Invita gli amici a raccogliere l'uva , multato per lavoro nero

Per l'Ispettorato del Lavoro stava impiegando manodopera non dichiarata, e cioè la sua compagna e tre suoi amici di vecchia data. Multa da 19.500 euro

L'Ispettorato del lavoro non conosce deroghe. Succede che un agricoltore della provincia di Cuneo ha deciso di invitare gli amici a raccogliere l'uva. Peccato però che i controllori l'abbiano multato per lavoro nero poiché secondo l'Ispettorato del Lavoro stava impiegando manodopera non dichiarata, e cioè la sua compagna e tre suoi amici di vecchia data.

È accaduto, come racconta La Stampa, a Castellinaldo d'Alba a Battista Battaglino, pensionato di 63 anni.

"Stavamo raccogliendo l’uva, ridendo e prendendoci in giro perché in quelle vigne è anche difficile stare in piedi. Ad un certo punto siamo stati letteralmente circondati da carabinieri e funzionari dell’ispettorato del lavoro. Ci hanno chiesto i documenti e hanno redatto un verbale di denuncia di lavoro nero", ha raccontato Ada Bensa, compagna del pensionato. Che ha dovuto far fronte a una multa di 19.500 euro, 3900 per ognuno dei 4 amici e del pensionato.

Commenti

steacanessa

Lun, 28/09/2015 - 11:12

Follia burocratica e spreco di risorse. Certo che andando alla festa campagnola di amici non si rischia niente. Se si va nei cantieri edili e nelle piantagioni del sud si corrono dei rischi. Magistrati, sindacati e burocrati sono la rovina dell'Italia insieme agli pseudo "docenti".

Ritratto di sepen

sepen

Lun, 28/09/2015 - 11:14

Sempre che sia tutto vero...

Mano-gialla

Lun, 28/09/2015 - 11:21

CERCANO IL PELO NELL'UOVO•NON SANNO COME FARE SOLDI !!!!

maurizio50

Lun, 28/09/2015 - 11:24

E poi qualcuno vorrebbe salvare questa Italia?? Ma è meglio che affondi sui due piedi.

morghj

Lun, 28/09/2015 - 11:24

Signori questa è l'Italia di renzi. Caccia alle streghe e a tutto ciò che può procurare allo stato la maggior quantità possibile di entrate, visto che i costi con la sinistra si dilatano sempre a dismisura (es. weekend a NY costo 200 mila euro per il ciarlatano toscano. miliardi gettati per il business clandestini, consulenze affidate agli amici ecc. ecc. ecc. Il fatto che i sondaggi lo diano ancora al 30% la dice lunga sulla enorme "distrazione" di cui soffrono gli italiani

linoalo1

Lun, 28/09/2015 - 11:25

Ecco un motivo dell'incremento del Caporalato!!!!

vince50

Lun, 28/09/2015 - 11:26

C'è qualcosa che non quadra,per essere circondati dai carabinieri la questione non è semplice come sembra.

cgf

Lun, 28/09/2015 - 11:32

mi sono sempre chiesto come mai alle Feste dell'Unità gli ispettori non si fanno mai vedere...

i-taglianibravagente

Lun, 28/09/2015 - 11:39

Dove?? a Cuneo?...ah ecco....no perche' se questa genialata l' avessero fatta, i nostri ISPETTORI, in qualsiasi paesino sotto Roma...la notizia parlerebbe di omicidio ai danni dell'ispettore nell'esercizio delle sue funzioni.....una palla in fronte e via...che e' poi anche il motivo per cui questa "SOLERZIA" al sud non ESISTE.

venco

Lun, 28/09/2015 - 11:44

Pazzia pura, nelle vigne di piccole aziende si è sempre vendemmiato con parenti e amici.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 28/09/2015 - 11:45

Fossero stati dei "lavoratori" diversamente bianchi,pagati in "nero",sarebbe filato tutto come l'olio!!!

Palladino

Lun, 28/09/2015 - 11:56

...perchè non vanno a controllare nel casertano dove un esercito di raccoglitori di pomodori lavorano sistematicamente in nero e in regime di schiavitu';oppure nelle fabbriche gestite dai cinesi.Ripeto,se la notizia è vera,è un delirio.

blackbird

Lun, 28/09/2015 - 12:07

@sepen, @ vince50: La notizia è verosimile. Sono una decina d' anni che in Friuli fano irruzione nelle vigne (ispettori del lavoro e carabinieri, anche con l'uso di elicotteri per sorvegliare dall'alto che nessuno scappi) e sanzionano gli irregolari. Facendo ricorso forse toglieranno la compagna se dimostreranno che sono conviventi more uxorio. Sono ammessi anche i parenti fino al 2° grado, mi pare. Tutti gli altri, remunerati o che prestino gratuitamente la propria opera per amicizia, saranno sanzionati. Qui funziona così, al Sud deve morire qualcuno perché intervengano.

Ritratto di francefin

francefin

Lun, 28/09/2015 - 12:08

mi ricorda un po alcuni atteggiamente di certi tipi di forze dell'ordine... li trovi all'uscita di ristoranti o teatri, dove è facile beccare persone per bene, piuttosto che nei bassifondi, e zone dichiaratamente malavitose.. c'est plus facil

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 28/09/2015 - 12:10

L'Ispettorato del Lavoro logicamente non va mai in ispezione a Rosarno o in Puglia, dove il caporalato è una istituzione para-statale.

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 28/09/2015 - 12:14

si certo... amici.. è sempre un problema di amici..

Zizzigo

Lun, 28/09/2015 - 12:15

La solerzia fiscale è proprio comprensibile e proporzionata all'efficienza dei nostri politici... o no? Davvero incredibile che quella che è sempre stata un motivo di gioia e di ritrovo, anche per le scolaresche (la vendemmia era gratuita ed era una festa), sia morta per becerume burocratico.

zucca100

Lun, 28/09/2015 - 12:15

E vai ci mancava il genio che da' a renzi la colpa di questa storia assurda... Vero morghj?

Zizzigo

Lun, 28/09/2015 - 12:20

Il "sistema" non perdona... le mogli (nessuno) non possono più aiutare il marito, in negozio, neanche per errore. Questi ti ammazzano con le multe, ti sodomizzano senza pietà. Sono più rigidi di una carota di ghiaccio, sono più morti e freddi dell'azoto liquido.

Raoul Pontalti

Lun, 28/09/2015 - 12:36

Invitava gli amici ad una festosa vendemmia, che scusa ridicola...In realtà evasore fiscale, evasore previdenziale, sfruttatore del lavoro altrui e speculatore sulla sicurezza altrui (se l'amico si fa male chi paga? come si fa a sapere se l'amico ha seguito i corsi sulla sicurezza?). Si trattava di amici e non di parenti stretti (deroga normativa espressa) espletanti lavoro occasionale, qui meglio dire accessorio: sarebbe bastato usare i cd vouchers inclusivi di tasse, versamenti previdenziali etc. per essere a posto e garantire gli amici in caso di infortunio.

Ritratto di Alleaf55

Alleaf55

Lun, 28/09/2015 - 12:42

Nel frattempo, in Terronia, il caporalato mafioso prosegue indisturbato.

marygio

Lun, 28/09/2015 - 12:53

è credibile che ci fossero amici. in campagna queste cose si fanno da sempre. dubitare , vedere smpre il marcio nelle cose è tipico dei benpensanti microcefali

SPQP

Lun, 28/09/2015 - 13:03

Siamo alla frutta. Io mi sarei appellato alla "modica quantità e all'uso personale" Scherzo. Cose di pazzi. E' una attività centenaria, da che mondo è mondo la vendemmia dei nostri contadini è fatta così. Esterrefatto.

cianciano

Lun, 28/09/2015 - 13:10

raoul pontalti. Lei non saprei proprio come definirla. Ma da dove è uscito ?? Sicuramente è o era un dipendente pubblico tutto stipendio e bar.....lavoro vero nisba.....Penso proprio di averci azzeccato.

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Lun, 28/09/2015 - 13:21

Raoul, ti assicuro che stavolta esageri. Ora ormai ho 50 anni, ma ti assicuro che fin da bambino andavo a vendemmiare. Non so da te in Trentino Alto Adige, ma ti assicuro che qui in Friuli la vendemmia è sempre stata una festa fatta tra amici e parenti. Parlo ovviamente delle piccole aziende agricole famigliari. E mai si è pensato di venir sfruttati. E non farmi ridere sui corsi sulla sicurezza, esistono corsi su come tenere in mano una semplice forbice, o, come davano ai bambini, un coltello di legno? Certo, dal punto di vista normativo hai pienamente ragione, me è una norma che per l'appunto la ragione l'ha persa da tempo.

Renzaccio

Lun, 28/09/2015 - 13:24

Pontalti....Pontalti, non perdi mai occasione di lasciare in pace la tastiera. Un bastian contrario seriale, del resto criticare per partito preso è più facile che avere idee proprie e magari costruttive. Viva l'Italia, viva gli Italiani! Abbasso i rosiconi.

vince50

Lun, 28/09/2015 - 13:30

La frase è d'obbligo,stato forti con i deboli e deboli con i forti.Ci sono malavitosi di ogni genere che andrebbero arsi vivi nella pubblica piazza,macchè,si usano elicotteri e altro per controllare le vendemmie.Prima o poi spero che arrivi l'ora per alzare la testa e farne cadere altre in senso fisico.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 28/09/2015 - 13:31

Sinceramente, ci credo poco.

moshe

Lun, 28/09/2015 - 13:32

Ispettorato del c...o, vai in meridione a dare un'occhiata ..... e non solo, comincia a lavorare veramente per meritarti lo stipendio !!! Dovrebbero mandarvi tutti a cavar carbone in una miniera cinese.

agosvac

Lun, 28/09/2015 - 13:35

Non ci posso credere!!! Ora non è più possibile neanche farsi aiutare dagli amici!!! Ma dove è andata a finire la libertà personale, dove è andata a finire la solidarietà tra amici??? Si danno multe a queste persone ma si lasciano liberi di delinquere i veri delinquenti!!! Tra l'altro queste persone avevano un qualsivoglia mandato che li autorizzava ad entrare in una proprietà privata??? Credo che un magistrato serio, merce difficile da trovarsi, dovrebbe inquisire queste persone piuttosto che comminare multe a chi si fa aiutare dagli amici!!! Mi sorge un dubbio: ma questi allegri compagni che vendemmiavano, quanto prodotto avevano??? Voglio dire, sembra che si tratti di un piccolo campo non di una grande tenuta!!! Ed allora dov'è l'evasione?????

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 28/09/2015 - 13:36

Scommetto che nemmeno una dichiarazione liberatoria da parte dei volontari vendemmiatori basterebbe a placare le ire dell'ispettorato del lavoro: di questo passo se io e un gruppo di amici facessimo un barbecue all'aperto saremmo passibili di denuncia di evasione fiscale per non aver emesso scontrino sulle salsicce consumate? Siamo alla follia cieca di uno stato ormai in bancarotta su tutti i fronti, che fa schifo da tutte le parti.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Lun, 28/09/2015 - 13:37

Purtroppo è così, e non è nemmeno una novità. Il contadino è soltanto stato sprovveduto in quanto il controllo, con il dispiegamento di forze impiegato, non è stato certamente casuale, ma la conseguenza di una segnalazione di qualche "amico".

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 28/09/2015 - 13:45

@Raoul Pontalti: vero quello che affermi, ma perchè tutto ciò non vale anche per i kompagni che in tutta Italia organizzano le feste dell'unità e, sempre, si avvalgono di decine di persone a titolo gratuito???? Tu che sai sempre tutto, per favore, illuminaci.

elalca

Lun, 28/09/2015 - 13:46

pontalti: ma stia zitto tuttologo dei miei cabasisi

luigi.muzzi

Lun, 28/09/2015 - 14:02

ma nessuno controlla piazze, monumenti, spiagge, fiere per il commercio ILLEGALE di merce dei vucumprà !

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Lun, 28/09/2015 - 14:06

Che volete si fa prima a pelare un pirla che a recuperare i miliardi di euro che fottono allo stato il PD e company, vedi Penati ecc. ecc..

blackbird

Lun, 28/09/2015 - 14:07

Raoul Pontalti qesta volta ha ragione, almeno dal punto di vista normativo. Certo esiste la scappatoia dei voucher, si registra l'amico e a fine vendemmia gli si rifilano un paio di voucher, per esempio 3 ore in tutto. Così si è a posto in caso di controlli. Comunque se ci sono più di due persone che lavorano assieme, almeno uno deve aver seguito un corso di primo intervento sanitario e un corso sulla sicurezza negli ambienti di lavoro. I corsi per vendemmiatori, invece, mi pare siano obbligatori per tutti gli addetti.

Paolino Pierino

Lun, 28/09/2015 - 14:15

A quanto ammonta la multa che sicuramente queste bande di funzionari dementi sguinzagliati da Renzi e la sua truppa di ladroni hanno elevato al PD per la Festa dell'Unità ove sono stati impiegati 25 clandestini neri in nero quali camerieri? E a Bologna ove prima durante e dopo la festa dell'Unità lavoravano parecchie decine di abusivi ma con il salvacondotto rosso di volontari,del cxxxo? Italia paese di me....da

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 28/09/2015 - 14:19

@cianciano Non ti meravigliare di Raoul Poltalti; forse non lo conosci ancora bene, ma lui è sempre così, un idiota naturale.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 28/09/2015 - 14:30

Questo si che è aiutare gli amici... Adesso con questa multa, hanno salvato il bilancio. Queste sono le pazzie della burocrazia.

Mapagolio

Lun, 28/09/2015 - 14:34

siamo un paese fallito,intere campagne dove i migranti vengono sfruttati e li niente tutto regolare,questo invita 4 amici che e' una tradizione che si e' sempre tenuta e lo multano.nomi e cognomi di chi ha fatto il verbale e licenziatelo in tronco.NON SE NE PUO' PIU' CHE CxxxO STA FACENDO IL GOVERNO........

Mapagolio

Lun, 28/09/2015 - 14:36

E' TUTTO DARIFARE VIVA I 5 STELLE A STO PUNTO NON MI RIMANE ALTRO,O L ASTENSIONE.

Raoul Pontalti

Lun, 28/09/2015 - 14:41

RobyPer esiste una normativa relativamente recente che impone determinate prescrizioni per la sicurezza sul lavoro. In particolare il D.Leg.vo 9 aprile 2008, n.81, che prescrive, tra l'altro, anche per le imprese agricole sia pure a conduzione familiare o individuale, che imprenditore e lavoratori impegnati in azienda seguano specifici corsi di formazione sui rischi connessi con l'attività svolta (cfr art. 21 e 37). Cosa avveniva nei campi, nei cantieri, nelle fabbriche, negli uffici etc. quando Berta filava non ha alcuna rilevanza. Nei corsi in questione non si insegna l'uso delle forbici per vendemmiare (spettando ciò ad altri corsi professionalizzanti per operatori agricoli), bensì i rischi connessi con l'uso di forbici e di taglienti in generale, sulle norme di primo soccorso, etc. oltre che sul sollevamento di carichi, trasporto in sicurezza degli stessi etc. Stammi bene.

Leonardo46

Lun, 28/09/2015 - 14:42

Ero intenzionato a scrivere cose pesanti, per l'azione di questo solerte funzionario, ma mi limito a dire "pover' uomo" , e purtroppo non è il solo funzionario che opera in questo modo..........cosi va' l'Italia di Renzi.

PEPPA44

Lun, 28/09/2015 - 14:47

Mia moglie in questo momento sta stirando le mie camicie; vado subito a dirle di smettere perchè se arrivano gli ispettori dell'Agenzia delle Entrate ci multano entrambi!!!

routier

Lun, 28/09/2015 - 14:53

Spero che le cose non siano andate proprio così, ma nel caso, magistrati, sindacati, burocrati, legislatori e la guardia di finanza (il braccio armato), andrebbero aggiornati su quello che è il bene della nazione.

egi

Lun, 28/09/2015 - 14:55

Più legale vendere abusivamente prodotti farlocchi, povera Italia, sei diventata un LETAMAIO da qualsiasi parte ti si guardi

Raoul Pontalti

Lun, 28/09/2015 - 14:57

Oh la logica dei bananas di padania che mi insultano: secondo loro frodare lo Stato e i lavoratori su previdenza e sicurezza è moralmente lecito se non doveroso... Per loro norme di legge e norme etiche svaniscono quando si tratta del soddisfacimento dei loro bisogni viscerali. Non a caso sono di norma anche estimatori di una certa Ester che in costanza di matrimonio non ebbe, su tre, alcun figlio dal legittimo consorte, e stravedono per un allevatore industriale di suinette di razza olgettina. Per sovrammercato si sdilinquiscono per due fresconi che nei mari tropicali a caccia di pirati finirono per accoppare pescatori. O bananas...

Royfree

Lun, 28/09/2015 - 14:58

Ma andassero a ispezionare i container che arrivano dalla Cina sti 4 mentecatti venduti e pagnottisti. Vergognatevi!!!

ritardo53

Lun, 28/09/2015 - 15:15

PONTALTI: Finiscila di dire minchiate rosse. Spiegami se una moglie casalinga non svolga un lavoro in nero, spiegami se un nucleo familiare che si avvicendano nei lavori familiari e di conduzione familiare non commettano reato, spiegami te se dopo tanti anni sei rimansto ancora pirla. Guarda nella tua famifglia allora quanti reati sono stati commessi e tu pirla non li hai denunciati, anzi il primo saresti te a commettere dei reati e non ti sei auto denunciato, per cui stai zitto pirla, altrimenti metti le tue vere identità e ti dirò di certo dove come e quando tu hai pirlato.

Tino Gianbattis...

Lun, 28/09/2015 - 15:15

Stato vessatore

ritardo53

Lun, 28/09/2015 - 15:18

PONTALTI: Comincia a versare i contributi pensionistici e tutto il resto per tua moglie, incluso l´assicurazione INAIL, tu lo so già che con la bocca puoi tutto, a me non lo ciucci affatto.

biricc

Lun, 28/09/2015 - 15:19

Pontalti, peccato che la legge è valida solo da Roma in su. in meridione fanno quello che gli pare con la connivenza delle istituzioni ma questa baldoria finirà molto presto. Qui al nord ne abbiamo piene le palle di pagare per tutti senza ricevere nulla in cambio.

ritardo53

Lun, 28/09/2015 - 15:22

PONTALTI: Scendi da uno scranno che non solo non ti appartiene ma nemmeno lo si addice. Pertanto sei invitato non allargarti troppo nel voler dare lezioni che da questa parte altro che lezioni ti possiamo dare, ma anche farti un bucio così (:::::::::::::::), diciamo megalattico, per cui non girare la frittata che è già bruciata di per se stessa, smattila di dire coglionate e vai a zappare la terra.

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Lun, 28/09/2015 - 15:23

Caro Raoul, ti ho già detto che dal punto di vista normativo non ho nulla da eccepire a quanto da te detto. Purtroppo sono dell'idea che quando Berta filava... le cose filavano meglio. Una multa del genere per un vecchio agricoltore in pensione è una botta mortale, legge o no, assolutamente ingiustificata. Se la legge esiste deve esistere anche il buon senso. L'ispettorato del lavoro, prima che questi casi, ne avrebbe molti altri da perseguire. Ma, concedimi lo sfogo, sono troppo difficili, quindi meglio bastonare chi non può difendersi. Abbiamo venditori abusivi che nessuno persegue. Lavoro nero in cantiere (ben più pericoloso) che nessuno persegue e via andando. Prendi questo mio come uno sfogo personale ed un po' di nostalgia per i bei tempi di Berta. Sono sicuro che potrai capirmi.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 28/09/2015 - 15:23

@Raoul Pontalti: sei proprio fuso, stai farneticando. A te piace molto sparare kazzate un tanto al kilo, però, per il nostro gaudio, continua così, attendiamo con ansia le tue boiate per ridere a crepapelle. Povero beota, ah ah ah ah ah ah

ritardo53

Lun, 28/09/2015 - 15:27

blackbird: Non hai mai parlato delle COOP ROSSE, mai di PENATI, mai di li mortacci tua ed adesso vuoi dire che quel demente di pontalti ha ragione, pirla muori e cerca di rinascere emancipato cerebralmente.

cameo44

Lun, 28/09/2015 - 15:28

La burocrazia in Italia la fa da padrona di fatti ridocoli ne vediamo tutti i giorni oggi a sentire il funzionario dell'Agenzia delle entra te veniva da piangere sosteneva che nella vicenda della vedova che ha ricevuta la richiesta del pagamento di circa 37.000 euro si era solo applicata la legge dato che le leggi sono fatte dagli uomini quando si notano delle discrepanze si cambiano oltre a mettere in atto il buon senso i dirigenti non servono solo a percepire lauti compensi ma a risolvere i problemi e non assillare i cittadini

Renee59

Lun, 28/09/2015 - 15:36

SIAMO ALLA COMPLETA FOLLIA

Italianoinpanama

Lun, 28/09/2015 - 15:37

povera itaglietta

gneo58

Lun, 28/09/2015 - 15:39

Per Raoul Pontalti - ha mai pensato di trasferirsi nell'artico a far le multe alle foche e agli orsi che pescano di frodo ?

cianciano

Lun, 28/09/2015 - 15:43

.....come si fa a pensare certe cose e poi a farle mettere in pratica....da che è mondo è stato SEMPRE così....Questi cervelloni di roma sono nati e vissuti sempre in città ?? Nei piccoli borghi o anche grandi, tutto come la vogliamo mettere, E' SEMPRE STATO COSIIII' !!!!!! Cosa facciamo adesso...chi ha una piccola vigna la deve vendere (a chi poi) o abbandonare ????

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 28/09/2015 - 15:47

L'agricoltore doveva dire ai governativi che "stavano rubandogli l'uva", ma che non aveva il coraggio di impallinare i "ladri" come si fa nelle Puglie con gli immigrati ruba-meloni. Così lasciavano scappare i baccanti.

Ritratto di libere

libere

Lun, 28/09/2015 - 15:51

La cronica e progressiva demenza del tuttologo POLTALTI è tale che gli impedisce di fare anche una semplice operazione da quinta elementare. Dividendo il totale per la sanzione individuale, si sarebbe accorto che è stato multato pure l'agricoltore-pensionato, oltre alla di lui compagna. Ogni occasione gli è buona per dar la stura alle deliranti chiose pontaltiane e per glorificare il buffone toscano, fonte di ispirazione ed esaltazione.

morghj

Lun, 28/09/2015 - 15:53

Ribadisco!!!! ritengo che non siano zelanti funzionari burocrati che applicano le leggi alla caxxo di cane, bensì precise disposizioni del governo (mai eletto da nessuno, che sta vessando sempre più gli italiani) per fare cassa arrampicandosi anche sugli specchi se necessario (mantenere i clandestini costa attualmente più di 3 miliardini l'anno, in futuro molto, ma molto, ma molto di più).

venco

Lun, 28/09/2015 - 16:07

Raul Pontalti sei fuori di testa, in Italia c'è tolleranza, fra l'altro assoluta, solo verso i tuoi amici immigrati clandestini, sappi che nelle piccole aziende i lavori di vendemmia sono sempre stati fatti con parenti a amici, e questa non è evasione fiscale, questi lo fanno gratis.

eloi

Lun, 28/09/2015 - 16:12

Questi quattro amici erano o no volontari, come coloro che si prestano alle feste di partito. Festa dell'unità in primis.

Tarantasio.1111

Lun, 28/09/2015 - 16:25

Non voglio credere a una simile cosa...è una vigliaccata fatta su misura da qualche comunista della zona...ma le istituzioni forse non sanno dei cinesi che aprono negozi a tutto spiano e aggirano le tasse...non sanno degli immigrati e pure gli italiani che al sud lavorano nei campi sfruttati dai caporali...questa è la sinistra italiana, italiani che l'avete votata TENETEVELA!

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Lun, 28/09/2015 - 16:27

........il cocomeros Raoul Pontalti ė riuscito nell'intento di farsi offendere a giusta ragione.....Lei proprio deve essere un perdente nella vita.....di persone con piccoli appezzamenti di terra di cui coltivano a vigneto c'è ne sono tantissimi...si fanno dell'ottimo vino senza l'aggiunta di tutti quei veleni che il vino commerciale ha....vengono aiutati da amici e parenti senza che questi siano remunerati se non con qualche bottiglione di vino e qualche bella mangiata ......sul fatto della sicurezza poi stendiamo un velo pietoso in quanto questa è un fatto sostanzialmente economico .....vorrei illustrarle il testo unico in quanto il sottoscritto ne esercita una professione ...........ma Lei non capirebbe

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 28/09/2015 - 16:38

MANDETICI GLI ISPETTORI IN VENETO CHE VEDRETE CHE PRENDERANNO 19500 CALCI NEL CULO,SE GLI VA BENE,SE NO TORNERANNO CON IL C....O ROTTO.SIETE PEGGIO CHE LA CAMORRA NON MERITATE DI VIVERE.

elalca

Lun, 28/09/2015 - 16:45

ecco che alla fine il tuttologo rp ha tirato ancora in causa il bossetti e i marò. poveretto!

Ritratto di michageo

michageo

Lun, 28/09/2015 - 16:49

.... forte con i deboli , debole con i forti.....(I.Montanelli) se andassero nei posti giusti al Sud e non solo, rischierebbero di essere accolti a piombo.....Il tutto ha sapore di vendetta personale di qualche vicino.

eroepercaso

Lun, 28/09/2015 - 16:56

Primo Mi auguro per tutti (quasi) i commentatori che nessuno degli ispettori legga gli insulti che vengono gratuitamente proferiti. Secondo se un funzionario dello stato fa rispettare le regole è zelante e/o solerte se chiude un occhio è un corrotto.(comunque fai ti criticano) Terzo Nella raccolta di prodotti agricoli il proprietario terriero si può far aiutare, gratuitamente, da alcune categorie di persone, così come prevede la legge. Andatevelo a studiare. quarto L'ispettore del lavoro non ha bisogno di mandato per accedere nei luoghi ove si esercita attività lavorativa, così come qualcuno asserisce. Quinto Proprio nell'ultimo periodo ho letto di articoli di lavoratori in nero scovati nel casertano o comunque al SUD, quindi vanno anche la. Sesto La libertà di parola è un diritto che ognuno di NOI ha modo di esprimere come crede, certo nel mondo internettiano qualcuno lo ascolta ma nel mondo reale?

uggla2011

Lun, 28/09/2015 - 17:02

zucca100:certo,é colpa di Renzi.Premier abusivo che deve andarsene al più presto.Questo fatto é soltanto uno dei tanti effetti delle buffonate di questo insopportabile e pericoloso venditore di fumo che per lei magari é il salvatore della patria (scritta minuscolo volutamente...),un genio di cui finora non ci eravamo colpevolmente accorti dell'esistenza.

polonio210

Lun, 28/09/2015 - 17:11

Ho un peso sulla coscienza:sono un evasore fiscale ed ho sfruttato dei lavoratori pagandoli poi in nero,ed ora voglio confessare.Ho utilizzato alcuni amici per effettuare un trasloco dal mio vecchio appartamento a quello nuovo,risparmiando sull'impresa,portandoli poi in pizzeria.Ho costretto mia suocera a raccogliere pomodori nel mio orto,che si trova nel retro del mio giardino e poi l'ho ricompensata invitandola a cena a casa mia.Ho schiavizzato alcuni colleghi,per arricchirmi alle loro spalle indegnamente,facendoli sudare per ore nella costruzione di un barbecue che poi abbiamo utlizzato per cuocerci delle succulente fiorentine,che rappresentavano il loro conquibus.Aspetto,pentito,gli sgherri dell'Ispettorato del lavoro per pagare il fio.

alfonso cucitro

Lun, 28/09/2015 - 17:12

E alla festa dell'Unità,dove usavano immigrati clandestini per servire,cucinare e fare le pulizie perché non sono intervenuti e fatto multe,nonostante fosse stato tutto ben ripreso da giornalisti e televisioni?Evidentemente il signor Battaglino,compagna e amici non appartengono al regime comunista (almeno si spera se non finisce tutto in tarallucci e vino).

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 28/09/2015 - 17:15

@Raoul Pontalti- Lei ha la forma mentale del burocrate che non ha mai lavorato, che , se potesse, pretenderebbe che si stipulasse un'assicurazione sulla loro vita prima di invitare gli amici a pranzo.Ha mai letto gli scartafasci sulla sicurezza del lavoro nei campi?Se quelle infinite e assurde norme venissero seguite alla lettera non si potrebbe più lavorare, in compenso esse sono fatte appositamente perché gli ispettori possano comunque e sempre comminare la multa. Provi a fare l'agricoltore o l'imprenditore agricolo e poi potrà pontificare, se sarà riuscito a sopravvivere agli attacchi di bile o all'esaurimento nervoso.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 28/09/2015 - 17:16

La fogna dell'inps va alimentata per pagare le future pensioni dei migranti.

VittorioMar

Lun, 28/09/2015 - 17:19

...demenziale e assurdo ..vedono l'evasione dove non c'è e non vedono l'evasione dove c'è..deviati...

obiettivo75

Lun, 28/09/2015 - 17:21

Ormai si attaccano a tutto. Consiglio per altri piccoli vendemmiatori. Munirsi di voucher di un'ora così si è a posto. Un po come per le badanti. Tutte a 24 ore settimanali (minimo di legge) ma nella realtà operano h 24 - 7/7. A brigante, brigante e mezzo

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Lun, 28/09/2015 - 17:25

@eroepercaso - Lei ha pienamente ragione nel suo ragionamento sugli ispettori. Da parte mia non contesto il loro operato. Chiaro che non possono chiudere un occhio una volta venuti a conoscenza dell'illecito. Quello che contesto è il sistema, troppo solerte col poveraccio ed assolutamente iniquo dove gli conviene. Un esempio per tutti: i venditori abusivi, dove si configura: lavoro nero, contraffazione, evasione fiscale, solo per citarne qualcuna, eppure sono liberi di farlo alla luce del sole, senza che nessuno intervenga se non in sporadici casi e senza nulla concludere. Eppure oltre al danno allo stato c'è il danno alle attività commerciali lecite. Quattro amici che si danno una mano a vendemmiare poche viti poco hanno rubato allo stato e nulla alle aziende vinicole. E' il sistema che non funziona, non il singolo ispettore che fa il suo lavoro.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 28/09/2015 - 17:38

Lasciate stare RAUL per me è sempre il primo della classe(a uscire).

MEFEL68

Lun, 28/09/2015 - 17:49

@@@ sepen - Io ci credo ciecamente perchè questo non è il primo caso. Una volta la stampa ha riferito di una bella multa inflitta ad una alimentarista perchè aveva dato un panino con il prosciutto ad un "cliente" senza emettere lo scontrino. Per la precisione, il "cliente" era il suo nipotino che, uscendo da scuola, era passato al negozio di nonna. Ecco perchè ci credo.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 28/09/2015 - 17:51

MAH, che dire, negli anni 80 con gli amici organizavamo un pulman, per andare a Costigliole D'Asti la Domenica a vendemmiare da un amico che aveva una vigna. Gita che poi finiva dopo qualche ora 2o3 di taglio dei grappoli,(dove non era necessaria nessuna preparazione specifica) intorno ad una tavolata dove si mangiava BAGNACAUDA e si beveva vino (tanto poi per il ritorno c'èra l'autista). Bei tempi nei quali l'Italia era in pieno BOOM economico e i disoccupati erano solo quelli che NON avevano voglia di lavorare. Pace e bene dal Nicaragua FELIZ

i-taglianibravagente

Lun, 28/09/2015 - 17:56

Sciur Pontalti, senza cattiveria (davvero)...ma tanto per dare ancora piu' sale ai suoi "pezzi" comici, ci faccia ridere tutti e ci dica di cosa campa.

Raoul Pontalti

Lun, 28/09/2015 - 18:07

Euterpe io so cosa significhi lavorare in tutte le forme per esperienza personale. Non ho peraltro mai lavorato con contratto pubblico se non quale scrutatore e presidente di seggio e con rapporto di funzionario onorario della PA quando facevo il consigliere circoscrizionale, comunale, comprensoriale, altrimenti sempre a contratto privato di subordinazione o collaborazione o come autonomo. Ho visto da vicino come si lavora nell'ente pubblico: per sudare bisogna prendere l'aspirina... Quando lavorano nell'ente pubblico (quando? appunto...) anche i bravi dipendenti lo fanno poco e male, perché siamo in Italia. Ma quella volta che cuccano il furbone di turno lasciate stare e pregate che prendano anche gli altri a beneficio dell'erario, della libera concorrenza leale, della salute e della dignità dei lavoratori e della legalità in generale.

eternoamore

Lun, 28/09/2015 - 18:07

QUESTI FUNZIONARI DELL'ISPETTORATO DOVREBBERO ESSERE LICENZIATI IN TRONCO.

semelor

Lun, 28/09/2015 - 18:11

Ho dei ricordi bellissimi delle vendemmie a casa di mia zia, era un modo di ritrovarsi, poi la sera ci si riuniva per la cena in lunghe tavolate all'aperto e li si tagliavano salami, forme di formaggio, polenta pane e vino alla fine si cantava accompagnati dalla musica di una fisarmonica. Poi a casa in bicicletta anche noi bambini con la nostra per quelle strade buie. Che bei tempi! Che allegria e spensieratezza. Adesso guai, arriva l'ispezione. Siamo sotto Dittatura Comunista fra poco staremo attenti come parlare, arriva la STASI.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 28/09/2015 - 18:15

@biricc- Non è vero che la legge è valida da Roma in su, anche nel Meridione controllano con gli elicotteri i lavori agricoli e poi gli ispettori si avventano come iene. Non posso dire altro, mi scusi.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 28/09/2015 - 18:38

Lui sa cosa vuol dire lavorare perche ha visto gli altri LAVORARE!!!lol lol Questo Leghista, eruttatore, ubriacone,scoreggione con l'elmo cornuto in testa, a Novembre 1966 era a Firenze a lavare la M...A dalle lavatrici alluvionate, lavorando dalle 8 di mattina alle 10 di sera,per 3 mesi, questo si che è lavorare Prufesur!!!!NON IL TUO!! Pace e bene dal Nicaragua FELIZ

Corbulone

Lun, 28/09/2015 - 18:55

Succede anche qui a nord di Roma. Per raccogliere le olive mi facevo aiutare da un amico. Adesso non posso più farlo. Risultato: le olive marciscono sugli alberi e l'agricoltura italiana va a rotoli. I signori come Pontalti e i burocrati a lui affini che antepongono la burocrazia al lavoro saranno felici.

levy

Lun, 28/09/2015 - 18:57

Questo fatto, ed altri simili, dimostrano che lo stato è un tiranno, dovere dei cittadini è ribellarsi prima che sia troppo tardi.

onurb

Lun, 28/09/2015 - 19:15

In anni passati qui nel Veneto la guardia di finanza sorvolava gli appezzamenti a vigneto e controllava chi vi lavorava. E' consuetudine tra vicini di scambiarsi il favore di dare una mano a vendemmiare: oggi vendemmi tu e io vengo ad aiutarti; domani vendemmio io e tu ricambi il favore. Per i finanzieri era lavoro in nero e le multe fioccavano. Il nostro stato è non solo alla frutta, ma anche al dolce e all'ammazza caffe.

onurb

Lun, 28/09/2015 - 19:16

cgf. Evidentemente le salamelle non sono comprese negli articoli che danno luogo a lavoro in nero.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 28/09/2015 - 19:20

Chiedo a raul pontalti; se resto per strada con l'automobile guasta, e chiedo ad un amico di aiutarmi a spingerla, devo fargli prima un corso sulla sicurezza? Devo procurarmi un voucher? Se le leggi sono IDIOTE, fatte da legislatori IDIOTI che non hanno MAI lavorato, questi sono i risultatti!

CIGNOBIANCO03

Lun, 28/09/2015 - 19:23

NO!PONTALTI:lei di lavoro non capisce niente.STOP.

Ritratto di marystip

marystip

Lun, 28/09/2015 - 19:36

Un paese così può finire solo nel cesso. Con buona pace del non eletto buffone fiorentino.

routier

Lun, 28/09/2015 - 19:38

"dura lex sed lex" tuttavia quando una norma è fatta "ad mentula canis" per i cittadini è lecito ignorarla. In Italia il senso del ridicolo è defunto, ma anche l'intelligenza della burocrazia non sta mica tanto bene!

bruco52

Lun, 28/09/2015 - 19:50

stato di polizia burocratica e fiscale, governato da catto-comunisti, che hanno instaurato una dittatura, per svuotare le tasche del popolo e riempire le loro, dei loro parenti, dei loro amici e degli amici degli amici...bastardi, che Dio vi maledica.....

blackbird

Lun, 28/09/2015 - 19:54

@ ritardo53: Poco attento eh? Sulle coop rosse e su penati mi sono più volte espresso e indignato. Ma nonostante il comune risentimanto non mi pare che le cose siano cambiate. Su questo fatto ho solo detto che le leggi ci sono e i controlli vengono fatti. Il poveretto di Cuneo dovrà pagare, nell'indignazione generale, ma dovrà pagare salato! Che tutta questa normativa che va bene, e non costa nulla ad una grande azienda debba essere pari pari calata nelle piccole realtà è una follia burocratica! Ma ciò non toglie che esista da ben prima che renzi prendesse il potere, controlli e multe fioccavano da diversi anni.

CIGNOBIANCO03

Lun, 28/09/2015 - 20:30

A proposito di cibo: date un'occhiata al servizio delle jene...eppoi vedete come sian messi.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 28/09/2015 - 21:03

Chiedo agli esperti (tuttologi e non): ma tale normativa ( al massimo parenti di secondo grado) si applica solo ed esclusivamente alle aziende agricole e sui terreni a loro riferiti oppure anche alle proprietà private dove si coltiva qualcosa per diletto e solo consumo famigliare? Perché sapete, di famiglia abbiamo un piccolo appezzamento con ulivi, qualche vigna, qualche albero da frutto ed un piccolo orto. Fino a qualche anno fa ero io che aiutavo i miei nei campi...ora sono anziani, i nipoti( figli miei) sono ancora piccoli e, obtorto collo devo chiedere, ogni tanto, aiuto ad un cugino...

Malacappa

Lun, 28/09/2015 - 21:28

Pero'se prendeva dei clandestini gli perdonavano tutto,questa e' l'Italia che schifo.

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 28/09/2015 - 21:32

E intanto fioriscono le cosiddette "banche del tempo" e la Finanza non dice niente.

magnum357

Lun, 28/09/2015 - 21:41

Sembrerebbe che questa persona sia un piccolo imprenditore con partita Iva in quanto non avrebbe alcun senso e non avrebbe validità la multa comminatagli se egli fosse semplicemente un hobbista con la passione dell'agricoltura !!! Coltivare per i caxxi propri per semplice autoconsumo si può fare ma produrre per vendere senza rispettare norme fiscali. Detto questo, come mai nelle regioni del sud non vanno nei campi dove ci sono migliaia di sfruttati per i quali imprenditori disonesti non pagano tasse e contributi ?

zucca100

Mar, 29/09/2015 - 00:05

Pontalti, stavolta hai detto una minchiata. A uggla, sei un frullato di parole senza senso. Ripeto: cosa c'entra renzi con questa storia ridicola?

misuracolma

Mar, 29/09/2015 - 02:19

il solito Stato per lo più fatto di funzionari forti con i deboli e debole con i forti! VERGOGNA!

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 29/09/2015 - 06:46

SONO FORTI CON I DEBOLI E DEBOLI CON I FORTI. PERCHE' NON VANNO IN CERTE ZONE D'ITALIA

umberto nordio

Mar, 29/09/2015 - 06:56

Con le migliaia di lavoratori in nero e sottopagati che ci sono in agricoltura l'Ispettorato ha tempo per queste minchiate? Complimenti.

fabrizio de Paoli

Mar, 29/09/2015 - 07:45

Solidarietà, condivisione, altruismo, fratellanza, ma come? Non sono forse predicate in modo martellante dallo stato? Perché se delle persone spontaneamente nella realtà le mettono in pratica vengono punite? Forse perché lo stato deve avere l'esclusiva? Forse perché solo in quel modo può estorcere il suo pizzo?