Isolato il primo ceppo di virus influenzale H1-N1 in Campania

Fino a questo momento in Italia, nella 47^ settimana del 2018, il livello di incidenza totale nazionale è pari a 2,28 casi per mille assistiti. In Piemonte, Liguria, Lombardia, provincia autonoma di Trento, Toscana, Abruzzo e Sicilia è stata superata la soglia epidemica nazionale

È stato ricoverato all’ospedale Santobono di Napoli il bambino di due anni che ha permesso ai medici di isolare il primo ceppo di virus influenzale H1-N1 del 2018 in Campania. Registrato, quindi, con un anticipo di venti giorni rispetto allo scorso anno, quando fu scoperto solo il 19 dicembre, il primo caso di influenza stagionale. La diagnosi è stata effettuata dal laboratorio di analisi di un altro ospedale partenopeo, il Cotugno, e segnalato alla rete di sorveglianza nazionale InfluNet.

Da questo momento in poi il numero dei casi di influenza è destinato drasticamente a crescere dato che, secondo gli esperti infettivologi, ci saranno molti altri soggetti portatori del virus tra adulti e bambini. La Campania è tra le prime regioni d’Italia ad aver fornito i dati sul ceppo influenzale H1-N1 alla rete InfluNet, non tutti i medici partecipanti al servizio di sorveglianza, coordinato dall’Istituto superiore di sanità (Iss), con il sostegno del Ministero della Salute, hanno fornito le loro relazioni. La rete si avvale del contributo dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, dei referenti presso le Asl e le regioni. L’obiettivo è descrivere i casi di sindrome influenzale, stimarne l’incidenza settimanale durante la stagione invernale, in modo da determinare l’inizio, la durata e l’intensità dell'epidemia.

Fino a questo momento in Italia, nella 47^ settimana del 2018 (dal 19 al 25 novembre), il livello di incidenza totale nazionale è pari a 2,28 casi per mille assistiti, ovvero sotto la soglia che determina l’inizio del periodo epidemico. Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 138mila, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 505mila casi. In Piemonte, Liguria, Lombardia, provincia autonoma di Trento, Toscana, Abruzzo e Sicilia è stata superata la soglia epidemica nazionale. In tutte le altre regioni si è per ora a livello base dell’epidemia. Il picco, per gli esperti, è previsto per il prossimo mese di gennaio, con l’inizio del nuovo anno.

Commenti

Aegnor

Ven, 30/11/2018 - 20:53

Presa di posizione dura dell'ampi, i rassisti e fassisti hanno isolato un virus influenzale, così si mina la democrazia