"Jessica ha smesso di soffrire. Questa mattina ha messo le ali d'angelo. Il cancro ha vinto"

La storia di Jessica ha fatto commuovere tutti. La bimba aveva solo quattro anni e aveva il cancro. Dopo diversi cicli di chemioterapia, la bimba non ce l'ha fatta. Su Facebook i genitori sfogano tutto il loro dolore

Quel maledetto cancro ha vinto, ieri mattina Jessica ha messo le ali e ha smesso di soffrire per sempre. Con la sua storia aveva commosso tutti. La foto che il padre le aveva scattato aveva fatto il giro del mondo "perché nessun bambino deve mai soffrire così". Ora, però, Jessica ha chiuso gli occhi lasciando ai familiari un'insieme di sensazioni tra la sofferenza e il sollievo.

Soltanto una settimana avevamo parlato di Jessica, suo padre aveva scritto su Facebook un lungo messaggio per spiegare a tutti quelli che stavano seguendo la sua storia che la piccola aveva ancora qualche giorno di vita. Le sue condizioni di salute si erano aggravate e i medici avevano dato poche speranze ai genitori. Così, ieri mattina intorno alle 7, la bimba ha smesso di soffrire e ha iniziato il suo nuovo viaggio.

Ad annunciarlo è stato il padre che sul profilo Facebook della piccola ha scritto un messaggio commovente: "Sento sia tristezza che sollievo nell'informare tutti voi che Jessica ha finalmente trovato la pace alle sette di questa mattina. Il cancro non la potrà più far soffrire, non potrà più sentire il dolore nel suo corpo. Ora alla mia principessa sono cresciute le ali d'angelo. La mia piccola è salita a giocare con i suoi amici e cari. Ora proteggerà dall'alto il suo fratellino e noi. Un giorno saremo riuniti di nuovo".

"Ieri sera - continua - l'ho potuta stringere tra le mie braccia per l'ultima volta. Ci siamo abbracciati e le ho detto quanto la amo. Le ho detto anche che sarebbe andato tutto bene, le ho fatto chiudere gli occhi e si è messa a dormire. L'ho baciata sulla fronte e sulle labbra diverse volte, sembrava che avesse bisogno dell'ultimo saluto prima di lasciarci. Così dopo otto ore ha finalmente dato il suo ultimo respiro. Mi sento come se mi avessero strappato un'enorme parte di me, ma sono così felice di averle dato tutto il conforto che lei ci chiedeva. E ' morta serenamente e con calma, con neanche un soffio al cuore. Grazie a tutti quelli che hanno condiviso la sua storia e sono stati una parte del nostro viaggio. Chiedo ora un po' di privacy per la nostra famiglia. Stiamo male per la perdita della nostra bellissima principessa. Il tuo papà con il cuore spezzato".

Jessica era una bimba di quattro anni e da diversi mesi stava lottando contro il cancro. Un brutto neuroblastoma la stava divorando viva e alla fine ha vinto. I suoi genitori, sapendo che per la piccola c'era poco da fare, si sono mobilitati per aiutare gli altri bambini malati e hanno lanciato una raccolta fondi. "Non sapevamo nulla di questo brutto male - scrivevano i suoi genitori qualche mese fa -. Ma quando ha colpito nostra figlia, abbiamo capito che servono fondi perché questi bimbi devono vivere. Così abbiamo deciso di aprire una campagna, tutto il ricavato sarà devoluto per la ricerca".

Ora, Jessica non c'è più. La vita è stata fin troppo dura con lei. Non le ha permesso di ridere, giocare e scherzare con i suoi amichetti. La vita le ha dato tanto, ma alla fine le ha tolto tutto. Suo padre, qualche ora fa, ha affidato a Facebook un lungo sfogo: "Io non sono pronto a lasciarti andare Jessica, sei la mia piccola principessa. Sei la più fantastica, più forte e più coraggiosa bambina e io sono fortunato ad essere il tuo papà. Dovrei essere qui a progettare con te il nostro prossimo viaggio di famiglia non il tuo funerale. Mi dispiace che non ho potuto proteggerti da questo mondo malvagio bambolina, mi dispiace che hai dovuto soffrire così. Mi si spezza il cuore a pensare a quello che hai dovuto sopportare per un quarto della tua breve vita. Questo sarà un motivo dei miei incubi per il resto della mia vita".

Commenti
Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 21/11/2016 - 12:29

Un angioletto tornato in cielo. Poverina.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 21/11/2016 - 12:32

ciao angioletto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 21/11/2016 - 12:53

per questa bimba provo un senso di colpa, come se non avessi contribuito maggiormente a salvarla.

Ritratto di -Lucius-

-Lucius-

Lun, 21/11/2016 - 13:02

Addio piccola

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 21/11/2016 - 13:43

Che tirstezza,una bimba davvero sfortunata ed anche i genitori.

ILpiciul

Lun, 21/11/2016 - 14:00

L'Onnipotente potrebbe pescare a caso in vari governi ma, purtroppo per noi, non li vuole fra le balle. È straziante sapere che giovani vite vengono sopraffatte dal male. L'unico aspetto confortante è che forse vuole accanto a se anime candide.

Ritratto di nonnaPaola..

nonnaPaola..

Lun, 21/11/2016 - 14:04

la sapete quella del libero arbitrio?

Boxster65

Lun, 21/11/2016 - 14:15

Mi vengono solo lacrime. Quando succedono queste cose mi convinco che Dio non esiste.

Trinky

Lun, 21/11/2016 - 14:24

Mannaggia......mi ha fatto piangere.....! RIP piccola e gioca con gli angeli....

il veniero

Lun, 21/11/2016 - 14:40

queste cose squarciano una voragine di dolore in chiunque ami i bimbi . Ricordiamo che x tutta la storia umana i bambini sono stati i primi e i molti a soffrire . Questo fino a pochi anni fa in italia . Questo spunto x ricordarci che la natura non è buona amica come molti ormai credono ( e nemmeno nemica , sia chiaro ) .Teniamoci stretta la ns civiltà , almeno x i bambini che sono il vero senso di tutto .

swiller

Lun, 21/11/2016 - 16:19

Riposa in pace angelo.

baio57

Lun, 21/11/2016 - 16:49

Che tristezza.

nopolcorrect

Lun, 21/11/2016 - 16:52

Tutti noi in campo scientifico siamo chiamati al sacro dovere e alla sacra missione di aiutare i nostri amici e colleghi medici nella lotta acontro il cancro. Speriamo, naturalmente, che il Paradiso esista.

Eraitalia

Lun, 21/11/2016 - 17:08

Ciao piccolo Angelo. Adesso dal paradiso benedici i tuoi genitori che hanno tanto bisogno di pace.

luposiculo

Lun, 21/11/2016 - 17:37

Le parole non bastano a dire la commozione assoluta per questa storia.

ziobeppe1951

Lun, 21/11/2016 - 19:13

La mia sincera vicinanza al dolore della famiglia...anche da parte dei pidioti zecche rosse..che qui non postano per indifferenza

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 21/11/2016 - 20:02

Mio padre e' morto per lo stesso tipo di tumore. Una tumore terribile e incurabile per ora. Non lascia scampo. Si dovrebbe fare di piu'.

lavieenrose

Lun, 21/11/2016 - 20:40

Povera Piccola e noi ci scanniamo per le stupidate. Un forte abbraccio ai genitori

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Lun, 21/11/2016 - 20:52

SONO VICINA AI GENITORI DI QUESTO ANGELO CHE STANNO ATTRAVERSANDO IL PERIODO PEGGIORE E PIU' DIFFICILE DELLA LORO VITA, SONO SICURA CHE IL LORO ANGIOLETTO E' IN PACE E IN UN POSTO BELLISSIMO, LONTANA DAL DOLORE E DAL MALE CHE REGNA IN QUESTO SCHIFO DI MONDO

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 21/11/2016 - 22:49

Riposa in pace piccolina. P.s. ziobeppe1951, sei un essere semplicemente miserabile...

mvangon

Lun, 21/11/2016 - 23:14

R.I.P. little angel, from up there keep protecting and guide your parents with you in their dreams.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 22/11/2016 - 00:11

--------nonna paola ---lei crede nel libero arbitrio?---lei è dunque credente?--però crede che dio per quanto onnipotente e onnisciente, scelga di non utilizzare il proprio potere per condizionare le scelte degli individui?---è così o sbaglio?---io invece sono un ateo fatalista e determinista e se fossi credente sarei più un luterano o calvinista---hasta

manfredog

Mar, 22/11/2016 - 02:04

La disperazione di questa piccina può tentare chiunque sia nel credere che nel non credere in Dio ancor di più, anche se ciò può sembrare un controsenso; di fronte ad una sofferenza così crudele, ed impotenti nel poter fare qualsiasi cosa, vorremmo urlare tutto il nostro dolore ma non sappiamo bene contro chi, veramente. Poi il tempo passa, il ricordo si allontana, quell'urlo di dolore mostrato così irrispettosamente si perderà, forse, nei suoni del cosmo per sempre, mentre la nostra vita procederà quotidiana, ancora per un po'. mg.

audionova

Mar, 22/11/2016 - 09:40

R.I.P.CARA JESSICA,NON CI SONO PAROLE CHE POSSANO CONFORTARE I TUOI GENITORI MA,QUALCOSA LO POSSIAMO FARE,CONTINUARE ED AUMENTARE GLI AIUTI ALLA RICERCA TRAMITE IRC E TELETHON.CREDO CHE SOLO IN QUESTO MODO SI POSSANO AIUTARE TUTTI QUELLI CHE SOFFRONO NEL SILENZIO.

GuidoReinachAstori

Mar, 22/11/2016 - 14:00

Riposa in pace angioletto, guarda dall'alto Papà, Mamma e il tuo fratellino, non ti conosco ma sono devastato perché non è giusto.

Opaline67

Mar, 22/11/2016 - 15:51

QUESTE TRAGEDIE INENARRABILI MI DISTRUGGONO LETTERALMENTE

pietrom

Mar, 22/11/2016 - 18:04

Cara Jessica, mi vieni in mente quando guardo mia figlia. Riposa in pace tesoro...

ilbelga

Mar, 22/11/2016 - 20:51

io a volte di fronte a queste tragedie mi chiedo dov'è Dio?

bistecca

Mar, 22/11/2016 - 22:10

@ilbelga: di chi parli? Del "infinitamente buono " di cui sproloquia l'imam del Vaticano con le sue perenni menate sulla misericordia divina? Adesso vada lui a raccontare ai genitori di quella povera stellina che il suo dio misericordioso l'ha fatta soffrire in quel modo fino all'ultimo.