Insulta i vigili su Facebook, loro la trascinano in tribunale

Nei guai una utente social di Battipaglia, in provincia di Salerno denunciata per diffamazione. I vigili inflessibili: "Non accettiamo oltraggi alla nostra divisa"

Insulta i vigili urbani su Facebook e loro la trascinano in tribunale. È accaduto a Battipaglia, in provincia di Salerno, dove un commento al vetriolo postato sul social network di una utente adesso rischia di costarle carissimo dato che la polizia municipale locale ha deciso di presentare querela contro di lei.

La donna salernitana, nei giorni scorsi, aveva lanciato strali contro alcune vigilesse rivolgendo pesanti critiche sulla loro professionalità. In post e commenti pubblicati online, la signora è stata accusata di aver rivolto agli agenti della polizia locale quelli che, in una nota ufficiale, i vigili battipagliesi hanno bollato come “epiteti irripetibili”. A nulla è valsa la retromarcia della stessa utente che, sempre dai social, aveva cercato di scusarsi con i caschi bianchi.

I vigili non hanno voluto sentir ragioni e hanno annunciato di aver sporto querela contro di lei per diffamazione e oltraggio. “Noi siamo sempre disponibili ad accettare critiche costruttive, sollecitazioni e segnalazioni – afferma in un comunicato del Comune di Battipaglia il comandante della Polizia Locale Gerardo Iuliano -, ma di certo non accettiamo che venga oltraggiata la divisa che indossiamo e il lavoro che svolgiamo quotidianamente in favore dell'intera comunità”.

Gli fa eco pure il vicesindaco del centro salernitano, Ugo Tozzi, che, condividendo l'iniziativa messa in atto dal comando locale della polizia municipale, dice: “Le offese non possono essere accettate, soprattutto quando sono gratuite e senza motivazioni e poi provengono da una donna nei confronti di altre donne appartenenti al corpo di Polizia Municipale”.

Non è la prima volta che i vigili offesi sui social denunciano gli utenti di internet. Un episodio simile, infatti, s'è verificato a Roma a marzo scorso, quando, come riportò il Corriere, i vigili capitolini denunciarono due cittadini che, su Facebook, avevano rivolto pesanti insulti e minacce agli agenti della polizia locale.

Commenti
Ritratto di Riky65

Riky65

Gio, 29/06/2017 - 13:11

E' successo anche a mio cognato per un capanello sulla bicicletta di un bambino,offese su facebook anzi presa in giro , lesa maestà attesa di condanna da un anno!hahahahahahah!

marygio

Gio, 29/06/2017 - 13:18

facebook è anche un diario. la gente che frequenta facebook si sfoga con quelli che crede suoi amici. se non ci sono minacce di morte per me questa è dittatura

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 29/06/2017 - 15:20

Certo che l'arroganza la presunzione e l'ignoranza di questi individui travalica tutto e tutti. Si ritengono delle persone utili alla comunità, ma io non vedo assolutamente di quale utilità siano per gli automobilisti, anzi al contrario invece d'aiutarli li vessano in continuazione diventando i più grandi ricettatori di soldi per politici incapaci e corrotti. E non provano alcuna vergogna.

swiller

Gio, 29/06/2017 - 16:21

Ridicoli.

giseppe48

Ven, 21/07/2017 - 23:07

La signora avrà avuto i suoi motivi per scrivere quel post