Dal 2017 sarà possibile visitare il Kazakistan senza obbligo di visto

La novità riguarda tutti i Paesi dell’Unione europea in aggiunta a Svizzera, Norvegia, Stati Uniti, Canada e Australia

Buone nuove per tutti quelli che hanno in programma di visitare un territorio a molti sconosciuto come quello del Kazakistan. L'ex repubblica dell'Unione sovietica, uno Stato transcontinentale a cavallo tra Europa e Asia ha infatti modificato le proprie direttive per l'ingresso dei turisti nel Paese, alleggerendo le procedure: una novità che riguarda anche noi italiani.

Dal primo gennaio del 2017, infatti, si farà fede ad una nuova regolamentazione per gli ingressi turistici in Kazakistan.

La direttiva prevede la possibilità per trenta giorni di rimanere nel Paese e visitarlo senza l'obbligo di un visto di soggiorno.

La novità riguarda tutti i Paesi dell’Unione europea in aggiunta a Svizzera, Norvegia, Stati Uniti, Canada e Australia. La mossa rende quindi maggiormente uniforme una normativa che fino a oggi variava da Paese a Paese e che probabilmente incrementerà i flussi turstici.

Le nuove disposizioni hanno ricevuto il plauso di Air Astana, la compagnia di bandiera kazaka, convinta che “questa estensione sulle politiche di ingresso stimolerà la crescita del traffico aereo dall’Europa”.

Infine, una piccola curiosità: Il Kazakistan, con i suoi 2.725.000 km quadrati è il più grande Stato del mondo a non avere accesso al mare, dato che il Mar Caspio è considerato un lago.

Commenti

cgf

Lun, 05/12/2016 - 20:39

c'è ben altro da vedere prima....