Incendi in Costa Azzurra Evacuate 10000 persone

Quasi 4mila ettari di verde andati in fumo, una ventina di soccorritori feriti e 10mila persone evacuate nella notte in Costa Azzurra

Quasi 4mila ettari di verde andati in fumo, una ventina di soccorritori feriti e 10mila persone evacuate nella notte: è questo il bilancio degli incendi che nelle ultime ore stanno colpendo il sud-est della Francia, in particolare a Bormes-les-Mimosas e Seillons-Source-d'Argens nel Var, e la Corsica. Le fiamme, alimentate dai forti venti, secondo le autorità hanno già distrutto 1800 ettari in Corsica e 1350 nel Var. Il ministro degli Interni Gérard Collomb si è recato in Corsica per supervisionare il lavoro di spegnimento e ha annunciato l'acquisto di 6 nuovi aerei dopo che i sindacati dei vigili del fuoco hanno denunciato la carenza di mezzi per la lotta ai roghi. Tra gli evacuati ci sono anche moltissimi turisti. Persone che alloggiavano in tutti i campeggi della zona. La situazione più critica è segnalata a Cape Benat, un promontorio roccioso che sovrasta la località. I venti, che soffiavano a più di 30 nodi, hanno fortunatamente cominciato a indebolirsi. Ma il sindaco Francois Arizzi ha detto a RMC che l’incendio continua a progredire e non è ancora sotto controllo: 800 gli ettari già distrutti. I media locali hanno diffuso su twitter foto di decine di persone accampate nella notte in spiaggia. Il prefetto del Dipartimento di Var ha fornito ai media locali un primo bilancio: a La Croix Valmer 500 ettari bruciati, a Artigues circa 700 mentre sono più di 800 gli ettari devastati dalle fiamme a La Londe-les-Maures, dove l’incendio ha iniziato a propagarsi intorno alle 23. L'incendio di fatto preoccupa e non poco le autorità locali per il numero di perosne presenti. Infatti in questo periodo la popolazione triplica proprio per la presenza massiccia di turisti.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 26/07/2017 - 14:54

Un po' per uno non fa male a nessuno.