Incendio sul Vesuvio, in azione due canadair. Evacuate 30 persone

Un vasto incendio si è sviluppato nel primo pomeriggio di ieri sulle pendici del Vesuvio. In azione due canadair, vigili del fuoco e Protezione civile

Un vasto incendio sta interessando da ieri pomeriggio le pendici del Vesuvio, nell'area compresa tra Ercolano e Torre del Greco meglio nota come "La Siesta". Sul posto sono intervenute cinque squadre di vigili del fuoco coadiuvate da due canadair e un elicottero della Protezione Civile, con i carabinieri forestali e tre pattuglie dell'Esercito.

Diverse decine di persone tra residenti e turisti sono state allontanate dalle zone più a rischio e subito dopo, per ragioni operative, sono state chiuse al transito alcune strade. L'incendio non è ancor stato domato. Le fiamme, che hanno avvolto il versante ovest del Vesuvio, hanno generato una spessa colonna di fumo visibile anche da Napoli.

Molto importante per l'accerchiamento del fronte del fuoco il ruolo dei militari dell'Esercito, già impegnati in loco nel quadro dell'operazione "Strade sicure-Terra dei fuochi".

Prima hanno fornito sostegno logistico per garantire la viabilità e consentire il deflusso dei bus dei turisti. Successivamente, i militari hanno affiancato i vigili del fuoco nelle operazioni di evacuazione dalle abitazioni e dei ristoranti più a rischio.

Le fiamme si erano avvicinate pericolosamente al centro abitato, ma l'intervento tempestivo di due canadair e del personale dei vigili del fuoco e della Protezione civile ha scongiurato danni a persone e cose. Le fiamme non sono ancora state spente del tutto, pur essendo di fatto arginate. L'esercito ha rifornito di acqua e integratori salini le persone più disidratate.

Nelle ultime ore i militari sono stati impegnati a lungo in capillari ricognizioni lungo la strada statale Vesuviana 118 per segnalare ulteriori focolai divampati. Non si segnalano danni a persone e cose, anche se una famiglia era stata praticamente raggiunta dall'incendio prima di essere evacuata in tutta fretta.

Commenti

frabelli1

Gio, 06/07/2017 - 18:23

Ed è solo un incendio... dovesse eruttare che succede?