"Io, multato per aver portato fiori al mio bimbo morto"

Un ingegnere di Mestre si è visto respingere il ricorso contro una multa che aveva ricevuto per aver portato un mazzo di fiori sui campi di neve dove il figlio di dieci anni era morto in un incidente sugli sci

Multato per aver portato i fiori nel luogo dove è morto il proprio figlio: è successo a un uomo di Mestre, Mauro Rossato, che nel 2011 perse il proprio bimbo Matteo per un tragico incidente sulle nevi di Cortina d'Ampezzo.

Due anni dopo il tragico incidente sugli sci avvenuto su una pista nel Canalone della Tofana, l'uomo è stato multato di cinquanta euro dalla polizia per aver portato un mazzo di fiori sul luogo della tragedia, per rendere omaggio alla memoria del figlio. La ragione? Per deporre i fiori sulla neve era uscito dalla pista, in una zona vietata.

Oggi, dopo tanto dolore e quella che suona come una terribile beffa, l'ingegner Rossato riceve l'ennesimo schiaffo da una burocrazia ottusa e crudele.

Il sindaco di Cortina, riferisce il Gazzettino, ha deciso di respingere l'esposto che l'uomo aveva presentato contro la multa. Un gesto di protesta non certo per non pagare la sanzione, ma per alzare la voce contro una legge inflessibile e forse inumana. Perché, come ricorda la vicenda di Antigone, alla pietà per i morti dovrebbe essere permesso di travalicare, talvolta, le leggi dell'uomo...

Commenti

Fjr

Gio, 10/03/2016 - 10:09

C'è un solo modo per definire questi fenomeni, idioti

Ritratto di alex274

alex274

Gio, 10/03/2016 - 10:13

Strana notizia. Scio a Cortina tutta la stagione da più di 50 anni. Non ho mai sentito dire di zone vietate per cui scatta una multa. Ho fatto centinaia di volte fuoripista senza nessun problema. Dev'essere successo qualcosa d'altro, oppure qualche poliziotto ha voluto mostrare chi è più duro, forse per farsi bello con i superiori.

onurb

Gio, 10/03/2016 - 10:16

Se consideriamo che tanti stranieri presenti in Italia delinquono alla luce del sole e sotto lo sguardo compiacente di chi dovrebbe perseguirli, abbiamo chiaro il quadro dell'aberrazione a cui siamo arrivati.

marygio

Gio, 10/03/2016 - 10:20

se in quel tratto di pista avesse perso la vita un migrante l'avrebbero multato per questo gesto d'amore? la risposta è scontata. VERGOGNA

Lapecheronza

Gio, 10/03/2016 - 10:31

Se gli italiani fossero un popolo con gli attributi centinaia / migliaia di connazionali dovrebbero fare lo stesso ed esigere la stessa sanzione di 50 €. Il sindaco forse godrà come un riccio per l'improvviso introito del denaro nelle casse comunali, ma il cittadino dovrebbe ricordare a chi governa che prima del crollo del muro di Berlino il popolo gridava "il popolo siamo noi". Ma gli italiani, gli attributi, li hanno da sempre solo a parole !

vince50

Gio, 10/03/2016 - 10:31

Le leggi e chi le applica sono inflessibili verso i deboli,oltre a queste bisognerebbe usare la ragione e umanamente capire.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 10/03/2016 - 10:34

Questo è diventato il PAESE dei MATTI!! Il futuro????? MOLTO NERO!!!

giovanni PERINCIOLO

Gio, 10/03/2016 - 10:35

Boicottare Cortina é il minimo che si possa fare dopo tale e tanta insensibilità dimostrata dal primo cittadino!

giulio29

Gio, 10/03/2016 - 10:39

Sto leggento il libro "Il Libro Nero Del Comunismo" (Stephane Courtois). Negli anni 1918-1920 (circa) i bolscevichi erano in lotta (tra gli altri) con i contadini, perchè a quest' ultimi veniva requisita una parte (quasi tutta) di produzione agricola tanto da lasciare i contadini stessi alla fame. Non potendo usare (per ora) gli stessi metodi dei bolscevichi ma avendo lo stesso fine, cioè di togliere il più possibile ai cittadini, si usa qualsiasi mezzo a costo anche di andare contro il buon senso e l' umana pietà. Questo è il risultato dell' Unione Sovietiva Europea.

NRGX72

Gio, 10/03/2016 - 10:41

inumana? nooooo è sl una delle tante conseguenze dell'aver messo da parte Dio( questo scomodo sconosciuto) e nn hai visto niente ancora !!!! fidati

BiBi39

Gio, 10/03/2016 - 10:46

Le regole vanno rispettate da tutti.E i giornalisti dovrebbero essere sempre dalla parte della correttezza senza cercare di fare sensazione con notizie pompate.

Giorgio5819

Gio, 10/03/2016 - 10:53

Chissà come si sentono orgoglioni per questo brillante gesto...

gneo58

Gio, 10/03/2016 - 10:59

licenziare subito gli agenti OTTUSI che hanno elevato la multa - se non si ha cervello per questo non si ha cervello anche per il resto. Di idioti e' pieno il mondo ma quando salgono sollo scalino sono piu' odiosi del solito.

carpa1

Gio, 10/03/2016 - 10:59

.... mentre questi mentecatti (riferito al sindaco) lasciano che altri mentecatti escano fuori pista, magari non di pochi metri oltre il limite segnalato bensì su pendii che neppure un cre.tino DOC si avventurerebbe; e poi li vanno anche a salvare o recuperare con altissimo rischio per i soccorritori.

Rossana Rossi

Gio, 10/03/2016 - 11:06

Ennesima dimostrazione dello squallore in cui versa questa povera italietta a targa pd.........votate, votate pd..........

moshe

Gio, 10/03/2016 - 11:15

Mi auguro che chi l'ha multato si guardi allo specchio e sia dia dell'idiota da solo.

massmil

Gio, 10/03/2016 - 11:35

NEL NOSTRO PAESE LA MAMMA DEGLI IMBECILLI E' SEMPRE INCINTA

gcf48

Gio, 10/03/2016 - 11:51

NRGX72 parole sante, purtroppo

Ritratto di wciano

wciano

Gio, 10/03/2016 - 11:53

Visto che il figlio ci è morto, magari la zona è vietata perchè particolarmente pericolosa. Secondo me dovremmo sentire tutte le versioni prima di giudicare

SAMING

Gio, 10/03/2016 - 12:00

Un sindaco che non vorrei. Comunque ne abbiamo uno a Tricesimo (UD) che ha le pompe funebri e lo avrebbe multato non per il fuori pista ma per concorrenza sleale. Saluti

risorgimento2015

Gio, 10/03/2016 - 12:02

E` facile multare I cittadini per bene ; non reaggiscono;Polizziotti, vigili e tulle le belle divise che ci sono in italia, siete piu`` allerti con zingari e ambulanti.

Jimisong007

Gio, 10/03/2016 - 12:10

Pur capendo il dolore non amo vedere decine di loculi sparsi sulle strade italiane.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 10/03/2016 - 12:13

Sicuramente il sindaco di Cortina non è uno dei nostri , può solo essere del PD.

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 10/03/2016 - 12:21

I soliti idioti, dalla polizia al sindaco. Buffoni.

timba

Gio, 10/03/2016 - 12:28

Ma invece ai figli di papà vestiti firmati di tutto punto che fanno sempre fuoripista niente??? FATE SCHIFO!! In italia multiamo il padre che piange il figlio, mettiamo in galera l'81enne che ha parcheggiato in divieto di sosta, facciamo morire di crepacuore uno storpio che si è difeso dai ladri, ma liberiamo subito gli stessi che lo hanno rapinato più volte, l'immondizia no global che ha devastato il centro di Venezia, o quella che si è scontrata con le forze dell'ordine a Bologna, o quella che ha assaltato il cantiere della TAV. CHI SCRIVEVA CHE LE REGOLE VANNO RISPETTATE DA TUTTI?

franco-a-trier-D

Gio, 10/03/2016 - 12:32

COSA C'è DI STRANO? A VIOLATO UN REGOLAMENTO SI? SI DEVE RAGIONARE CON LA TESTA NON CON IL CUORE.

franco-a-trier-D

Gio, 10/03/2016 - 12:35

SIETE PROPRIO TIPICI ITALIANISE L'ORDINE E LA DISCIPLINA FOSSERO 2 PERSONE LE AVRESTE GIà CROCIFISSE.

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 10/03/2016 - 12:43

Invito i lettori de Il Giornale a cercare sui motori di ricerca : sindaco di cortina. troverete numerosi articoli tra i quali suggerisco :Cortina, vigili si tenevano soldi delle multe 25 indagati, c'è anche sindaco Franceschi Indagine della Finanza, l'accusa è di peculato e di condotta omissiva. Un agente non aveva versato nulla per quattro anni. Il Comune: «Scioccati dal tempismo della notizia»

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 10/03/2016 - 12:46

Dura lex sed lex. (credo che sia un detto latino per dire che le leggi molte volte sono fatte ed amministrate da imbecilli)

Gnorcilbello

Gio, 10/03/2016 - 12:47

AHAHAHAH Bello avere la memoria corta. Il sindaco di Cortina è di centrodestra ed è lo stesso che il giornale e la maggior parte dei commentatori difendeva un paio di anni fa quando la Giardia di Finanza irruppe a Cortina negli ultimi giorni di dicembre. Prima eroe e ora str---o??? Troppo comodo. Il punto è che se si è ancora ingenui da credere che a destra sono buoni e a sinistra cattivi o viceversa, allora non abbiamo speranze. Lo schifo è ovunque, ovunque. E ovunque può esserci del buono.

chebruttaroba

Gio, 10/03/2016 - 12:59

massmil, il problema è che la generazione degli imbecilli nel nostro paese aumenta a dismisura nel tempo e tutti si danno alla politica.

erossi.23

Gio, 10/03/2016 - 12:59

Titoli bugiardi, giornalismo pietoso! E' stato giustamente multato per aver invaso una zona proibita e non per i fiori. Ma fare scandalo è la missione di tanti, troppi giornali!

Una-mattina-mi-...

Gio, 10/03/2016 - 13:03

Bravi! COMPLIMENTONI! STESSA INFLESSIBILITA' per i baluba che scorrazzano, lordandolo, per il paese. Stessa certezza delle multe per tutte le contravvenzioni delle risorse. D'altro canto la legge è uguale per tutti ma per taluni è più uguale.

fisis

Gio, 10/03/2016 - 13:39

"Summum ius, summa iniuria" ovvero "il massimo del diritto, il massimo dell'ingiustizia".(Cicerone). Già i latini, lo avevano capito. Ma nell'Italia cattocomunista di oggi, ex patria del diritto, giustizialista e iper moralista, se ne è perso qualsiasi traccia.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 10/03/2016 - 14:15

Come diceva giustamente Maurizio Costanzo: "La mamma dei cxxxxxi è sempre incinta"!

antipifferaio

Gio, 10/03/2016 - 14:47

Prendo per buona la notizia ma i coglio*i ci sono sempre stati e ci saranno sempre...purtroppo il padre del bimbo è incappato in uno di questi. Se poi vai al finire nella discarica dei tribunali dove la giustizia si amministra come un tritarifiuti...beh!...La burocrazia standard è già mostruosa ma quella giudiziaria è solo raccapricciante......parlo per esperienza!!!

Blueray

Gio, 10/03/2016 - 14:56

Si tratta di un canalino di raccordo (difficoltà: azzurra) che porta al pian delle marmotte. Vi sono alberi vicino alla pista. Il povero ragazzo ha perso il controllo in curva e ha sbattuto violentemente. I responsabili degli impianti hanno dovuto pagare circa 2 mln di euro ai familiari. La pista non è pericolosa per la pendenza ma per gli alberi. E' stata chiusa per sempre dopo l'incidente (non si è ritenuto conveniente proteggerla con reti di sicurezza?). Se il padre desidera deporre fiori e pregare nel posto dell'incidente deve essere padronissimo di farlo oggi, domani, sempre, basta che non percorra la pista con gli sci. Quello che è allucinante è che le forze dell'ordine quando servono devi chiamare e aspettare, quando questo disgraziato ha portato i fiori sotto il larice erano lì ad aspettarlo? Qualcosa non quadra.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 10/03/2016 - 14:57

E' stato inflessibile quel poliziotto. Ha suscitato indignazione, certo. Bi sogna tenere presente che per colpa di irresponsabili sciatori ''fai da te'' che praticano il ''fuori pista'' accadono fatti tragici come per esempio le valanghe. Sciatori inesperti, sbruffoni e spavaldi, che se ne fregano dei divieti, provocano poi tragedie. Quando potevo andavo a sciare ma sempre mi sono attenuto al divieto di praticare il ''fuori pista'', conscio dei pericoli che correvo e facevo correre ad altri.Il padre é da comprendere, ma la disposizione di legge é stata emessa per un motivo validissimo: salvaguardare la vita degli sciatori. Dura lex.....

Fossil

Gio, 10/03/2016 - 15:29

Se ho letto bene la notizia, lo hanno multato perchè era FUORI PISTA, cioè in zona PERICOLOSA. Infatti lì dove voleva mettere i fiori è morto il figlio, giustappunto. Credo che sia stata solo una mossa preventiva. Lo so che è dura da digerire, ma non ho mai sciato fuori pista per evitare incidenti a me e a chi avrebbe poi dovuto soccorrermi. Magari, se avesse aspettato primavera, a fine stagione, avrebbe poi potuto anche erigere un piccola lapide a ricordo, ma se la notizia è corretta, non era opportuno che andasse lì, sebbene le ragioni del cuore siano comprensibili.

Ritratto di il navigante

il navigante

Gio, 10/03/2016 - 15:40

Il titolo è ingannevole! Sono d'accordo con il Giudice: I fiori si portano dove c'è la tomba del defunto non dove è successa la disgrazia. C'è questa stupida e nuova abitudine di mettere dei fiori per strada o in qualsiasi posto dove una persona è morta, i morti vanno ricordati nei cimiteri, non per strada o sulle piste da scii dove non c'è nessuna tomba!

Ritratto di il navigante

il navigante

Gio, 10/03/2016 - 16:03

Bravo @erossi.23. Analisi corretta!

il corsaro nero

Gio, 10/03/2016 - 16:17

franco-a-trier-D: Guarda un pochino come si sono comportati i connazionali della culona tanto da te osannati dopo i fatti di Colonia! Sbaglio o i delinquenti sono stati subito liberati? Certamente non state meglio di noi! Forse sarebbe stato meglio tacere!

rudyger

Gio, 10/03/2016 - 16:37

summum ius summa iniuria

rudyger

Gio, 10/03/2016 - 16:53

a un padre cui è morto il figlio di 9 anni, che ha trasgredito una ordinanza del sindaco! ah , è vero la legge non ammette ignoranza. se questo padre fosse stato uno zingaro o un migrante col cavolo il vigile gli avrebbe fatto la multa. gente disumana

lorenzovan

Gio, 10/03/2016 - 17:16

ccon tutta la comprensione per il dolore di questo papa'...ritengo abbia sbagliato...che cosa vuol dire portare fiori in una zona pericolosa ???io i miei morti li ho sempre con me..nella mia memoria..nel mio cuore...non ho bisogno di esternare il mio dolore e ilmio amore per i miei cari defunti !!!

lorenzovan

Gio, 10/03/2016 - 17:20

e perinire...il problema non e' che gli sia stata comminata una multa...giusta a mio vedere..e' che a moltissimi altri...vagabondi..ubriachi..accattoni..venditori abusivi sia permesso di infrangere tutte le norma senza conseguenze...capisco che per un vigile o un giudice non val la pena..e' solo tempo perso..in quanto essendo nullatenenti non pagheranno mai niente...ma ci deve essere una maniera legale per fermare gli asociali e il degrado inerente

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 10/03/2016 - 17:59

Demenziale.

routier

Gio, 10/03/2016 - 19:02

Tanti commenti, chi pro e chi contro. Tutti hanno le loro ragioni, ma bisognerebbe riflettere sul fatto che perdere un figlio giovane in un modo tanto drammatico lascia una ferita inguaribile nell'anima per tutta la vita. Caro ragazzo ora sei al di sopra delle miserie umane: "SIT TIBI TERRA LEVIS"

lorenzovan

Gio, 10/03/2016 - 19:35

IMMAGINATE CARE CHIQUITAS quanta gente muore in autostrada...cosa succederebbe se tutti i congiunti decidessero di portar fiori al km 225..numero a caso... dell'autostrada ??????..loro no ??? e l'altro si ??? e chi lo decide ??? poeri dementi che non siete altro..se pensaste prima di teclare...ma gia«' pensare per voi..e' come chiedermi di fare la maratona...he he he

Massimo.G

Gio, 10/03/2016 - 19:39

Idioti e soprattutto BASTARDI.

bruco52

Gio, 10/03/2016 - 19:45

Il sindaco ha respinto il ricorso e un sindaco è un politico, perciò persona poco intelligente, furba certamente, buona eloquenza, capacità di coinvolgimento, oratore convincente, ma sempre politico e perciò persona tesa a fare soprattutto gli affari suoi e poi del partito, ma mai quelli dei cittadini, sicuro....

FRANZJOSEFVONOS...

Gio, 10/03/2016 - 19:51

PERO' QUANDO SI TRATTA DI CLANDESTINA CHE VIOLENTANO RUBANO AMMAZZANO I SINDACI SONO PRONTI CON I PREFETTI A REQUISIRE I BENI IMMOBILLI O LASCIARE AI LADRI STRANIERI LA REFURTIVA. MxxxA ITALIA

FRANZJOSEFVONOS...

Gio, 10/03/2016 - 19:52

E' ANDATO FUORI PISTA? MA I SINDACI QUANTE VOLTE VANNO FUORI DALLA LEGALITA' IN ITALI? VEDASI ARRESTI DI SINDACI. HA PROCURATO VALANGHE? E' FINITO IN OSPEDALE HA PROVOCATO DANNI? NO E ALLORA IL REATO NON SUSSISTE. MA QUANTI SINDACI ASSUMONO INDEGNI IMPIEGATI O OPERAI NEI MUNICIPI? MAGARI COL 2? SINDACO METTITI IN QUEL POSTO IL TUO TITOLO

Notung

Gio, 10/03/2016 - 20:33

La vicenda ha sì il sapore della beffa. Detto questo, non ho visto peana contro la sentenza del tribunale di Belluno che ha riconosciuto la responsabilità del gestore degli impianti e del maestro che accompagnava, tra gli altri, il piccolo Andrea. Anzi, come riporta il corriere del Veneto, pare che il padre si sia dichiarato soddisfatto della sentenza (che accorda un giusto risarcimento di 800mila euro a ciascun genitore e 400mila al fratello; risarcimento di cui risponde in solido anche una compagnia di assicurazione). Prima una buona sentenza e adesso "ennesimo (rispetto a cosa) schiaffo di una burocrazia ottusa e crudele"? Misteri... Senza dire che le basi giuridiche di questa mula dovrebbero essere la legge 24 dicembre 2003 n. 363 (sì, 2003) e la legge regionale del Veneto 21 novembre 2008 n. 21 (sì, Veneto)...

zen39

Gio, 10/03/2016 - 22:47

Raduna 100 persone e dì loro di portare 100 mazzi di fiori. Vediamo se fanno arrivare le truppe speciali ! Bastava un piccolo rimprovero, hanno ulteriormente addolorato quel padre. Questa Italia non la riconosco più da quando governa la sinistra le cose sembrano andare(per gli italiani, si intende) contro ogni valore umano . A chi ha tirato fuori argomenti di legge, correttezza ,buon senso e altre st..... dette ad arte dico che esse vengono applicate quando fa più comodo e menzionarle in questo frangente è pura ipocrisia.

ghepardo50

Gio, 10/03/2016 - 23:13

...tutti vogliono le regole, ma nessuno le vuole, in italia le regole stanno diventando un optional e non è un problema di deboli e forti.....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 10/03/2016 - 23:36

sì, ma quanti soldi si è preso per la morte del figlio? Mi pare milioni se non mi sbaglio.

rossini

Ven, 11/03/2016 - 08:06

Insomma mi pare di capire che, secondo la logica di tanti, l'osservanza della legge è un optional. La legge e le regole si possono violare se ci sono delle buone ragioni. Questo è il guaio dell'Italia. La legge è la legge e si deve rispettare. Non devono esistere scioperi per bloccare le strade o le ferrovie. Non deve esistere povertà per occupare appartamenti o rubare nei supermercati. E così via. Finché non ci convinceremo di questo, l'Italia rimarrà sempre un paese civile. Né il cattivo esempio dato dagli altri, i politici in primis, deve servire da scusante.

linoalo1

Ven, 11/03/2016 - 08:12

Chi si è indegnato per il fatto,ha mai pensato a cosa sarebbe successo se questo Padre Incosciente,fosse stato investito da uno sciatore????

Ritratto di pedralb

pedralb

Ven, 11/03/2016 - 08:54

Siamo nell' assurdo, ma è una legge nazionale....di un paese ormai diventato di MxxxA e governato da MxxxOSI....senza distinzione di partito...

scimmietta

Ven, 11/03/2016 - 09:16

Cosa vuol dire "multato per aver portato i fiori"? .... a me sembra che, molto più concretamente, che sia stato multato per aver percorso una pista chiusa per pericolosità ... giusta la multa e, dopo il risarcimento riconosciutogli, non gli mancano certo i soldi per pagarla...

epc

Ven, 11/03/2016 - 09:29

Giusta e sacrosanta la multa. La pista in questione è stata chiusa proprio come conseguenza del processo per la morte del ragazzino, che ha fruttato, per altro, due milioni di euro al padre per "consolarsi". E adesso pretende anche di andare sulla pista chiusa, per una ragione qualsiasi? Altro che cinquanta euro di multa, DUE MILIONI E CINQUANTA EURO DI MULTA gli avrei dato io!

epc

Ven, 11/03/2016 - 09:30

Giusta e sacrosanta la multa. La pista in questione è stata chiusa proprio come conseguenza del processo per la morte del ragazzino, che ha fruttato, per altro, due milioni di euro al padre per "consolarsi". E adesso pretende anche di andare sulla pista chiusa, per una ragione qualsiasi? Altro che cinquanta euro di multa, DUE MILIONI E CINQUANTA EURO DI MULTA gli avrei dato io!!!!

epc

Ven, 11/03/2016 - 09:34

Per la cronaca, prima che partano gli starnazzamenti per il mio precedente commento, specifico che IO sono uno sciatore esperto ed appassionato, IO ho sciato su moltissimi comprensori in Italia ed Europa, IO so i miei limiti CHE SONO MIEI E NON DELLE PISTE! E quando porto a sciare mio nipote di otto anni IO so dove portarlo e dove NON portarlo, e non mi verrebbe in mente MAI E POI MAI, in caso di incidente, di attribuire la responsabilità alla gestione delle piste! Chi approfitta dlle inflessibilità della legge per lucrare due milioni di euro sulla morte di un figlio si goda l'inflessibilità della legge quando si prende la multa!

franco-a-trier-D

Ven, 11/03/2016 - 09:35

rispettate le leggi poi scrivete compagni comunisti italiani..

epc

Ven, 11/03/2016 - 09:36

Tanto per la cronaca, prima che partano gli starnazzamenti per il mio precedente commento, specifico che IO sono uno sciatore esperto ed appassionato, IO ho sciato su moltissimi comprensori in Italia ed Europa, IO so i miei limiti CHE SONO MIEI E NON DELLE PISTE! E quando porto a sciare mio nipote di otto anni IO so dove portarlo e dove NON portarlo, e non mi verrebbe in mente MAI E POI MAI, in caso di incidente, di attribuire la responsabilità alla gestione delle piste! Chi approfitta dlle inflessibilità della legge per lucrare due milioni di euro sulla morte di un figlio si goda l'inflessibilità della legge quando si prende la multa!

epc

Ven, 11/03/2016 - 09:38

Per la cronaca, prima che partano gli starnazzamenti per il mio precedente commento, specifico che IO sono uno sciatore esperto ed appassionato, IO ho sciato su moltissimi comprensori in Italia ed Europa, IO so i miei limiti CHE SONO MIEI E NON DELLE PISTE! E quando porto a sciare mio nipote di otto anni IO so dove portarlo e dove NON portarlo, e non mi verrebbe in mente MAI E POI MAI, in caso di incidente, di attribuire la responsabilità alla gestione delle piste! Chi approfitta dlle inflessibilità della legge per lucrare due milioni di euro sulla morte di un figlio si goda l'inflessibilità della legge quando si prende la multa!!!!!!!

scimmietta

Ven, 11/03/2016 - 14:39

X zen39: "... Bastava un piccolo rimprovero...." a un padre che si è fatto dare un cospicuo risarcimento per la morte del figlio "a causa della pista" ... altro che multa, grandi pedate nel sedere per essersi recato su quella pista nonostante il divieto .... forse sperava in nu secondo risarcimento?

AndreaT50

Ven, 11/03/2016 - 15:59

E' pura esemplice stupidità umana; porterò una candela in chiesa davanti alla Madonna per il piccolo.

giovanni951

Ven, 11/03/2016 - 17:06

a cosa serve portare fiori dove uno muore? se si portassero dei fiori a tutti coloro che muoiono in strada le strade somiglierebbero a dei cimiteri. Assurdo.

tonipier

Ven, 11/03/2016 - 17:20

"IL CULTO DEI MORTI" Tra i pensatori e gli adepti dello stoicismo, a partire dal secondo secolo prima dell'inizio dell'era volgare, il tema della morte ed il culto dei morti sono stati oggetto di disquisizioni accademiche e di dibattiti culturali. L'Italia è stata la terra nella quale soprattutto in passato il culto dei morti è stato intensamente praticato come spontaneità di deferenza verso i deceduti, come modo di essere che edifica, che fortifica spiritualmente, che eleva, che nobilita idealmente.

bluff

Mer, 16/03/2016 - 16:49

...è veramente ridicolo parlare di rispetto della legge e delle regole in questo caso....bastava solo un minimo di buonsenso....

Davide121

Mer, 16/03/2016 - 22:39

Mi dispiace, ma se è così deve pagare la multa: il comune non può permettere che ogni parente di una vittima su neve si rechi in luoghi pericolosi, nemmeno se per un motivo così strettamente sentimentale. La pericolosità non dipende dal motivo per cui si arriva li. Se ci fosse solo un ammonimento, lo farebbe comunque e con lui chissà quante altre persone, aumentando il rischio di incidenti su neve. È vero, lo stato di debolezza, la ragione sentimentale, il dolore, dispiace a tutti, e si può capire e condividere il gesto. Ma la norma è fatta per la sicurezza e perché sia rispettata deve avere una sanzione. In quel tratto è morto suo figlio. A maggior ragione, non devono rischiare altre persone. E non è per il fatto che sia lui invece di qualcun altro.