"Io, incastrato e licenziato dalla Cgil vi racconto gli orrori del sindacato"

Giuseppe Filannino, dipendente del Caf Cgil di Bari, licenziato senza giusta causa, racconta la sua vicenda contro il sindacato. E lancia un appello alla Camusso

Cacciato, reintegrato per ingiusto licenziamento, incastrato con un sotterfugio da film poliziesco. La vicenda di Giuseppe Filannino, 45 anni di Barletta, è di quelle capaci di scoperchiare il vaso di Pandora del sindacato. Di un sindacato, la Cgil, che “agisce come il peggiore dei padroni”.

Partiamo dal principio. Nel luglio scorso, Filannino si è visto recapitare la lettera di licenziamento dal Caf della Cgil di Bari in cui lavorava. L’accusa: aver trattenuto 800 euro da una signora per una pratica di successione. “Accusa falsa e infamante”, dice lui. Che infatti ha vinto il ricorso contro la “Bari servizi e lavoro Srl”, ottenendo il reintegro. Per il giudice la contestazione è “priva di alcun elemento di attendibilità”.

Secondo Filannino dietro il suo licenziamento si nasconderebbe una ritorsione per le sue attività sindacali nella R.S.U. In Cgil ci si aspetterebbe il paradiso contro il precariato. Sbagliato. Filannino infatti denuncia l’uso che è stato fatto nei Caf di Bari di “contratti di collaborazione, interinali oppure grigi”. Quei contratti tanto contrastati nelle proteste di piazza. Emblematico il caso di “una ragazza malata di cancro, Stella Boccardi, che prendeva appena 350 euro, senza un contratto veritiero”. Situazione peraltro denunciata al segretario provinciale senza mai risolvere il problema. Curioso, per un sindacato.

Non mancano poi dubbi investimenti e soldi che spariscono: “A Bari sono stati spesi 4 milioni di euro per una nuova sede”, mentre dalle casse dello Spi (Sindacato Pensionati Italiani) “sono spariti più di un milione di euro”. Mica briciole. Così i lavoratori “vedono svanire il loro posto di lavoro per colpa delle politiche di alcuni dirigenti" sullo "sperpero dei ricavi” del Caf.

Altra cosa strana, Filannino viene licenziato quando a luglio del 2014 i dipendenti a tempo indeterminato risultano segnati in ferie, anche se tutti erano regolarmente dietro le scrivanie. Luglio, peraltro, è un periodo pieno per le pratiche fiscali: non è che l’averli segnati in vacanza era volto a ottenere gli ammortizzatori sociali dall’Inps? Nello stesso periodo, infatti, non sarebbero stati nemmeno versati i contributi, evidenza confermata da una dichiarazione di mancanza di liquidità fatta dal Caf.

Non basta. Perché la Guardia di Finanza sta indagando (a seguito di un esposto) su compilazioni non necessarie di 730 e Isee per cui è previsto un rimborso da parte dello Stato. Gran parte degli introiti dei patronati, infatti, nascono dai soldi versati dall’Inps e dell’Agenzia delle Entrate per le pratiche di 730 e Isee. Una manna dal cielo. Soprattutto per gli imbroglioni. Pare che nei Caf (prima che l’Inps ponesse rimedio) venissero compilati Isee per più componenti di una stessa famiglia. Ottenendo così i rimborsi. Stessa storia per i 730 inutili, redatti convincendo le persone che si presentavano agli sportelli per altri motivi a fare anche quelli tanto non li paghi. Peccato finissero sulle spalle dei contribuenti che versano le tasse.

Quello che assorda, però, è il silenzio di dirigenti nazionali e locali. “In Cgil non scatta quasi mai la denuncia alla magistratura quando qualcuno commette atti illegali. È prassi farlo dimettere: hanno paura che racconti quello che combinano?”. Meglio coprirsi le spalle l’uno con l’altro ed evitare scandali. Una dirigenza su cui vige la legge non scritta del nepotismo: “É frequente che nella Cgil ci lavorino i parenti di altri sindacalisti”. Come se il posto si ereditasse.

Filannino, nella giorno della festa dei lavoratori, ha scritto un appello a Susanna Camuso (leggi sotto la lettera) per denunciare quanto successo a lui e nel Caf di Bari: “Ora - dice - non può più far finta di non sapere”. E allora viene da chiedersi: “Con quale faccia andiamo in piazza a rivendicare i diritti dei lavoratori se poi ci comportiamo così in casa nostra?”. Manca, colpevolmente, la risposta.


Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 02/05/2016 - 19:19

ecco cosa significa sinistra! la CGIL è un organo in mano alla sinistra! la controlla lei, e ne detta le condizioni, non a caso, al governo non ci sono problemi nei confronti: fanno finta di litigare, ma sotto, fanno i mafiosi! complimenti a quanti hanno criticato e insultato berlusconi, maroni, brunetta....

Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Lun, 02/05/2016 - 19:28

Ma la Camusso aveva bevuto anche ieri?

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 02/05/2016 - 19:38

La CGIL va immediatamente sciolta ed i suoi dirigenti indagati. Le affermazioni del Filannino mi paiono, più che affermazioni, prove! Cosa aspetta la magistratura a intervenire?

Ritratto di Ventoverde

Ventoverde

Lun, 02/05/2016 - 19:42

E poi fanno la morale agli altri in perfetto stile sovietico!

DuralexItalia

Lun, 02/05/2016 - 19:46

Epperò!

Anonimo (non verificato)

Efesto

Lun, 02/05/2016 - 20:06

I sindacato incassano circa 130 € per tesserato all'anno. quindi per ogni milione di tesserati entrano nelle su e casse 130.000.000 di € esentasse e privi di qualunque controllo. Che ci fanno?

ego

Lun, 02/05/2016 - 20:09

perSilvio46 che scrive""Cosa aspetta la magistratura a intervenire?""---------------------------- Già cosa aspetta?

forbot

Lun, 02/05/2016 - 20:09

Fossero solo questi gli orrori della CGIL si potrebbero anche, in parte, comprendere. Quello che è più grave, e gli operai non hanno mai capito, è che con il loro comportamento hanno costretto tante fabbriche a trasferirsi dall'Italia. Sia per gli scioperi selvaggi, sia per le richieste che non permettevano più di essere competitive sul mercato; sono loro, in buona parte, responsabili dell'attuale situazione di mancanza di posti di lavoro.

Linucs

Lun, 02/05/2016 - 20:10

Che altro ci dovevamo aspettare?

Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 02/05/2016 - 20:15

Gli sta bene, per il compagno inchiappettato nessun pietà. Vada a cercarsi un lavoro e sudare per guadagnarsi la pagnotta, altro che fare la professione del sindacalista

Ocram59

Lun, 02/05/2016 - 20:18

Vuoi fregare i lavoratori? Fallo fate alla sinistra nessuno indagherâ. Ma ora che non c'é piu il Berlusca dietro cui nascondersi incolpandolo di tutti il re comincia a scoprirsi nudo...

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 02/05/2016 - 20:18

E questo signore per avere giustizia contro i soprusi della CGIL si appella alla Camusso? E' così ingenuo da pensare che il segretario generale della CGIL non sappia come funzionano i CAF della CGIL? Da ridere. Ma poi, si decide a denunciare le ingiustizie solo quando viene licenziato? E prima andava tutto bene? Chissà perché le magagne vengono fuori sempre e solo quando a qualcuno tolgono la sedia da sotto il culo; mai prima. Che poi sia tutto un sistema di mangiatoie lo sanno anche i bambini. Perché credete che gli adempimenti fiscali (e non solo quelli; tutte le pratiche per l’assistenza, pensioni, invalidità, etc) siano così complicati per i comuni cittadini? Perché, per paura di sbagliare, si rivolgono ai CAF e patronati i quali per ogni pratica ricevono il contributo. Ecco perché non semplificano la modulistica. Scopriamo l’acqua calda?

PorcaMiseria

Lun, 02/05/2016 - 20:36

Non è una novità! Nel 1968 il sindacato aveva impiegate pagate 1/4 dello stipendio medio di categoria. Questo a Treviso. Nel frattempo ispezionava aziende e artigiani per controllare la regolarità delle buste paga, tassando al xx% le ore straordinarie. Questo comportamento era noto anche nel PCI, che con le promesse di assunzione o meriti di partito tirava avanti.

rosa52

Lun, 02/05/2016 - 20:39

chissa' xche' queste cose succedono quasi sempre dove c'e' di mezzo la sinistra!!

sergio_mig

Lun, 02/05/2016 - 20:47

Ilavoratori non hanno ancora capito che le cause di lavoro fatte dai sindacati con i loro avvocati e una manna dal cielo, anche se vinci le cause con risarcimenti molte volte non ti dicono che l'azienda è stata condannata con il ristori dei danni e quindi c'è la quasi certezza che si spartiscono il "bottino". Scrivo con cognizione di causa.

evuggio

Lun, 02/05/2016 - 20:54

Grazie sig. Giuseppe per averci dato una testimonianza a conferma di quello che comunque tutti coloro dotati di un Q.I. superiore a 0,1 avevano già capito da 50 anni!

yulbrynner

Lun, 02/05/2016 - 21:01

mortimeeer stai sereno che gli scheletrini li hanno tutti compresi i tuoi camerati di merende ahaha

yulbrynner

Lun, 02/05/2016 - 21:03

ocram la sinistra???? bevi o ti fai dei cannonazzi??? ma dov'e la sinistra in Italia??? il pd x caso??? ahahahahaha o

yulbrynner

Lun, 02/05/2016 - 21:04

ocram??? la sinistra in italia??? e chi e' il pd cx caso??? ahahahahah o quei 4 gatti randagi della pseudo sinistra inesistente??? il bere e i bombardelli alla cannabish danno alal testa..ehhehe

Fjr

Lun, 02/05/2016 - 21:43

Che fossero dei mangiapane a tradimento lo si è' sempre saputo, basta vedere a quanti operai e per quanto tempo hanno spillato soldi con la scusa della tessera, quindi niente di nuovo , la novità' sarebbe se a nessuno di questi str..nzi arrivasse più' un soldo e dovessero davvero andare tutti a lavorare , altro che le mangiate ai festival dell'Unita' , certo tutti uniti a far fessi i lavoratori, avanti popolo alla riscossa dentro la fossa dentro la fossa

Cheyenne

Lun, 02/05/2016 - 21:59

i veri capi mafia sono cgil e deputati pd

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 02/05/2016 - 22:13

2 MIEI POSTATI CONTRO I SINDACATI CHE RISULTANO ANONIMI, chi avete assunto al Giornale Sallusti, la Camusso???? Se vedum.

guardiano

Lun, 02/05/2016 - 23:20

Demenziale Yulbrynner, ride mentre lo fottono,

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 02/05/2016 - 23:41

La magistratura perché non interviene???? Domanda da un milione d'euri. Semplice: il collettivo magistrati mai interverrá quando le mani in pasta ce l'hanno i sindacalisti CGIL. Perché? Dicevano i nostri vecchi: tra i can no se magnan. Eppoi vuoi mettere, brisa pa criticher !!!!! Loro sono l'impersonificazione dell'onestá assoluta. Noi banani no, noi no!!!! Loro, i cetrioloni, si. Loro sono l'impersonificazione dell'onestá. Ogni lavoratore paga oltre 100 euri all'anno per ritenute sindacali. Moltiplicateli per milioni....... . tutti esentasse e senza bilancio. In spagnolo si direbbe: eso es un buenisimo negocio!!!!! Faceva bene Pannella a voler eliminare il contributo alla ''sacra trimurti'' come la chiamava lui.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 02/05/2016 - 23:51

Povero Berlinguer. Ogni giorno che passa la tua superiorità morale si rivela, più che un utopia, una enorme immensa baggianata cosmica.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 03/05/2016 - 00:39

Sono sempre stati amici dei padroni e ladri alla pari.

TonyGiampy

Mar, 03/05/2016 - 01:44

Non amo sindacati e sindacalisti.Durante i miei 30 anni nella pubblica amministrazione ne ho viste tante di cose da rigetto ma bisogna riconoscere che hanno contribuito,pur predicando bene e razzolando male,al benessere dei lavoratori.Vivo da anni in Giappone dove non esistono tutele per chi lavora:si lavora con la febbre a 39,con il cancro,minimo 12 ore al giorno.Gente che cade in terra all’improvviso per la troppa stanchezza.Ho visto morire il rettore dell’universita’ in cui lavoro affetto da mesi da un cancro che gli ha deturpato collo e cranio:veniva al lavoro con la testa a forma di cubo e mi diceva che non poteva operarsi perche’ non poteva mancare al lavoro.Una societa’ che per mezzo della scuola educa i bambini a non lamentarsi e a dire sempre si attraverso un processo che io definisco di violenza psicologica.Sto scrivendo un libro frutto di tutte le mie esperienze.Qui non ci sono sindacati.Vogliamo che l’Italia diventi cosi’?Io non ci sto!!

PlutoneComo

Mar, 03/05/2016 - 06:08

100% con Bracco!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 03/05/2016 - 08:15

Calma, calma, cos'é tutta questa indignazione ? Forse che non si sapeva che i peggiori nemici dei lavoratori sono proprio i sindacati. Che il precariato viene praticato su scala direi quasi schiavistica da tutte quelle aziende che gravitano intorno alla sinistra, Coop in primo piano ? Rimedi ? Semplici ed efficaci, anche se non immediatamente percepibili: NON iscrivetevi ad un sindacato, NON comprate alle Coop, NON acquistate giornali della sinistra (e non parlo solo dell'Unità o del Fatto quotidiano, mi riferisco anche a Repubblica, Stampa, Corsera), NON andate alle festicciole rosse a comprare quei panini che gli organizzatori si fanno regalare dai commercianti, SOPRATTUTTO NON votate PéD o altri partiti di sinistra. Semplice, no ?

uberalles

Mar, 03/05/2016 - 08:41

Compagni a quegli altri!!!(trad. uguali agli altri), detto toscano per identificare i "rossi" di fuori ma con i "vizi" dei loro nemici non di sinistra...E poi: pecunia non olet, vero signori sindacalisti?

tonipier

Mar, 03/05/2016 - 09:11

" NEMMENO GLI OPERAI CREDONO PIU' A QUESTO SCIACALLAGGIO PREPARATO DEL LICENZIAMENTO" Sono componenti che eccellono soltanto nella capacità di imbrogliare l'operaio nella capziosità propria dei furfanti e dei venditori di fumo.

paco51

Mar, 03/05/2016 - 09:30

i sindacati sono superati, vanno aboliti! simo nel 2016 non servono più a nulla!

mezzalunapiena

Mar, 03/05/2016 - 09:49

Che i sindacati abbiano contribuito,insieme ai politici,a rovinare l' Italia non è una novità solo la sinistra ha sempre predicato che i sindacati hanno difeso i lavoratori ma non hanno mai presentato i bilanci né i loro stipendi .

tonipier

Mar, 03/05/2016 - 10:10

" IN EFFETTI SEMBRA CHE I COMMENTISTI DICONO LA VERITA'" AVETE PAURA DI FAR LEGGERE DETERMINATI COMMENTI CHE PARLANO CHIARAMENTE SU QUESTI MARPIONI. ( AGGIUNGENDO ANCHE IL MIO INVIO)

Ritratto di Antero

Antero

Mar, 03/05/2016 - 11:03

Sono strutture costosissime e a cosa servono poi ?

roberto del stabile

Mar, 03/05/2016 - 11:12

PER QUELLO CHE NE SO ANCHE NELLA CISL ESISTONO QUESTI PROBLEMI ED UN NEPOTISMO SFRENATO.IL BELLO E' CHE I SINDACATI HANNO SEMPRE CONTESTATO LE RACCOMANDAZIONI.SCHIFOSAMENTE SUBDOLI E POLTRONISTI.UN GRAN DANNO PER LA SOCIETA' CIVILE CHE STA' PAGANDO LA LORO DEMAGOGIA IPOCRITA.