Una Jaguar D-type venduta all'asta per oltre 21 milioni di dollari

La produzione totale ammonta ad una cinquantina di esemplari in versione originale e 18 in versione gara

Una Jaguar D-Type degli Anni '50 è stata venduta all'asta per una cifra da capogiro: oltre 21 milioni di dollari. A dare la notizia è la casa d'aste Sotheby's che ha comunicato anche che si tratta dell'auto britannica più costosa mai venduta durante un'asta.

La vettura, già di per sé preziosa per via della casa di produzione, ha una storia particolare. Si tratta infatti proprio della Jaguar D-Type, numero di serie XKD501, che nel 1956 ha vinto la 24 Ore di Le Mans, battendo sul filo del rasoio la squadra dell'Aston Martin.

La Jaguar D-Type è stata una vettura da competizione prodotta dalla casa automobilistica britannica Jaguar dal1954 al 1957.

Sostanzialmente, si trattava di un modello C-Type migliorato. Infatti sia il telaio che il motore erano stati rivisitati mentre la carrozzeria aveva una linea ancora più aerodinamica.

La versione standard della D-Type era una vettura monoposto tipo barchetta. Il motore era il classico 6 cilindri in linea di 3.442 cm³ a doppio albero a camme in testa e alimentato da tre carburatori doppio corpo Weber.

Nella versione da competizione il motore raggiungeva i 285 cavalli a 5750 giri con un rapporto di compressione di 9:1 e grazie all'accurata aerodinamica e ad un peso di soli 800 kg permetteva alla D-Type di raggiungere i 270 km/h

La stessa vettura mostrò la propria supremazia tecnica, dominando e vincendo le edizioni della 24 Ore di Le Mans per tre anni di fila, nel 1956, nel 1956 e nel 1957.

La produzione totale della D-Type ammonta ad una cinquantina di esemplari in versione originale e 18 in versione gara.