Kazuo Ishiguro vince il Nobel per la Letteratura

"Nei suoi romanzi di grande forza emotiva ha scoperto l'abisso sotto il nostro illusorio senso di connessione con il mondo"

Kazuo Ishiguro, scrittore giapponese naturalizzato britannico, ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura.

Secondo l'Accademia Svedese che ha annunciato il nome del vincitore, lo scrittore "nei suoi romanzi di grande forza emotiva ha scoperto l'abisso sotto il nostro illusorio senso di connessione con il mondo".

Kazuo Ishiguro

Ishiguro, 62 anni, è nato nel 1954 a Nagasaki e si è trasferito in Gran Bretagna a soli sei anni. Scrive in inglese ed è famoso soprattutto per Quel che resta del giorno del 1989, con cui vinse il Booker Prize e da cui venne tratto l’omonimo film di James Ivory nel 1993 con Anthony Hopkins e Emma Thompson. Nel 2005 ha vinto il Premio Alex con "Never Let Me Go", considerato dal Time il romanzo migliore di quell'anno. Il settimanale inglese lo ha anche inserito tra i 100 migliori titoli dell'ultimo secolo.

La sua ultima opera, che risale al 2015, è "Il gigante sepolto". Si tratta di un testo mitologico ispirato ai lavori di Tolkien e ambientato nella Britannia del V secolo, con orchi, draghi, giganti e scene di violenza.

Commenti
Ritratto di cangrande17

cangrande17

Gio, 05/10/2017 - 14:21

Nooooooooooo! Il Grande Capo Estiqaatsi ha perso anche stavolta?

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 05/10/2017 - 14:26

--kazuo che fortuna---swag spaghetti cinesi numero 5

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 05/10/2017 - 15:19

questo è uno sgarbo all'italia letteraria, lo dovevano dare a saviano laureato in filosofia(la laurea dei perditemo)o alla min(e)stra fedeli(laureata di terza media e con master...chef, opure al ragionie veltroni ! si mandi l'ambasciatore(quello con le piume sul cappello)in svezia a protestare .