Ladro d'auto in trasferta incastrato dalle telecamere

Accusato del furto di un Suv a Ottaviano, nel Napoletano: ai domiciliari un 34enne dell'hinterland casertano. L'escamotage (fallito) per beffare la videosorveglianza

Ladro d'auto incastrato dalle videocamere. Rubò un Suv nel Napoletano insieme a due complici, arrestato un 34enne. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine e residente a Succivo, in provincia di Caserta, è stato identificato grazie all'analisi dei filmati delle telecamere.

L’episodio che gli è costato la notifica di un’ordinanza di custodia cautelare al regime degli arresti domiciliari, risale allo scorso mese di settembre. Stando alle risultanze dell’inchiesta delle forze dell’ordine, il 34enne – insieme a due complici già assicurati alla giustizia – era riuscito a rubare un’autovettura che era parcheggiata in strada ad Ottaviano, in provincia di Napoli.

Il loro metodo era semplice, rodato, efficace. Due facevano da palo, il terzo ladro invece si occupava materialmente di far sparire la vettura. Ma in quest’ultimo colpo le cose non andarono così lisce. Perché, poco distante dal luogo dove avevano scoperto quel Suv che poi avrebbero rubato, c’era una telecamera di sorveglianza che ha filmato le “gesta” del gruppo.

Non bastò la precauzione utilizzata dai tre ladri. Uno di loro, difatti, cercò di aver ragione dell’occhio elettronico girando la videocamera e facendo in modo che filmasse un’area differente da quella in cui loro avrebbero agito.

Un escamotage che però s’è rivelato inutile. E ora l’ultimo del gruppo è stato raggiunto dall’ordinanza emessa a suo carico dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Nola. Risponde delle ipotesi di reato di furto aggravato in concorso.