Immigrazione, a maggio 10 mila richieste d'asilo. Ma sei su 10 vengono respinte

Il ministero degli Interni ha comunicato i numeri dell'immigrazione in Italia. Solo a maggio ci sono state 10 mila richieste d'asilo. Quasi tutte respinte

Richieste d’asilo, arrivano i numeri del Ministero degli Interni: solo nel mese di maggio ne sono arrivate quasi diecimila e la maggior parte, che rappresentano ben il 63% del totale, sono state rifiutate. I dati del Viminale delineano il fenomeno dell'immigrazione in Italia e parlano di 9.320 richieste presentate a maggio 2016, numero in aumento (del 15%) rispetto a quante ne erano state presentate ad aprile (8.121). La stragrande maggioranza (7.864) è stata inoltrata da uomini. Le donne rimangono, in proporzione, pochissime (appena 1.456). Un rapporto che è pressoché identico rispetto a quello registrato nel mese precedente e, più in generale, rispetto al trend dal 2014 ad oggi.

I minori registrati tra i richiedenti asilo a maggio sono stati complessivamente 871 di cui 396 non accompagnati. Rispetto al mese precedente ci sono 112 ragazzini in più rispetto ad aprile, che fece registrare 759 minorenni sbarcati in Italia, 332 dei quali “non accompagnati”.

I flussi registrati nell’ultima “slide” pubblicata dal Viminale non smentiscono l’andamento generale degli ultimi tempi: a fare la parte del leone sono i cittadini nigeriani (solo a maggio ne sono arrivati 1.384) e pakistani (1.383 nello stesso mese). Impennata, nel trend, degli arrivi di immigrati in fuga dall’Eritrea. Sono stati 690 rispetto ai 248 del mese precedente con un aumento che il ministero ha calcolato nel 178%. Rilevanti gli sbarchi dal Gambia (633 persone) e dalla Costa d’Avorio (650 arrivi).

Di rifugiati riconosciuti effettivamente come tali ce ne sono pochi: appena 511 (6%) del totale. Sono state accolte, però, 1.219 richieste di protezione sussidiaria (rilasciata a coloro che non possono essere considerati perseguitati secondo la definizione della Convenzione di Ginevra ma che si ritiene possano subire danni gravi, condanna a morte, torture o attentati nel caso di rientro in patria) e ne sono state accolte 1.603 per soggiorno umanitario (che viene riconosciuto qualora “ricorrano seri motivi, in particolare di carattere umanitario o risultanti da obblighi costituzionali o internazionali dello Stato italiano” e che può essere rilasciato anche nel caso in cui il richiedente non abbia i mezzi per rientrare nel Paese d’origine).

Sono state rifiutate, invece, ben 5.729 richieste. Che si vanno a unire con le quasi 5mila rigettate tra le pratiche esaminate nel mese di aprile.

Commenti

potaffo

Lun, 01/08/2016 - 17:01

Sono anche troppi accidenti a loro! Politici, buonisti e migranti!

Ritratto di MLF

MLF

Lun, 01/08/2016 - 17:05

Tutto molto bello, ma non dimentichiamo che, chiunque si veda un permesso rifiutato, puo' fare "ricorso", sempre a nostre spese, e restarsene bellamente in suolo italiano, a nostre spese, per anni, visto il tempo che ci impiegano i ricorsi e visto che ne possono fare due. E non solo, anche ricevessero il foglio di via, lo buttano e rimangono a far parte di quella nutritissima schiera di CLANDESTINI.

Giorgio Rubiu

Lun, 01/08/2016 - 17:13

E a quelli le cui richieste d'asilo vengono respinte, cosa succede? Li rispediamo al loro luogo di provenienza o li lasciamo liberi di fare ciò che vogliono nel nostro Paese alla faccia del fatto che non hanno il diritto di esserci e di rimanerci? Siamo un popolo di pecoroni incapaci di far rispettare le nostre regole. Quando dovremo cominciare a subire le loro?

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 01/08/2016 - 17:14

Caro Vasso, nell'articolo NON spieghi che però per effetto della Turko/Napolitano TUTTI i 5729 RIFIUTATI hanno gia provveduto (lo fanno le stesse ONLUS o COOP) a fare RICORSO (gratis) fino al terzo grado, che vuol dire rimanere in Italia 2/3 anni a farsi mantenere!!! Poi c'è chi diceva che la legge BOSSI/Fini sulla clandestinita (abolita da Frottolo e M5s) INGOLFAVA I TRIBUNALI eeee!!! PONTALTI!!! Saludos dal Nicaragua.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 01/08/2016 - 17:16

Tanto loro fanno ricorso e restano qui fino al giorno del giudizio. Poi ci si dimentica di loro e il gioco è fatto: semplice, no?

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 01/08/2016 - 17:24

Ed ora cosa facciamo con i 6300 richiedenti asilo "respinti"? Da notare, per gli acefali sinistrati, che su 10.000 richieste, ben 7864 ,oltre il 75% proviene da uomini (i cosidetti VITELLONI AUTOCERTIFICATI NULLAFACENTI)....poche sono le richieste d'asilo di donne e bambini.Evidentemente sono rimaste a combattere strenuamente nei loro paesi,mentre i vitelloni se la sono data a gambe.Ma è mai possibile che dobbiamo farci prendere per i fondelli da questi cialtroni? Ma ci è rimasto ancora un minimo di orgoglio,quanto basta per dire BASTA?

Ritratto di gino5730

gino5730

Lun, 01/08/2016 - 17:52

Quelli ai quali è stato giustamente negato l'asilo politico ,forse li riportiamo nei loro Paesi o continueranno a bighellonare in giro per le nostre città e paesi mantenuti a pensione completa con i nostri denari ?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 01/08/2016 - 18:17

NOOOO!!! Caro mbferno17e24, non ci è rimasto piu niente,solo il DEBITO PUBBLICO!!! Che continua ad aumentare per sostenere i costi che queste RISORSE GENERANO. Ma a quanto pare agli ITAGLIANI va bene così, perche o votano PD o M5s o NON vanno a votare. Quindi chi è causa del suo mal ecc. Io intanto me ne sto qui in Nicaragua Saludos.

sparviero51

Lun, 01/08/2016 - 18:25

PENSO CHE SAREBBE OPERA UMANITARIA "BOMBARDARE" I PAESI DI PROVENIENZA DEI CLANDESTINI CON TONNELLATE DI VOLANTINI IN CUI SI DESCRIVONO LA TRAGEDIE AVVENUTE IN QUESTI ANNI IN MARE E LE TORTURE E VESSAZIONI A CUI SI VA INCONTRO.IL TUTTO CORREDATO DA FOTO ELOQUENTI E ANCHE COMUNICARE LE LEGGI VIGENTI IN EUROPA E IL NUMERO DI RICHIESTE DI ASILO ACCETTATE. SAREBBE ,FORSE,IL MIGLIOR DETERRENTE INCRUENTO !!!

seccatissimo

Lun, 01/08/2016 - 18:40

Italiani brava gente? Macchè! Solo IMBECILLI e CxxxxxxI!

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 01/08/2016 - 18:43

@hernando45...GIA'...purtroppo.

ziobeppe1951

Lun, 01/08/2016 - 19:17

I koglioni sonistr.onzi lo sanno che il 90% sono clandestini, ma a loro interessa il business, non certo la sicurezza del Paese

venco

Lun, 01/08/2016 - 19:24

E anche se ottengono l'asilo si possono mantenere chiusi.

Keplero17

Lun, 01/08/2016 - 20:28

Il problema è che fanno ricoorso e poiché sono indigenti lo stato assicura loro il gratuito patrocinio. Quindi lo stato paga il loro mantenimento, paga gli avvocati e paga l'amministrazione statale, tutti denari che potevano essere meglio spesi per migliorare il servizio sanitario che invece viene per così dire reso più efficiente coi tagli alle spese. Ma nonostante tutto, nonostante il disagio sociale si continua a votare PD. Ma hanno tagliato il wellfare, hanno reso il lavoro precario, cosa avete da perdere ancora?

leserin

Lun, 01/08/2016 - 21:20

Bene, 4 da mantenere, 6 da subire.

carpa1

Lun, 01/08/2016 - 21:51

Alfano, ma non dire cag.te che tanto, asilo nido o scuola materna che sia, restano qui sul nostro gobbo.