Isis: "Vendetta sul maiale Putin, l'airbus caduto in Sinai è opera nostra"

In un video, circolato su internet, le bandiere nere dello Stato Islamico rivendicano l'attentato all'aereo russo caduto in Egitto. E avvertono Putin: "Questo è solo l'inizio della vendetta"

Nuova rivendicazione dello Stato Islamico sullo schianto dell'aereo russo caduto sul Sinai. In un video di propaganda, circolato sul web e sui principali social network, alcuni jihadisti distribuiscono dolci per festeggiare la morte dei passeggeri del volo e minacciano la Russia di Putin.

Il videomessaggio è un chiaro avvertimento alla Russia e al presidente Vladimir Putin. Infatti, i terroristi avvertono che questo è "l’inizio della vendetta per i raid in Siria. Invaderemo il vostro Paese e uccideremo la vostra gente" e apostrofano come "maiale" il leader russo. Intanto, come riferisce la Cnn, non è possibile precisare l'autenticità del video. Già nel giorno del disastro alcuni affiliati alle bandiere nere si erano vantati di essere gli artefici dell'abbattimento del airbus, rivedicando l'atto in risposta ai raid russi che avevano provacato l'uccisione di centinaia di fratelli musulmani.

Nel frattempo, sono state identificate 33 vittime, L'annuncio è del vice sindaco di San Pietroburgo, Igori Albin. L'identificazione dei corpi sta avvenendo, infatti, nella città russa, dove le salme sono state trasportate con voli di stato.

Commenti

manente

Mer, 04/11/2015 - 23:57

I terroristi dell'Isis ed i loro mandanti vanno sterminati. Non c'è altra scelta.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Gio, 05/11/2015 - 13:15

Credo che l'ISIS abbia commesso un errore fondamentale: fare arrabbiare Putin. Avete più sentito parlare dei terroristi ceceni dopo la strage del teatro di Mosca? No, vero? Su queste cose i russi non guardano in faccia a nessuno, nemmeno alla presenza di ostaggi. E sembra proprio che, finora, i fatti abbiano dato loro ragione! Sono convinto che non passerà molto che avremo notizie nel merito.