Mi sembra un'idea intelligente ed una punizione giusta.

vince50

Ven, 04/09/2015 - 16:04

Non basta,non è una lezione che si ricorda.Lo rifaranno pensando che non è detto che vengano beccati,avrebbero dovuto pagare altri per rimediare le loro porcate.Tre mesi di carcere sospesi,e alla prossima occasione 3+3 da scontare in isolamento.Sti ca**i che poi lo rifaranno....

Solist

Ven, 04/09/2015 - 16:18

ma si puo essere cosi fessi?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 05/09/2015 - 01:42

Era ora che si facesse qualcosa contro i vandali che imbrattano i muri. A Trento non verranno mai puniti perché gli imbrattamuri sono stati sponsorizzati addirittura dalle Politiche Giovanili del Comune.

Anonimo (non verificato)

Villanaccio

Gio, 10/09/2015 - 20:49

Visto che questi non hanno in genere voglia di far niente la punizione peggiore è farli lavorare....non è difficile, visto che in altri paesi questa "pena" è applicata da tempo.