Immigrato violenta due minorenni e pugnala uomo andato in soccorso

A Conegliano, nel parco in pieno centro, la scena di follia: prima obbliga le ragazze a baciarlo, poi accoltella l'uomo andato in aiuto delle giovani studentesse

Ancora orrore da parte di un immigrato. Nella serata di domenica un marocchino 41enne prima ha cercato di violentare due ragazze minorenni, poi ha accoltellato l'uomo che era intervenuto in loro soccorso.

Il tutto è successo domenica intorno alle 21 in un parco centrale di Conegliano (Treviso). Mentre le ragazze stavano camminando tranquillamente nel parco, l'immigrato si è avvicinato cercando insistentemente contatto fisico. L'uomo ha anche offerto soldi alle ragazze in cambio di sesso. A quel punto, come riporta la tribuna di Treviso, le due 17enni hanno cercato di allontanarlo, rifiutandosi di acconsentire alle richieste del marocchino.

Che però, sentitosi respinto, a ha costretto una delle studentesse a baciarlo in bocca. Solo in quel momento le giovani hanno gridato aiuto. In loro soccorso è intervenuto un uomo, di origini marocchine, che era seduto su una panchina insieme alla sua ragazza.

I due si sarebbero messi a parlare in arabo, iniziando un concitato battibecco. Intanto le giovani si sono allontanate. Nel momento in cui tutto sembrava finito, il 41enne si è allontanato per alcuni minuti. Ma solo per armarsi. Poco dopo, infatti, è tornato alla carica e con un coltello ha colpito all'altezza dell'addome il giovane intervenuto in difesa delle ragazze.

Una lesione non profonda, ma che avrebbe potuto colpire organi vitali. Le indagini sono state coordinate dal capitano Salvatore Gueli, comandante della Compagnia carabinieri di Conegliano. Il marocchino di 41anni è stato rintracciato, è senza fissa dimora ma non aveva precedenti con la giustizia. Ora però dovrà rispondere dell'accusa di violenza sessuale su minori e tentato omicidio.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 29/09/2015 - 15:30

BOLDRINOOOOOVAAAAAA......Nulla da dire a sostegno di questi TALENTI il cui stile di vita deve diventare il nostro????

timba

Mar, 29/09/2015 - 15:37

C'è l'immigrato alla Boldrini (il primo) e quello che invece è una vera risorsa (il secondo). A quest'ultimo tutta la mia solidarietà. Una medaglia al merito. Chi arriva da noi e si integra, si adatta, accetta le regole, lavora e convive pacificamente è più che benvenuto. Le bestie abituate alla legge della giungla (cosa voglio prendo, dove sono cago) tornino pure da dove sono venuti.

ORCHIDEABLU

Mar, 29/09/2015 - 16:03

onore e merito al marocchino che ha difeso le ragazzine.