Inghilterra, nasconde quattro bimbi morti nell'armadio per vent'anni

Tutte e quattro le bambine sono state partorite durante un momento buio della vita della donna, quando beveva e faceva sesso occasionale. Ora la figlia racconta la drammatica storia di quella donna morta a febbraio scorso

Una storia horror che arriva dall'Inghilterra quella di Bernadette Quirk, la mamma di Joanne che ha nascosto i corpicini dei suoi bambini morti per oltre vent'anni. La figlia Joanne Lee ha raccontato la storia al Liverpool Echo dicendo che un giorno, mentre stava riordinando casa ha trovato dentro un sacco il corpo di un bambino morto. È corsa dalla madre a chiedere informazioni, Bernadette gliele ha fornite senza mentire o cercare di giustificarsi, e l'ha dunque aiutata a seppellire quel corpicino. Poi altri tre sono spuntati, da dentro l'armadio o dal letto. La storia sta venendo a galla soltanto ora che la signora Quirk è morta, è infatti deceduta a febbraio scorso. Nonostante tutta la drammatica vicenda la figlia ha comunque dichiarato che: "Non cambierei nulla di me. Non cambierei nulla neanche del mio passato. Infatti quello che sono lo sono grazie a mia madre. Sono una mamma migliore io proprio perché ho vissuto questa esperienza e ho visto la sofferenza".

Anche Joanne non ha avuto vita facile, infatti all'età di 15 anni, quando era incinta, ha trovato il suo fidanzato che stava avendo un rapporto sessuale con la madre. E proprio da quel rapporto sarebbe nato un altro bambino che non avrebbe mai visto la luce del sole, visto che la mamma ha occultato anche quel corpicino. Joanna è finita anche in galera nell'estate del 2009 perché aveva chiesto ad un amico di famiglia di fare rapporto alla polizia perché pensava di aver trovato un altro corpo. Ora ha pubblicato un libro dal titolo Silent Sisters, visto che due dei quattro fratellini morti erano gemelle e che sarebbero state de facto sue sorelle.