Jihadisti pronti a farsi saltare in aria: in Italia le cellule dormienti

Jihadisti pronti a farsi saltare in aria: "Il martirio è la cosa più gratificante per un musulmano". In Italia le cellule dormienti

Una cellula jihadista agiva in Italia per reclutare militanti e ingrossare le fila del terrorismo islamico. È lo scenario del blitz antiterrorismo "JWeb", portato a termine dai carabinieri del Ros che con le autorità giudiziarie e di polizia di Gran Bretagna, Norvegia e Finlandia coordinate da Eurojust, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della Procura, nei confronti di 17 individui, tutti curdi iracheni tranne un kosovaro, indagati per associazione con finalità di terrorismo internazionale aggravata dalla transnazionalità del reato.

"L'organizzazione era collegata allo Stato Islamico", ha sottolineato il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, Franco Roberti. "Gli indagati, comunque, non preparavano attentati in Italia", ha affermato il comandante dei carabinieri del Raggruppamento operativo speciale, generale Giuseppe Governale. "È buono morire per Allah, qualsiasi cosa io faccia per Allah è come se non avessi fatto abbastanza... non avrò pace fino a che non ucciderò qualche ebreo". L’intercettazione ambientale nell’abitazione di Merano tra Abdul Rahman Nauroz e Hasan Saman rivela quale fosse l’intenzione dei presunti terroristi scoperti dal Ros: arrivare al martirio. Ed è proprio Nauroz, ritenuto la figura centrale in Italia, che definisce il martirio "la cosa più gratificante" per un jihadista. E aggiunge: "Un uomo deve tollerare la tortura".

Gli elementi raccolti durante le indagini hanno consentito di documentare "le minacce di compiere azioni violente in Norvegia come ritorsione verso quelle autorità per la perdurante detenzione carceraria del Mullah Krekar". Ma non solo. Tra gli obiettivi della cellula jihadista c'era anche il tentativo di reperire armi da destinare in territorio europeo e, in particolar modo, nei Paesi Bassi. Era stato poi avviato il progetto, avallato dal vertice dell'organizzazione, di "sequestrare personale diplomatico norvegese presente in un Paese europeo o in Medio Oriente" e di tenerlo in ostaggio al fine di negoziare con le autorità norvegesi la liberazione del Mullah Krekar.

In Italia e in Olanda, la rete di musulmani radicalizzati mirava a formare cellule dormienti, definite in codice "comitati segreti" e attivate con il sostegno logistico e finanziario dell’organizzazione. "L'incessante opera di proselitismo e radicalizzazione di alcuni indagati - spiegano gli inquirenti - servivano a stimolare la partenza e l’arruolamento nelle fila di organizzazioni terroristiche, attraverso il convincimento della violenza quale unico mezzo di imposizione della legge islamica". Tanto che, nel corso delle indagini, è stata documentata la disponibilità da parte dei membri dell’associazione a morire in azioni suicide facendosi "saltare in aria". Il denaro raccolto in Europa non serviva soltanto a finanziare il jihad, ma veniva anche destinato alle famiglie dei combattenti deceduti nei teatri di conflitto e a ai vertici dell’organizzazione e dalle componenti stanziali in Italia, Finlandia, Svizzera e Inghilterra "per il reclutamento, l’instradamento e la partecipazione attiva di aspiranti combattenti stranieri al conflitto siriano".

Commenti

UNITALIANOINUSA

Gio, 12/11/2015 - 14:41

si',va bene,ma chi se ne frega? italiano in usa

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 12/11/2015 - 14:56

Ma quanti danni stanno facendo Alfano, Renzi , Boldrini e certi magistrati ??? Ma quanti danni stanno facendo a sindaci come Fassino, De Magistris, Orlando,Pisapia ??,e quanti ne ha fatti ancora Marino?? Ma possibile che non riusciamo a coalizzarci per mandare a casa questo lerciume?? Io sento la necessità di andare a votare voglio RIdare il mio voto, a GIORGIONA ...

altair1956

Gio, 12/11/2015 - 14:57

Bene, bene; più se ne vanno da allah e meno ce ne sono quah.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 12/11/2015 - 14:58

E' sempre bello morire per una giusta causa, soprattutto se lo fanno gli altri... qui in Italia c'è una specializzazione in tal senso.

Ritratto di Gios'',,40.

Gios'',,40.

Gio, 12/11/2015 - 14:59

Tutti i mussulmani dovrebbero essere espulsi dall'Europa, é tutti i Cristiani che si trovano in Arabia si dovrebbeto traslocare in Eutopa. É una volta é per tutti risolviamo i problemi. Con i mussulmani non ci sarà mai integrazione, é lo sappiamo tutti, quindi non capisco cosa si aspetti. Saluti

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Gio, 12/11/2015 - 15:02

Se vi piace sacrificare la vita per Allah, fatelo pure, tornate nella vostra terra, radunatevi in cerchio come nel rito di un girotondo e fatevi saltare in aria. Nessuno ve lo proibisce. Però se proprio ci tenete ad avere buona compagnia e prediligete l'Italia che ve lo consente, iniziate dai palazzi importanti dove molti sarebbero ben lieti di condividere il vostro sacrificio: Quirinale con la presenza dell'ex PDR, Montecitorio col presidente in carica, Madama col presidente in carica, Farnesina col ministro presente, Viminale col ministro presente, ecc. Ve ne saremo grati.

Rossana Rossi

Gio, 12/11/2015 - 15:25

Jiusmel ha ragione........

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Gio, 12/11/2015 - 15:30

L'Islam è il male assoluto. Occorre dargli una mazzata peggiore di quella di Lepanto, non si devono più risollevare. Intanto via tutti dall'Europa, chiudere le moschee, impedire matrimoni misti, vietare l'uso dell'arabo scritto e parlato .... Sveglia, Cristiani!

VESPA50

Gio, 12/11/2015 - 15:38

Concordo pienamente con Jiusmel. Se farsi saltare in aria è gratificante, se per loro la vita non ha alcun valore..beh che tornino nelle loro terre, si radunino magari vicino a un pozzo di petrolio e poi si facciano saltare in aria e diventino martiri...tanto dopo un mese del loro martirio non si ricorderà più nessuno, nemmeno chi li ha indottrinati

flip

Gio, 12/11/2015 - 15:39

perché sono considerati "presunti terroristi" dopo quella che hanno detto? per essere tali cosa devono fare secondo l' antimafia e l' anti terrorismo? se proprio voglio arrivare al martirio cominciassero col segarsi i cosiddetti.

Ritratto di cristiano74

cristiano74

Gio, 12/11/2015 - 15:41

ma perché dobbiamo tenere in europa elementi non appartenenti alla razza umana? perché non li paracadutiamo tutti sul sahara?

Mobius

Gio, 12/11/2015 - 15:52

Però, fa rabbia sentirsi così minacciati da questi pericolosissimi cxxxxxi. Avessero almeno un motivo valido, anche se discutibile, per odiarci... invece ci odiano stupidamente per nulla. Se vogliamo rispondere adeguatamente, dobbiamo imparare ad odiarli intensamente, come si meritano, e combatterli di conseguenza. Il dialogo e la tolleranza con questi non hanno senso. O noi, o loro.

linoalo1

Gio, 12/11/2015 - 16:08

Macchè morire per Allah!!!!Loro,ossia quelli che si fanno saltare,in un momento di lucidità.hanno capito che,una volta morti,è finito tutto!!!!Soprattutto,sono finiti,finalmente, tutti i Problemi Terreni e che non torneranno più!!!Quindi,morire è una liberazione!!!!

giorgiandr

Gio, 12/11/2015 - 16:23

Quando ci metteremo in testa che l'unico islamico buono è quello in casa propria ? Non ci illudiamo, forse non tutti gli islamici che sono a casa nostra saranno dei terroristi, ma TUTTI, almeno segretamente, sono dalla parte dei terroristi.

onurb

Gio, 12/11/2015 - 16:28

Se sono contenti di morire per il loro dio, che muoiano pure. Senza scassare i c......i agli altri.

lusignoli

Gio, 12/11/2015 - 17:52

Se è buono morire per Allah che moiano allora e non rompano gli zibidei.