Gli ispettori del lavoro nello stabilimento italiano di Amazon

I lavoratori erano entrati in sciopero per chiedere aumenti e turni meno pesanti

A dieci giorni dallo sciopero che ha riportato l'attenzione su Amazon e sulle condizioni di lavoro applicate dal colosso dell'e-commerce statunitense, gli ispettori sono entrati alla sede italiana di Castel San Giovanni, nel Piacentino.

Sono undici gli uomini impegnati a "verificare l’osservanza, nei confronti del personale occupato, delle norme di tutela dei rapporti di lavoro e di legislazione sociale", in controlli che arrivano il giorno dopo un altro avvertimento all società - questa volta da parte dell'Agcom - che ad Amazon contesta di svolgere un servizio postale senza rispettare le normative vigenti.

L'Ispettorato non sta controllando soltanto Amazon, ma una serie di aziende che lavorano nella logistica e nella movimentazione delle merci. I lavoratori impiegati dalla società dell'e-commerce chiedono aumenti in busta paga e turni di lavoro meno massacranti e si sono fatti sentire in occasione del Black Friday, tradizionalmente il periodo in cui si registra il picco d'ordine per via delle condizioni vantaggiose applicate ai clienti.