Infermiere droga una paziente e poi la violenta

A Padova un infermiere rumeno di 41 anni ha drogato e, poi, molestato sessualmente una donna di 58 anni

Impasticca la paziente e poi la violenta. Un infermiere rumeno di 41 anni è stato arrestato dai carabinieri del Nas, per aver violentato una paziente di 58 anni ricoverata nel reparto di Neurochirurgia dell'ospedale di Padova. La violenza è avvenuta dopo che la donna era stata era stata drogata con un farmaco contenente benzodiazepine.

Il crimine, si legge sul Gazzettino, è stato scoperto grazie alle telecamere installate dai carabinieri del Nas nel reparto dopo una segnalazione proveniente dalla stessa Azienda ospedaliera. Alcuni medici avevano, infatti, riscontrato una somministrazione eccessiva di benzodiazepine in pazienti di sesso femminile e i sospetti sono subito ricaduti verso un infermiere ma, inizialmente, non si capiva il motivo del suo comportamento. Dalle indagini è nato il sospetto che l'uomo drogasse le sue vittime con lo scopo di molestarle con palpeggiamenti di parti intime e con scatti fotografici compromettenti. Così si è scoperto che lo scorso 4 gennaio, l'infermiere, dopo aver fatto addormentare una paziente 58enne con l'iniezione di un potente sedativo, aveva iniziato a violentarla sessualmente. L'uomo è stato così arrestato in flagranza di reato dai carabinieri di Padova e non è escluso che anche altre donne siano state violentate nello stesso modo.

Commenti

pensaepoiagisci

Mar, 10/01/2017 - 21:25

romeno appunto..spero una decina di anni glieli vogliate dare

lawless

Mar, 10/01/2017 - 21:33

Questi sono gli ospedali italiani, l'eccellenza mi pare che ormai sia una cosa tramontata da tempo. Se abbiamo stipendiato un delinquente romeno perché mancano infermieri italiani allora non abbiamo più futuro, se invece gli è stata data la precedenza in tal caso sarà necessario rintracciare chi lo ha fatto assumere e accarezzarlo con una mazza da baseball. Sono curioso di sentire dove andrà a parare il giudice.

Ritratto di luigin54

luigin54

Mer, 11/01/2017 - 07:44

La vogliamo capire o no che queste nazioni hanno aperto le galere e fatto espatriare tutti i delinquenti x non doverli mantenere. Ma noi siamo così stupidi che paghiamo le tasse x mantenerli in galera ??? RIPRESTINARE SUBITO LA PENA DI MORTE e se non piace al PAPA chi se ne frega.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 11/01/2017 - 08:59

A uno viene da chiedersi però che tipo di qualifiche possa avere un rumeno, con il vizietto dello stupro, più di un valido infermiere italiano. Possibile che non abbiamo personale "nostrano". Complimenti a chi seleziona il personale.

MaxSelva

Mer, 11/01/2017 - 15:21

non dobbiamo fare improprie equazioni tra l'europa e la sinistra che vogliono distruggere il paese e gli immigrati che lo fanno

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 11/01/2017 - 18:53

Arrestatelo e poi rispeditelo in Romania. Il suo posto di lavoro è tanto ambito da infermieri giovani disoccupati e italiani. Non gli ridarete per caso lo stesso lavoro? In tal caso avrebbero ragione i giovani e i disoccupati ad incazzarsi come le iene, con queste leggi farlocche, che solo i comunisti vogliono mantenere, chissà perchè!?!?