Boldrini contro Facebook: "Inaccettabile censura a chi denuncia violenze"

Laura Boldrini prende le difese di Arianna Drago, la ragazza che ha denunciato l'esistenza di gruppi privati su Facebook in cui gli uomini pubblicano foto "di ragazze normalissime" accompagnate da commenti che incitano alla violenza sessuale

“È inaccettabile che una piattaforma globale con 28 milioni di utenti solo in Italia, che dice a parole di voler combattere l’hate speech, usi poi la censura contro chi denuncia l'odio attraverso la pubblicazione di oscenità e violenza mentre non interviene nei confronti di chi lo mette in atto e se ne fa vanto”. Lo scrive su Facebook il presidente della Camera Laura Boldrini, prendendo le difese di Arianna Drago, la ragazza che nei giorni scorsi ha denunciato l'esistenza di gruppi privati su Facebook in cui alcuni uomini pubblicano foto "di ragazze normalissime", ritratte "in viso, o alla loro festa di laurea, o intente a fare shopping".

Si tratta di foto che generalmente sono accompagnate da commenti osceni in cui si parla di possibili violenze sessuali a danno di quelle donne che sono ignare di tutto. “Su quali standard si regge questa comunità? E quali di essi Arianna avrebbe violato portando all’attenzione una pratica squallida e fortemente lesiva della dignità e dei diritti delle donne?”, si chiede le Boldrini meravigliata del fatto che Facebook invece di chiudere questi gruppi abbia bloccato che li denuncia. In Italia il primo a parlare di questo fenomeno è stato il blog Il Maschio Beta, raccontandoci chi sono gli utenti di questi gruppi: "i maschi che ne fanno parte sono davvero nostri amici, colleghi di lavoro, magari familiari che scaricano le foto della sorella o della fidanzata per condividerle su gruppi dove degli sconosciuti dichiarano che ci si masturberanno sopra". Una denuncia simile è stata portata avanti anche dal direttore del tg La7, Enrico Mentana, che ha bacchettato il social fondato da Zuckerberg:"Chiediamo a Facebook: siete contenti di ospitare gruppi di Onanisti Anonimi, di lasciare che le bacheche di utenti perbene siano depredate di foto che poi diventano strumento di riti di coinvolgimento sessuale?".

Commenti

Keplero17

Gio, 19/01/2017 - 13:10

No comment.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 19/01/2017 - 14:48

per una volta la Boldrini ne ha fatta una giusta

agosvac

Gio, 19/01/2017 - 15:05

La domanda sorge spontanea: la ragazza non lo sapeva che entrando in facebook andava soggetta a pericoli di questo genere??? Una volta che si entra in un social network si sa che si è entrati ma non si sa mai cosa ci si possa aspettare. Ci sono milioni di persone che vi bazzicano, tra di loro anche deficienti e delinquenti. Pertanto o non vi si entra, oppure si accettino le conseguenze.

Ritratto di johnsmith

johnsmith

Gio, 19/01/2017 - 16:11

Testo: Lo scrive su Facebook il presidente della Camera Laura Boldrini Errata corrige: Lo scrive su Facebook la presidenta della Camera Laura Boldrini

Klotz1960

Gio, 19/01/2017 - 18:52

Bravi, continuate a farle pubblicita'

Anonimo (non verificato)

sparviero51

Gio, 19/01/2017 - 19:03

QUESTA È OSSESSIONATA DALL'ASTINENZA . CON TUTTI I PROLBLEMI CHE HA L'ITALIA LEI SI OCCUPA SOLO DI IMMONDIZIA !!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 19/01/2017 - 19:55

agosvac: forse sorgerà spontanea a te la domanda. Probabilmente sei tra quelli che ritiene la ragazza in minigonna come quella che "se la va a a cercare". Personalmente la domanda che mi sorge spontanea è un'altra: ma davvero in rete esistonto tanti sfigati repressi con seri problemi a relazionarsi col gentilsesso tanto da dover ricorrere a queste forme virtuali, per giunta illecite e alquanto tristi?

RGM

Ven, 20/01/2017 - 07:53

LA presidente ovvero LA presidentessa ( come si evince dal Dizionario della Lingua italiana che suggeriamo di consultare anche ad ottimi giornalisti - salvo che vogliano scientemente far dispetto ) ha detto cose sacrosante che vanno sostenute con grande vigore e continuità. Ciò valga per tutti. Nulla a che vedere con altre idee politiche della stessa Signora sulle quali sono totalmente in disaccordo.

RGM

Ven, 20/01/2017 - 08:09

sparviero 51 a chi spetterebbe vedere e denunciare l'immondizia? Ktotz 1960 siamo per caso diventati come quelli del pensiero unico? Ovvero trinariciuti come quelli che credono che i coccodrilli "svolazzano" se lo dice L'Unità? Noi si dovrebbe ragionare, senza stupido spirito di parte.

RGM

Ven, 20/01/2017 - 08:29

agosvac: la superficialità o l'ignoranza di vittima di violenze in generale, non assolve chi commette tali violenze e non esime dal dovere civile e morale di denunciare e combattere le stesse.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 20/01/2017 - 08:37

Allora anche gli italiani vittime di violenze da parte delle RISORSE andrebbero ascoltati, ma noto che non è così.Come la mettiamo colla sua bontà d'animo??????????????

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 20/01/2017 - 09:00

Inaccettabile, è vero, ma altrettanto inaccettabile avere una come lei su quella poltrona.