Indagato dg sanitàRegione Lombardia

Blitz della Finanza sulla sanità lombarda. L'accusa: accordi per pilotare l'assegnazione di progetti finanziati dalla Regione. Una trentina gli indagati. L'assessore regionale alla Sanità: "Fuori le mele marce"

Una nuova inchiesta della magistratura scuote la Regione Lombardia. Nel mirino della Guardia di Finanza alcune irregolarità nell’assegnazione di progetti di sperimentazione clinica. Le indagini riguardano principalmente presunti accordi per pilotare l’assegnazione di progetti di sperimentazione clinica ad alto contenuto tecnologico finanziati dalla Regione.

Indagato il direttore generale della Sanità della Regione, Carlo Lucchina, funzionari dell’assessorato e delle aziende ospedaliere coinvolte: in tutto una trentina di persone. Perquisizioni in diversi uffici e negli ospedali Niguarda a Milano, di Lecco, di Busto Arsizio e Saronno.

I reati ipotizzati sono: associazione per delinquere, turbativa d’asta, rivelazione del segreto d’ufficio e peculato. L'indagine è coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Greco e dal pm Carlo Nocerino. Le ispezioni della Gdf non hanno riguardato gli uffici dell'assessorato alla sanità. Inevitabili le polemiche politiche, con le forze di opposizione al Pirellone che ancor prima di conoscere i dettagli dell'inchiesta criticano l’atteggiamento della Giunta Pdl-Lega e del presidente Roberto Formigoni.

"Fuori le mele marce"

L’assessore alla sanità della regione Lombardia, Luciano Bresciani, ha espresso fiducia totale nella magistratura: "Bisogna arrivare al giudizio - ha detto Bresciani - non con continui rimandi, i cittadini hanno bisogno di risposte, sanno che la sanità lombarda funziona perché si curano qui e non vanno all’estero, ma se ci sono episodi di corruzione occorre buttare fuori le mele marce, e io questo l’ho sempre detto".

Balduzzi: Lucchina si è dimesso

Il dg dell'assessorato alla Sanità, Lucchina, si è già dimesso. La conferma è arrivata questa mattina dal ministro della Salute Renato Balduzzi: "Nessun imbarazzo - ha detto Balduzzi - perché conformemente al suo stile, Lucchina ha dato le dimissioni appena ha avuto la notizia di questa indagine. Il vero problema sarà quello di trovare come sostituto una persona che abbia le sue stesse competenze tecniche".

 

Commenti

Raoul Pontalti

Gio, 14/06/2012 - 16:44

Ha perfettamente ragione il ministro: trovare uno che abbia le stesse competenze tecniche nel mettere insieme un'associazione per delinquere a quei livelli non è facile...E che diamine! la Lombardia è un'isola di eccellenza e anche i delinquenti devono essere d'eccellenza. Per turbative d'asta fatte a regola d'arte ci vogliono dei maestri, mentre per il peculato basta un qualsiasi funzionario pubblico, anche onorario come un politico. Un dubbio però mi assale: la dimostrazione di stile nel dare le dimissioni immediatamente non è molto confacente con le tradizioni dei mariuoli pubblici degli ultimi tempi e questo mi induce alla prudenza, potrebbe trattarsi di coinvolgimento in relazione all'incarico. Speriamo sia così.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 14/06/2012 - 16:44

Visto che non scrivete che è del PD , sicuramente sarà del PDL. Allora CRIBBIO scrivetelooooooooooooo , raddrizzate la schiena . CRIBBIOOOOO

marcs

Gio, 14/06/2012 - 16:55

Mi sembra strano che in Regione succedano sempre strane cose legate alla sanità e che nè il sciur robertino nè il sciur bresciani non siano mai a conoscenza delle malefatte dei loro dipendenti. Forse sarebbe il caso di cambiare tutto perciò formigoni vattene alle tue belle isole (facendoti pagare le vacanze a tua insaputa naturalmente dal sig. daccò, che guarda caso è finito nei guai per ragioni legate alla sanità) e lascia che noi lombardi scelgliamo per rasppresentarlci qualcuno serio, onesto e intelligente.

Censore71

Gio, 14/06/2012 - 17:43

Altri ladri targati pdl....ma possibile che in questo partito ci sia una concentrazione di ladri così elevata? Ora si spiega perchè la pdl fa una battaglia furibonda in parlamento per addolcire la legge sulla corruzione...più blanda è meglio è per tutti i ladri presenti nel partito...non vorrete mica che si diano la zappa sui piedi con una legge seria sulla corruzione, vero?

gbsirio_1962

Gio, 14/06/2012 - 17:45

in lombardia abbiamo un presidente di regione che è praticamente sono vent'anni che non ce lo schiodiamo di torno... e secondo voi è circondato da persone "oneste" ???

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 14/06/2012 - 20:12

Quando la nave affonda i RATTI scappano......

voce.nel.deserto

Gio, 14/06/2012 - 22:17

Mele marce? Non mi sembrano fatti isolati.La sanità non solo in Lombardia è sistematicamente retta da delinquenti. La sentenza che riguarda la clinica Santa Rita,mi sembra significativa al riguardo.Ma anche i casi piemontesi e pugliesi senza contare gli innumerevoli casi di malasanità in tutta Italia. Rimedi? Lo stato deve riappropriarsi il più possibile delle funzioni inerenti la gestione della sanità.Aboliamo ed accorpiamo qualche regione.Provincie via.Il ecentramento non è un moloch.Sia accentri e si decentri secondo criteri di correttezza del'azione amministrativa.

bobsg

Ven, 15/06/2012 - 07:24

Bene, a quando i blitz nelle regioni Puglia, Campania, Calabria, Sardegna, Sicilia, Basilicata, Lazio, Marche, Abruzzo, Molise, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Piemonte e Valle d'Aosta?

roliboni258

Sab, 16/06/2012 - 19:16

la regione lombardia funziona che e' una meraviglia ,ed e' sotto scacco della finanza, in puglia in calabria in sicilia non funziona un c@@@o e sono tranquilli,tutto bene,be' qualche dubbio mi viene