Inps, la Corte dei Conti: "Spese più dei contributi"

Se con gli sgravi contributivi non ci saranno "incrementi occupazionali effettivi" ovvero prevarranno le trasformazioni di contratti esistenti in rapporti di lavoro a tempo indeterminato sarà necessario "un ulteriore incremento di trasferimenti dal settore pubblico la cui provvista ricadrebbe sulla fiscalità generale"

Se con gli sgravi contributivi non ci saranno "incrementi occupazionali effettivi" ovvero prevarranno le trasformazioni di contratti esistenti in rapporti di lavoro a tempo indeterminato sarà necessario "un ulteriore incremento di trasferimenti dal settore pubblico la cui provvista ricadrebbe sulla fiscalità generale". Lo sottolinea la Corte dei Conti nella sua relazione sull’ Inps negli anni 2013-2014 facendo riferimento alle misure di incentivo alle assunzioni previste per il 2015. La Corte inoltre esprime preoccupazione sulla possibilità che al termine del triennio di sgravi totali previsti per le assunzioni a tempo indeterminato fatte nel 2015 ci sia un aumento delle "cessazioni" di contratto con una crescita delle prestazioni a sostegno del reddito come l’indennità di disoccupazione.

"Sull’andamento delle entrate contributive - scrive la Corte - occorrerà peraltro valutare gli effetti nel 2015 della recente adozione di interventi di esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato previsti dalla legge di stabilità 2015 e dalle disposizioni del d.lgs. n. 81 del 20154; infatti, qualora da tali misure non derivi un effettivo incremento occupazionale - e le nuove assunzioni siano ascrivibili a mere trasformazioni della durata e della natura contrattuale di rapporti in essere - il mancato introito di risorse proprie per effetto della decontribuzione richiederebbe un ulteriore incremento di trasferimenti dal settore pubblico la cui provvista ricadrebbe sulla fiscalità generale". Inoltre,prosegue la Corte «tenuto conto del periodo massimo di trentasei mesi di durata dell’esonero dal versamento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, la scadenza delle agevolazioni potrebbe determinare un incremento delle cessazioni dei rapporti di lavoro - instaurati o trasformati in funzione della decontribuzione - con conseguente ricorso alle prestazioni a sostegno al reddito e all’adozione di misure per la ricollocazione dei lavoratori»

Commenti

gneo58

Ven, 26/02/2016 - 14:25

presto fatto: ricalcolare TUTTE le pensioni in base ai contributi, eliminare le pensioni doppie o triple, la reversibilita' solo per le pensioni di massimo 2000 euro e mettere un tetto di 5000 euro. Ecco risolto il problema.

obiettivo75

Ven, 26/02/2016 - 14:42

i problemi sono due. Il secondo: "cessazioni" dopo i tre anni non credo che ce ne saranno tantissime, proprio perchè con il job act si sono "regolarizzate" migliai di persone che già lavoravano, quindi di fatto tali lavoratori ggià "servivano". Il primo: sgravi contributi - questo sì che è un problema - la relazione è sugli anni 13-14, MANCA il 2015. Ora moltiplicate 8000 euro di sgravio per 300.000 circa lavoratori= 2 miliardi e mezzo circa. chi ce li mette ? sento odore di patrimoniale

Silvio B Parodi

Ven, 26/02/2016 - 15:08

il gioco delle tre carte di renzi funziona e I media I cascano.

milope.47

Ven, 26/02/2016 - 16:30

...e alè. Ci risiamo!- Io a furia di contribuire sono rimasto in mutande ( di ghisa, visto i tempi moderni ). Perciò rivolgetevi a Renzi e company.

ClaudioB

Ven, 26/02/2016 - 16:31

Presto fatto: smettere di elargire soldi a pioggia per mantenere clandestini senza alcun diritto e finirla di regalare 10 miliardi all'anno all'Europa a fondo perduto.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 26/02/2016 - 16:41

La pensione sociale viene col ricongiungimento anche ai genitori di lavoratori extracomunitari.Col Marocco c'è un via vai:vengono,prendono la pensione ,aprono un conto e con la carta di credito in Marocco fanno i signori.Seconda cosa:ci sono persone che a 65 anni "emergono" dal nulla,fanno la domanda ,aprono il conto come sopra,Quest'ultimi come hanno campato sino ad ora? Le persone che hanno pagato i contributi e sono andate in pensione col sistema di allora,buno o cattivo che sia ,hanno undiritto aquisito che NON può e NON deve essere toccato.I nostri politici,Toni Negri un nome a caso,è stato eletto in parlamento ed è scappato quasi subito in Francia.Ora prende 3.500 euro mese per pochi giorni da parlamentare.Con questi casi toccare la pensio di chi prende 1500-2.000 euri mese è pura follia,Iniziamo dall'alto,molto in alto. nopecoroni.it

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Ven, 26/02/2016 - 16:43

Ma come, fino a ieri ci avevano imbottito il cervello con il martellante refrain che le "risorse" mantenevano in equilibrio il nostro sistema pensionistico ...

titina

Ven, 26/02/2016 - 17:11

per forza. con i contributi dei lavoratori pagano le invalidità, gli assegni a chi non ha mai versato i contributi, le pensioni dei genitori degli extracomunitari che non hanno mai lavorato qui, l'accompagno, le baby pensioni che versano per 60 asnni. Troppi errori sono stati fatti e se la prendono con chi ha lavorato 40 anni

eloi

Ven, 26/02/2016 - 17:19

Il pallone gonfiato ci dicee tutti i giorni: Tot nuove assunzioni a tempo indeterminato, non ci dice quanti hanno lasciato il lavoro per pensionamento od altro motivo, come se l'Istituto centrale di statisca ci annuncerebbe le nascite e non i decessi. Renzi smetti di raccontarci per giuste cose alle quali non credi

Rossana Rossi

Ven, 26/02/2016 - 17:22

Macchè, và tutto bene, tranquilli lo dice il nostro premier......fa niente se l'economia è al fallimento, non c'è lavoro, le città fanno schifo,i delinquenti imperversano, gli immigrati ci sfottono e pretendono, gli zingari rubano impuniti, le pensioni fanno far la fame agli anziani non politici ecc.ecc. questi sono solo dettagli perchè da oggi siamo un paese più civile, abbiamo la legge sui gay...........lo schifo è la nostra situazione abituale oramai........

magnum357

Ven, 26/02/2016 - 18:43

Ma vah !!!! Scoperta dell'acqua calda !!!!!!!!!!!!!

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 05/03/2016 - 15:25

Poverino... al cospetto di siffatto orrido budello dall'ingresso sguaiato e sgangherato, con i vapori caldi che ne fuoriuscivano... ha avuto un moto di ritrosia, di disgusto, di panico, da vomitarci sopra e si è appellato al soccorso del suo dio...UN'ORRIDA STORIACCIA...