Imprenditore Usa compra farmaco anti-aids e porta il prezzo a 750 dollari

Martin Shkreli 32enne startupper di New York ha acquistato l'anti-virale Daraprim. "non capisco le critiche: è solo business"

L'uomo più cattivo d'America? Ha un volto e un nome, Martin Shkreli, giovane imprenditore di 32 anni. La sua nuova start-up farmaceutica, la Turing Pharmaceuticals ha acquistato il brevetto del Daraprim, un farmaco anti-virale utilizzato dai malati di Aids. Appena acquisito il brevetto Shkreli ha alzato il prezzo della medicina del 5000%.

L'uomo più cattivo d'america ha portato le scatole da 13 dollari a 750 giustificandosi e dicendo che la compagnia "aveva bisogno di trarre un profitto dalla vendita delle pillole" . Shkreli, bersagliato dalla critiche sui social, si è detto stupito e sorpreso: "Noi non speculiamo sulla malattia, cerchiamo di fare business. E i proventi serviranno per finanziare la ricerca contro l'Aids". Altra ragione per alzare il prezzo del farmaco è quella di colmare i costi di ricerca e sviluppo.

Martin Shkreli non è nuovo ad operazioni nel mondo farmaceutico. In un lungo articolo il New York Times ha tracciato un profilo del giovane impreditore, rilevando che nel 2011, quando lavorava per la sua vecchia società, aveva fatto pressioni sulla Food and Drug Administration per bloccare le autorizzazioni ad alcuni farmaci.

Intanto malati di Aids e medici hanno gridato tutto il loro sdegno. Judith Aberg, direttore del reparto infettivo del Mount Sinai Hospital ha lanciato l'allarme dicendo "che il rischio maggiore è che i medici inizino a prescrivere medicine meno efficaci, ma meno costose".