Impresa sul Nanga Parbat, Moro in cima per la prima volta in inverno

L'impresa dell'italiano sulla "killer mountain" non ha precedenti

Gli 8.125 metri del Nanga Parbat non erano mai stati scalati in inverno. È con questa impresa che il bergamasco, altoatesino d'azione, Simone Moro, è entrato nella storia dell'alpinismo, conquistando la vetta dell'Himalaya insieme allo spagnolo Alex Txicon e al pakistano Ali Sadpara.

Dopo aver percorso la via Kinshofer lungo la parete Diamir i tre sono arrivati fino alla vetta nella stagione invernale e sconfitto la "killer mountain", soprannome della montagna. L'altoatesina Tamara Lunger, compagna di spedizione di Moro, si è fermata sotto la vetta.

Per Moro non è la prima impresa. Elicotterista 48enne, aveva raggiunto altri ottomila come il Makalu, il Gasherbrum II e lo Shisha Pangma. Ma nessuno ha mai fatto ciò che ha fatto lui oggi.

Commenti

conviene

Ven, 26/02/2016 - 17:25

GRANDE BERGAMASCO. SEI UNICO. COMPLIMENTI.

seccatissimo

Sab, 27/02/2016 - 00:58

Ma che senso ha mettere seriamente a rischio la propria vita ed anche quella di eventuali soccorritori per questo tipo di imprese perfettamente inutili ?