Gli immigrati inventano naufragio e 50 morti per salvare gli scafisti

Ora sorgono molti dubbi sulla veridicità dei racconti forniti dai clandestini

"Abbiamo inventato tutto". La confessione gli immigrati sbarcati ieri a Pozzallo, circa 300 approdati con la Fregata 221 Hessen della Marina militare tedesca che li aveva soccorsi, ha dell'incredibile. "C'era stato detto di dire così perché non avreste arrestato gli scafisti - ammettono i clandestini - nessuno di noi è caduto in acqua, siamo tutti sani e salvi grazie al vostro aiuto, scusateci". Ma le scuse non cancellano la menzogna e fanno sorgere parecchi dubbi sulla veridicità dei racconti forniti dai disperati che ogni giorno sbarcano sulle nostre coste.

La squadra mobile di Ragusa ha sottoposto a fermo un eritreo. L'immigrato è accusato di essere lo scafista. Insieme a lui sono stati individuati anche altri due eritrei - uno finito agli arresti, l’altro denunciato perché minorenne - che in Libia avevano l’incarico di vigilare armati i profughi in partenza. Le indagini hanno così permesso di escludere la morte di una cinquantina di immigrati che era stata inizialmente riferita dai passeggeri. Gli inquirenti hanno, infatti, appurato che gli organizzatori avevano detto agli immigrati di raccontare di un naufragio che aveva portato alla morte degli scafisti. Insomma, una manovra per impedire che questi fossero arrestati.

"Spesso capita - spiega la polizia - che ai migranti venga imposto di raccontare una versione dei fatti che poi non corrisponde al vero, ma questo stratagemma, ormai un po' vecchio per gli investigatori, è stato subito scoperto. Di contro ha distratto di sicuro energie ed ha fatto perdere diverse ore di tempo. I migranti dopo essere stati scoperti hanno collaborato in modo ancora più fattivo, difatti in poche ore sono stati raccolti gravi indizi di reato a carico di tre eritrei".

Oltre allo scafista vero e proprio, nelle cui tasche sono stati trovati 1.700 euro, la polizia ha individuato i due eritrei che in Libia, in base agli accordi con gli organizzatori del luogo, si occupavano della vigilanza dei loro connazionali all’interno delle connection house. È la prima volta che le indagini portano al fermo di due soggetti che hanno operato prevalentemente in Libia, anche perché di solito rimangono nel loro paese e sono tutti libici. In questo caso si è registrata un’organizzazione mista, fatta di libici ed eritrei, difatti all’interno dei capannoni la vigilanza armata era stata affidata agli eritrei, così come la conduzione del gommone.

Commenti

plaunad

Sab, 16/05/2015 - 14:29

Era ora che si accorgessero che quelli contano balle.

Kerenkeren

Sab, 16/05/2015 - 14:59

Solo quelli di sinistra possono credere alle BALLE che raccontano i clandestini.per dirne una delle tante ,in ERITREA ETIOPIA NIGERIA non c'è nessuna guerra, ma alle coop rosse e Caritas fa comodo così, perché più arrivano e più ci guadagnano ,ma gli ordini di partito e la fede offuscano da sempre le menti.

Giorgio5819

Sab, 16/05/2015 - 15:15

Kerenkeren, a sinistra non credono alle balle, le fabbricano.

NON RASSEGNATO

Sab, 16/05/2015 - 15:26

Una bella strage fa sempre comodo, gli italiani sono sempre pronti a rincoglionirsi. L'operatore turistico verrà rilasciato velocemente per poter continuare la sua attività, le coop aspettano le risorse a braccia aperte.

Kerenkeren

Sab, 16/05/2015 - 16:36

GIORGIO 5819 verissimo il mio e' stato un lapsus.va riconosciuto che la macchina da guerra COMUNISTA ha sempre funzionato a dovere.

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Sab, 16/05/2015 - 16:59

Ma che strano!!!! Le risorse boldriniane hanno il naso lungo come il toscano pinocchio....

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 16/05/2015 - 17:06

.. e chissà quante altre volte ci hanno raccontato frottole!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 16/05/2015 - 17:16

Quand'è che i nostri dis-onorevoli capiranno che sono falsi come giuda????? Oppure torna comodo credere alle panzane per incrementare gli affari dei 35 euro al giorno.Gentiloni...........gentiloni.......ci hai già provato a farci credere di aver liberato le due oche senza pagare il riscatto.Per favore smettila,non abbiamo le fette di salame sugli occhi.

VittorioMar

Sab, 16/05/2015 - 17:18

ITALIANI BRAVA GENTE!Come ci prendono per FESSI!!Prima della partenza vengono istruiti a dovere e noi ci beviamo tutto!!Le istituzioni SI, il popolo NO!!

eternoamore

Sab, 16/05/2015 - 17:45

GOVERNO ITALIANO SVEGLIATI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 17/05/2015 - 11:46

I mussulmani sono maestri nelmentire sanno che I loro nemici hanno il cuore tenero e cercano di farsi accogliere cosi potranno colpirci alle spalle. E I nostril governanti idiotic bevono tutto

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Dom, 17/05/2015 - 12:36

...queste balle da 'chi' sono studiate a tavolino secondo voi?...a pensar male si fa peccato ma...

seccatissimo

Ven, 24/07/2015 - 02:38

Sono decenni che vado affermando che il nostro popolo è convinto di essere particolarmente intelligente e furbo mentre in realtà è solo fesso e credulone. Il problema è che nel mondo lo sanno tutti, tranne noi italiani.