Ingoia ovuli di cocaina per non essere arrestato

Il ragazzo di 38 anni è stato sorpreso durante un piccolo blitz all'interno di una zona nota per il traffico di stupefacenti e per evitare l'arresto ha ingoiato gli ovuli contenente cocaina

Ha tentato di evitare l'arresto ingerendo gli ovuli di cocaina che avrebbe dovuto vendere ma è stato comunque cattuato il gabonese di 38 anni che stava spacciando a Torino

Gli agenti del commissariato hanno provato un piccolo blitz durante la notte tra martedì e mercoledì imboccando a fari spenti, riferisce il Torino Today, via Ciamarella. Proprio questa strada è nota per essere una delle principali zone di spaccio nel torinese, così i poliziotti hanno tentato una piccola retata. Molti pusher sono riusciti a scappare, altri sono stati arrestati e tra di questi un 38enne ha tentato di sfuggire all'arresto ingerendo gli ovuli di stupefacente. Il gabonese si trovava all'interno di un bar dal quale non è riuscito a fuggire. Ha oltretutto spento i due cellulari per evitare di essere arrestato. Oltretutto, il gabonese era un irregolare sul territorio nazionale.

È stato trasportato d'urgenza in ospedale dove, sottoposto ad un esame radiologico, è stato obbligato ad espellere gli ovuli e successivamente arrestato.

Commenti

mariod6

Gio, 29/11/2018 - 18:58

Dovevano lasciarglieli nello stomaco. Se era noto alla Polizia come spacciatore, cosa ci faceva ancora in Italia ???