Ladro ucciso, i pm ora frenano: "Può essere legittima difesa"

Dopo averlo accusato di omicidio volontario, i pm rivedono la posizione di Francesco Sicignano: "Non ci sono certezze". E spiegano: "L'iscrizione per omicidio volontario è a garanzia dell'indagato"

"Non c'è nessuna certezza, non vogliamo criminalizzare nessuno. Può benissimo essere stato un caso di legittima difesa al 100 per 100". La procura della Repubblica di Milano corre ai ripari, dopo l'eco mediatica e lo sconcerto popolare sollevato dalla decisione di indagare per omicidio volontario Francesco Sicignano, il pensionato di Vaprio d'Adda che ha ucciso un ladro penetrato nella sua abitazione. "Ci sembra che la vicenda stia sfuggendo di mano", ha spiegato questa mattina alla stampa Alberto Nobili, il sostituto che coordina le indagini.

"Certamente - ha aggiunto il magistrato - ci sono delle incongruenze che vanno approfondite, ma non possiamo affatto escludere che alla fine tutto abbia una spiegazione che conferma il racconto di Sicignano. Ma in teoria è anche possibile che alla fine le indagini accertino qualcosa di diverso. Quindi abbiamo dovuto ipotizzare anche il reato più grave, come forma di garanzia verso lo stesso indagato".

Tecnica processuale e impatto mediatico, insomma, sono entrate in rotta di collisione. Per questo la Procura si è resa conto che la gestione dell'indagine come è stata condotta finora rischiava di risultare incomprensibile all'opinione pubblica. E da questo nasce la decisione di Nobili, d'intesa con il procuratore Edmondo Bruti Liberati, di chiarire alla stampa il senso delle scelte compiute finora.

"La modifica dell'ipotesi di reato (da omicidio colposo a omicidio volontario, ndr) si è resa necessaria per poter compiere tutta una serie di accertamenti", ha spiegato Nobili che era accanto al pm titolare del fascicolo, Antonio Pastore. Il messaggio "garantista" lanciato dalla Procura è confermato anche dalla valutazione che Nobili ha fatto delle presunte incongruenze nel racconto di Sicignano. Il fatto che il colpo mortale abbia attraversato il ladro dall'alto in basso non signfica che il pensionato abbia mentito: "Poteva essere piegato su se stesso, oppure il proiettile potrebbe essere stato deviato da un osso". E anche se risultasse alla fine che il ladro non si trovava più all'interno dell'abitazione ma sulle scale questo non porterebbe a escludere la legittima difesa: "Conta più la dinamica che il luogo dove è avvenuto". E non si può neanche escludere che dopo essere stato colpito il ladro abbia potuto camminare per alcuni secondi.

È possibile, insomma, che al termine degli accertamenti balistici e medico legali Sicignano venga scagionato: "Io me lo auguro - ha detto Nobili - l'importante per adesso è stemperare il clima e assicurare che non c'è nessun accanimento".

Commenti
Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 23/10/2015 - 12:10

Chi irrompe o tenta di irrompere,furtivamente o con la forza,in casa d'altri,pur sapendo che all'interno c'é chi vi abita,qualunque siano le sue iniziali intenzioni,non può qualificarsi tout court come “ladro”essendo egli preparato a infierire.L'arma,come strumento di sopraffazione,violenza o solo intimidazione,può ben essere costituita anche dalle differenti dotazioni fisiche dei soggetti aggressore-vittima,quest'ultima spesso scelta vecchia e malata,incapace di difesa alternativa,bambini compresi.Deve poi riconoscersi l'effetto transeunte-terrore sulla lucidità della vittima,impreparata ed inesperta,che ben conosce il gratuito e crudele modus operandi di questa anomala tipologia di criminali per i quali la vita altrui vale zero.A chi non abbia scelta di mezzo alternativo per salvarsi/salvare da un'aggressione (spesso neanche remissività o fuga/commodus discessus)con relativi violenti“contorni”,va riconosciuta la legittimità di ogni difesa.Illegittimo disconoscerlo.

giorgiandr

Ven, 23/10/2015 - 12:18

Non capisco, lo indagano per omicidio volontario "nel suo interesse" ? Secondo me il suo interesse era che non lo indagassino affatto...ma già, io faccio parte del popolo, loro fanno parte delle divinità.

billyserrano

Ven, 23/10/2015 - 12:20

Si sono resi conto che l'avevano sparata grossa e ora fanno marcia indietro. Come hanno interpretato il fatto come omicidio volontario, potevano interpretarlo come legittima difesa. Il problema è che questa magistratura va messa sotto controllo. Non lavora più (ma forse non lo ha mai fatto), nell'interesse e nell'incolumità del cittadino ma, esclusivamente per motivi di una strana e nefasta ideologia. Bisogna dare sicurezza ai cittadini. Se uno commette un reato dev'essere condannato e scontare la pena fino all'ultimo giorno. Invece vediamo sempre più spesso che giudici sono benevoli con chi commette reati, ma sempre implacabili e severi verso le vittime. Questa giustizia è da riformare, ma anche la magistratura ha bisogno di un ricambio epocale.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 23/10/2015 - 12:23

Questo PM lo dovrebbero mandare a lavorare in fonderia, come magistrato non ispira nessuna affidabilità. E il bello è che ce ne sono troppi come lui in magistratura, non per niente la Giustizia in Italia si vergogna.

Giorgio5819

Ven, 23/10/2015 - 12:25

michela lamacchia, non una parola fuori posto, condivido, fin troppo semplice per non essere applicato.

giudanchi

Ven, 23/10/2015 - 12:30

il nero che ha ammazzato i due coniugi a Mineo poco tempo fa non era armato eppure ha ucciso atrocemente 2 persone, quindi se viene in casa un estraneo di notte dobbiamo avere tutto il diritto di difendere la nostra vita. O noi o loro.Non ci sono alternative. Si può uccidere anche senza pistole come abbiamo visto

Giampaolo Ferrari

Ven, 23/10/2015 - 12:34

SE NON SI METTE MANO ALLE LEGGI CHIARE E SEVERE QUESTO PAESE DIVENTERà INVIVIBILE.LA PROPRIETA è SACRA E INVIOLABILE CHI LO FA SI DEVE ASSUMERE ANCHE IL RISCHIO.SE UNO A FAME SUONA IL CAMPANELLO E CHIEDE DA MANGIARE NON ESISTE ITALIANO CHE GLI NEGHI UN PANINO E UNA BIBITA.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Ven, 23/10/2015 - 12:39

"...abbiamo dovuto ipotizzare anche il reato più grave, come forma di garanzia..." secondo me è un ragionamento un po' contorto come quello delle vecchie comari che escono dalla messa prima e stanno sulla piazza a farsi gli affari degli altri. Però LORO sono uomini d'onore!!

vince50_19

Ven, 23/10/2015 - 12:41

.. e naturalmente, "in dubio pro reo", mi auguro. Deve finire questo schifo laddove una persona, "violentata" nella propria casa e nei propri affetti, se reagisce al solo scopo di tutelare se stesso, i propri familiari e le proprie cose, passa dalla parte del torto. Certo, una vita è una vita, ma il ladro che va in una casa, non va per farsi invitare a cena, va per rubare e per questo è pronto a tutto, anche a sfruttare le pieghe di una legge che inchioda severamentte solo una parte degli attori. Per rimediare c'è un solo modo: o dare più chanches a chi si difende con mezzi propri e legali, oppure maggiore efficienza per le forze dell'ordine, fra operatori e mezzi affidabili, non certe ca@@te di auto che all'oggi sono costretti ad usare. Giusto per dirne due o tre..

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 23/10/2015 - 12:41

"Quindi abbiamo dovuto ipotizzare anche il reato più grave, come forma di garanzia verso lo stesso indagato". ??? Ma ci pigliano per il c... ???

unosolo

Ven, 23/10/2015 - 12:46

sarebbe giusto aumentare le pene sul furto , furto con scasso , rapine , borseggi , scippi . senza pene certe e lunghe saremmo sempre soggetti alla delinquenza abituale o occasionale , se presi devono andare in galera specie se infrangono le proprietà private come case , auto o interi condomini , troppi vivono rubando e minacciando , dobbiamo anche eliminare gli avvisi per reazione se troviamo ladri in nostre proprietà. stanchi di subire e se reagiamo rischiamo anche di risarcire il ladro è il colmo della disgrazia, è come invogliare a infrangere le proprietà private . Cambiamo questa legge o i giudici cambiassero a tutelare chi viene assalito nella propria abitazione .

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 23/10/2015 - 12:48

Hanno paura del linciaggio mediatico viste le reazioni. È veramente difficile prevedere le reazioni di una persona non più giovanissima in preda con tre malviventi nel bel mezzo della notte. Per me la difesa qui ci sta tutta (scale o non scale).

GMfederal

Ven, 23/10/2015 - 12:49

Forse temono che la sinistra venga polverizzata alle prossime elezioni... se mai ci saranno.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 23/10/2015 - 12:57

Il concetto DEVE essere CHIARO a MAGISTRATI e POLITICI: chiunque senza autorizzazione si introduce volontariamente DENTRO la PROPRIETA' PRIVATA per. compiere un gesto ILLEGALE (rapina o altro), che sia armato o no e viene UCCISO dal proprietario E' LEGITTIMA DIFESA. La PROPRIETA' PRIVATA è SACRA. L'incolumità della FAMIGLIA è SACRA. L'incolumità PSICHICA di tutti è SACRA. La LIBERTA' di DIFENDERSI è DEMOCRAZIA!!!

ilbelga

Ven, 23/10/2015 - 13:07

ieri sera un tg ha intervistato la fidanzata del ladro albanese di 22 anni. naturalmente ha accusato il sicignano perché non doveva sparare. allora mi chiedo: quel testina di giornalista non poteva chiederle se è giusto andare a rubare di notte nelle case degli italiani?

gian paolo cardelli

Ven, 23/10/2015 - 13:07

Infatti il problema è nel disposto legislativo; quando fu fatta la legge sul controllo delle armi il "testimonial" televisivo dell'epoca, quello che doveva ammantare con un aura di "competenza" tutta la faccenda fu... un esperto dell'FBI o dell'Interpol? un funzionario dell'ISTAT che poteva illustrare la relazione armi in giro/livelli di criminalità? uno criminologo? uno studioso accademico di sociologia? NO: lo "esperto di armi" chiamato a perorare la necessità di disarmare i cittadini fu... GIULIANO GEMMA, che di armi se ne intendeva quanto il sottoscritto di filosofia sumera, ma "faceva l'attore nei Western: vuoi mettere?"! Quando una popolazione accetta passivamente simili prese per il cxxo è giusto e sacrosanto che i suoi "politici" ce la prendano, per il cxxo!!!!

Cheyenne

Ven, 23/10/2015 - 13:09

Che falsi

Fjr

Ven, 23/10/2015 - 13:11

Che forse il famoso "ne abbiamo pieni i cxxxxxxi" di Sicignano abbia sortito il giusto effetto?Oppure il cambio di rotta e' dovuto a qualche ordine dell'alto, della serie, forse abbiamo davvero tirato troppo la corda e la gente adesso si sta' davvero incazzando?

Leo5150

Ven, 23/10/2015 - 13:13

@michele lamacchia: mi permetta di elogiare la sua precisa analisi,fatta sicuramente da chi non è estraneo al diritto, il linguaggio utilizzato,chiaro seppur forbito.Mi consenta di calare il carico:il comodus discessus non deve operare nei luoghi di domicilio e assimilati.

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 23/10/2015 - 13:37

Mi chiedo ma questi pseudo magistrati, parlano perché hanno la bocca, oppure sanno quello che dicono? Se il morto fosse stato il povero pensionato, il ladro, se mai lo avessero preso, lo avrebbero indagato per omicidio colposo, come massimo, oppure ripreso con un semplice buffetto sulla guancia, visto che sapevano che era un pluri pregiudicato, clandestino già noto, che non doveva essere lì?

Malacappa

Ven, 23/10/2015 - 13:53

Testa di rapa del pm,come che puo' essere legittima difesa E'legittima difesa non ci vuole un genio per capirlo.

Ritratto di sepen

sepen

Ven, 23/10/2015 - 13:56

Certamente - ha aggiunto il magistrato - ci sono delle incongruenze che vanno approfondite. Verissimo. Anzi vi dico anche da dove cominciare. Che ci faceva in Italia il galantuomo albanese espulso nel 2013? Come mai con 3 furti messi a segno in casa Sicignano (e non immagino quanti altri nella zona) le 'autorità' non hanno mosso un dito a tutela dei cittadini? La vedova inconsolabile del suddetto simpaticone buonanima come mai è in TV a rilasciare interviste anziché in questura sotto torchio per rivelare i nomi dei complici, se li sa?

claudio faleri

Ven, 23/10/2015 - 13:56

il comunista ha paura di far perdere voti al pd, oppure ha ricevuto una telefonata da chi conta più di lui, dicendogli di stare calmo e ricordandogli che stalin è morto

elpaso21

Ven, 23/10/2015 - 14:11

"abbiamo dovuto ipotizzare anche il reato più grave, come forma di garanzia verso lo stesso indagato" questa mi è piaciuta.

Libertà75

Ven, 23/10/2015 - 14:12

chissà perché per la sinistra francese o spagnola, la fattispecie sopra descritta rientra nella legittima difesa senza spazio di discussione... bisognerebbe mandare un po' dei nostri politici di sinistra a girare il mondo, almeno nei paesi loro vicini culturalmente... quel tanto per farli progredire

elpaso21

Ven, 23/10/2015 - 14:13

Non ci sono leggi da modificare, quel che conta è l'interpretazione. La vittima di un crimine non ha la minima idea di quello che potrebbe accadere, quindi la "proporzione della difesa" va ricalcolata in suo favore.

sbrigati

Ven, 23/10/2015 - 14:14

@cardelli . forse non è a conoscenza che il rimpianto Giuliano Gemma era, come a suo tempo dichiarò, un appassionato di armi ed un attento conoscitore del settore, forse molto più di altre, se pur autorevoli, persone.

Ernestinho

Ven, 23/10/2015 - 14:28

La colpa di questa morte è soprattutto dei ns. amati politicanti che permettono che delinquenti recidivi, già segnalati, non stiano in galera. Colpa del ladro rapinatore, potenziale assassino, che non doveva stare lì. Colpa dei giudici che applicano, a modo loro, leggi che fanno ridere. Il meno colpevole, anzi innocente, è il pensionato che aveva piena legittità a difendersi senza potersi accertare se quello era armato o meno! E se sparava in aria e quello reagiva sparandogli al petto?

maubol@libero.it

Ven, 23/10/2015 - 14:43

fara' anche bene, ne abbiamo le tasche pieni di clandestini, rom che delinquono, non li condannano in 24 ore li mandano a casa!!!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 23/10/2015 - 14:44

SE GLI ALBANESI E AFFINI NON LI FACESSERO ENTRARE TUTTI QUESTI REATI NON SUCCEDEREBBERO. ANCHE IN SICILIA DOVE SONO STATI UCCISI I DUE PENSIONATI DUE MESI FA, HANNO PERSO LA VITA PER COLPA DI UN NEGRO CLANDESTINO. RINGRAZIAMO IL GOVERNO DI IDIOTI CHE ABBIAMO PER TUTTA QUESTA SCHIFEZZA.

cameo44

Ven, 23/10/2015 - 15:09

Su LA7 in L'AREA CHE TIRA lesponte di SEL sosteneva che oltre la casa anche la vita è sacra giusto ma deve specificare che se il criminale anzicchè irrompere in casa altrui e non era la prima volta se ne fosse stato a casa propria oggi sarebbe vivo non solo difendersi è un diritto dovere specie a casa propria e visto che questo Stato che anche lui rappresenta non lo fa i cittadini sono costretti loro malgrado a farlo

Ritratto di Scassa

Scassa

Ven, 23/10/2015 - 15:11

scassa venerdì 23 ottobre 2015 A prescindere da tutti i comportamenti spesso sopra le righe dei giornalisti ,,quello che mi fa più schifo in assoluto è quello di andare a intervistare parenti o amici dei delinquenti ,vivi o morti,per avere un illuminato parere ! Fa schifo anche sentire il giornalista pirla di turno chiedere alla madre della vittima ,ancora calda :" signora ,scusi,come si sente e cosa prova ...in questo momento ?"". So io cosa risponderei !!!!!!!!!!!scassa.

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 23/10/2015 - 15:18

...ovvero: siamo in uno stato di diritto, quindi è innocente fino a quando un regolare processo non stabilisca il contrario.

levy

Ven, 23/10/2015 - 15:49

Dicono "eccesso di difesa", ma la difesa per avere successo deve necessariamente eccedere l'aggressione.

gian paolo cardelli

Ven, 23/10/2015 - 15:56

sbrigati, e lei quindi pensa che lo portarono in TV a dire certe cose perchè era un "esperto di armi", non perchè nell'immaginario collettivo era visto come il "buono che ammazza i cattivi sparando"? se vuol credere alle favole...

sesterzio

Ven, 23/10/2015 - 15:57

Sarebbe ora di piantarla con la schifezza dell'"eccesso di legittima difesa".Chi entra furtivamente in casa altrui,di notte e solo per delinquere,sappia che può trovare pane per i suoi denti.Mi risulta che gli italiani ultimamente stanno frequentando appositi corsi per avere il porto d'armi.

gigetto50

Ven, 23/10/2015 - 16:38

......che poi non fosse armato, chi lo sa con certezza? Se lo era, forse i compari hanno provveduto a prendergli l'arma prima di scappare lasciandolo li'....

swiller

Ven, 23/10/2015 - 16:54

Stato canaglia.

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Ven, 23/10/2015 - 16:59

Caro Lamacchia, Lei mi pare un esperto in questo settore, potrebbe avere la pazienza di spiegarmi perchè invece di reagire sparando come è successo a Vaprio d'Ada, quando si entra di soppiatto in una caserma militare, pensi alle armi e ai documenti e materiali sensibili ivi custoditi, le sentinelle o la ronda armata interna deputate per legge alla sua difesa (e guardi in questo settore, legga il mio nick, sono un'esperto pure io) da sempre prima di sparare intimano prima l'altolà ferma o sparo e poi a seconda dell'offesa o fuga reagiscono di conseguenza invece di avere gli stessi comportamenti del Sig. Sicignano? Non mi venga a dire che si tratta solo di addestramento perchè sà benissimo negli anni del militare di leva su quale livelli minimi era basato. Sarà forse perchè non si puà sparare, così, alla pene di segugio, per il solo fatto di possedere un'arma?

freddip

Ven, 23/10/2015 - 17:04

Se uno viene in casa mia e suona regolarmente il campanello, previo accertamento di chi è, lo posso far entrare. Ma se viene in casa mia senza chiedere "permesso" deved essere considerato un malintenzionato e trattato conformemente.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 23/10/2015 - 17:21

Chi entra in una casa non sua e senza invito,e magari in ore notturne,è consapevole dei rischi che corre.Da qui la mia considerazione che al massimo possiamo imputargli l'eccesso di legittima difesa,ma proprio a farla sporca.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 23/10/2015 - 17:39

I comunisti stanno riducendo questo bidone di repubblica come il Brasile, con una dose di violenza e criminalita diffusa. La mettono il filo spinato elettrizzato attorno ai muri di cinta, con la differenza che la se uno si fulmina peggio per lui, qui ti sbattono dentro.

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 23/10/2015 - 17:41

Leggo : "Quindi abbiamo dovuto ipotizzare anche il reato più grave, come forma di garanzia verso lo stesso indagato" e poi ancora "La modifica dell'ipotesi di reato (da omicidio colposo a omicidio volontario, ndr) si è resa necessaria per poter compiere tutta una serie di accertamenti" - - - Ergo, se non ipotizzano il reato più grave il cittadino indagato è privo di garanzia e non possono compiere tutta una serie di accertamenti ? – Roba da manicomio. – P.S. Ohibò, c'è anche Edmondo Bruti Liberati . . . omissis . . .

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 23/10/2015 - 17:41

@luogotentnete: probabilmente sono io de coccio, ma non capisco cosa c'entri il Suo accostamento con le Caserme dove, come Lei riporta, lo stato di vigilanza è sempre alta e dove, sempre come Lei riporta, hanno dei compiti precisi prima di fare fuoco. Ma cosa vogliamo che i pensionati, i cittadini, si comportino in tal senso?? Ma Lei pensa veramente questo? Diciamo a TUTTI di istituire un turno in famiglia di X ore di sentinella??? E' questa la spiegazione al Suo commento???Verosimilmente ho capito male!!

mauriziooo

Ven, 23/10/2015 - 17:56

sarebbe utile mettere un elenco dei suoi collaboratori che sarebbero molto facilmente rintracciabili. E' già un pò di tempo che rompevano le scatole a tutta la zona. E spero che ora , invece di andare in giro di notte a fare quel che facevano, pensino a trovarsi un lavoro.

fenice56

Ven, 23/10/2015 - 18:01

Sto con il sig Sicignano! Vorrei vedere come avesse reagito un PM, giudici e quanti altri se fossero stati nella sua situazione. Lo stato gli dovrebbe anche dare un compenso per i danni morali e psicologici che ha subìto (come d'altronde a tanti altri cittadini che hanno subìto la sua stessa sorte) Serve una riforma della giustizia in Italia subito! Mi viene da ridere quanto scritto nei tribunali: "La legge è uguale per tutti". Gli italiani in carcere, i delinquenti a piede libero??

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 23/10/2015 - 18:02

Luogotenente, c'é una differenza ta il soldatino di sentinella alla porta carraia o di ronda ed un qualunque signor Sicignano. Ti spiego perché: il soldatino basta che spari un colpo in aria e si ritrova tutto il plotone di picchetto al suo fianco. Il qualunque signor Sicignano sta solo e deve difendersi e difendere la sua famiglia. Poi, siccome ho fatto la ''naja'' artiglier alpino, le procedure, solo in via teorica, erano quelle da te enunciate. In camera caritatis sai benissimo che l'istruzione era quella di sparare prima il colpo in aria per dare l'allarme; quindi il colpo mirato. Degli altolá ci si puliva il..... . E questo in forza al principio: meglio un brutto prcesso che un bel funerale.

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Ven, 23/10/2015 - 18:26

Gentile S

claudio63

Ven, 23/10/2015 - 18:37

...abbiamo dovuto ipotizzare anche il reato più grave, come forma di garanzia verso lo stesso indagato". MA CHE RAZZA DI CORBELLERIE QUESTO pm STA DICENDO? SI ACCUSA UNO DI UN DELITTO GRAVE, OMICIDIO VOLONTARIO, E QUESTA E' UNA FORMA DI GARANZIA VERSO LO STESSO INDAGATO?Ma in che realta' vive costui?pensa proprio che siamo tutti stupidi? oppure questa e' la dimostrazione che in effetti la magistratura segue prima di tutto un'ordine ideologico per applicare (interpretare) la legge???

Leo5150

Ven, 23/10/2015 - 18:46

@ luogotenente: lei paragona una caserma ad una casa? Un soldato ad un pensionato? Sono sicuro che si renderà conto da solo dell'enormità detta...cordialità

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Ven, 23/10/2015 - 19:00

Gentile Sig. Franco, Le rispondo volentieri, con il mio commento ho voluto semplicemente mettere in risalto il fatto che chi è armato non può sparare a vista per la sola presenza di una minaccia, non lo può fare neanche una sentinella che vigila una caserma, e guardi che chi entra di soppiatto in caserma non lo fà per portare una minaccia lieve, comprende la metafora? E' necessario valutare la situazione e agire di conseguenza, e qui arriviamo a un punto fondamentale; chi si dota di un'arma deve capire che bisogna addestrarsi un minimo sia all'uso della stessa che alla sua gestione in situazioni di crisi, nelle quali un minimo di addestramento e un pò di buon senso risolvono la situazione, in caso contrario ci scappa sempre il morto, ladro quando va bene pensionato quando va male. Guardi, provi a impugnare una pistola con il colpo in canna, pronta allo sparo, le sensazioni che le darà Le faranno capire le responsabilità connesse al possesso. Con simpatia, Luogotenente.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Ven, 23/10/2015 - 19:05

Uno stato LADRO che vessa i cittadini di tasse enormi e sproporzionate, e che ruba i soldi pubblici distribuendoli e pensionati d'oro totalmente immeritevoli, ai partiti senza bisogno di rendiconto, e a coop di assistenza ai clandestini NON PUO' CHE ESSERE COMPLICE DEI MALVIVENTI e quindi coerentemente vieta ai cittadini onesti e alle sue forze dell'ordine di difendersi.

eloi

Ven, 23/10/2015 - 19:14

Il solito magistrato che vuol vedere il proprio nome jn prima paginanpn una ma due volte.

Ritratto di Folgore60

Folgore60

Ven, 23/10/2015 - 19:15

Je suis Sicignano: non c'è nessuno tra i "governanti" che ha il coraggio di dirlo? Il rischio corso da un libero ed onesto cittadino, che ha solo difeso se stesso e la sua famiglia, non viene riconosciuto da nessuno di loro. Il rischio di 1-100-1000 Palagonia, in forza di queste "leggi" ridicole ed inique solo per gli Italiani, non c'è nessuno di loro che lo dice? Il Magistrato garantista, al posto di Sicignano, cosa avrebbe fatto (scorta a parte)?Garanzia un paio di palle! Quella notte si è sfiorata l'ennesima tragedia di Italiani da parte extracomunitari, e basta! Ad alcuni giornalisti: smettetela di fare servizi idioti, intervistando i parenti delle "vittime". E' inadeguato, disgustoso ed iniquo nei confronti degli Italiani. Filosofia e procedura, proclami e slogan, divisione in fazioni "calcistiche". Ma, al netto di tutte queste cxxxxxe, quanto vale la vita di un Italiano? E quanto vale l'onorabilità di un Italiano e la sua parola? Per noi Italiani nessuno ius soli, vero?

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 23/10/2015 - 19:16

Noto con piacere che finalmente si consocono i nomi dei magistrati.

Ritratto di NIKONISTA

NIKONISTA

Ven, 23/10/2015 - 19:33

CI dimentichiamo tutti che ci sono persone in grado di uccidere anche con le sole mani ? Anni fa quando vi fu la fuga dall'ex Jugoslavia in Veneto c'erano bande che erano ex militari addestrati. Perche, oltre al fatto che se uno entra da me che sia di giorno o di notte nulla cambia, ho il pieno diritto di ANTICIPARLO nelle sue cattive intenzioni, devo pensare che COMUNQUE potrebbe neutralizzarmi anche con le semplici mani. Un pensionato, una persona con grossi problemi di salute come il sottoscritto, cosa deve fare ? Valutare, sperare, confidare. Nel frattempo e' gia' ferito se gli va bene.

01Claude45

Ven, 23/10/2015 - 19:40

Edmondo Bruti Liberati, ancora lui. Allora si comprende l'imputazione. A questo punto è d'obbligo un NO COMMENT.

macchiapam

Ven, 23/10/2015 - 19:45

"Potrebbe essere"? Accidenti, se durante la notte trovo degli intrusi in casa la legittima difesa è e deve essere presunta! Cos'altro mai dovrei fare? Chiedere cortesemente agli intrusi che cosa desiderano? Pregarli di attendere che richieda l'intervento dei carabinieri? Oppure minacciare gli intrusi con un frustino scacciamosche? Evvia!

01Claude45

Ven, 23/10/2015 - 19:46

Se uno qualsiasi entra nella mia proprietà senza suonare il campanello ed attendere che io apra e lo accolga per me è un criminale e mi difendo con tutti i mezzi. se poi lo ammazzo, come succede in Brasile per es., chiamo la polizia che mi liberi l'entrata dall'intruso cadavere. Io non ho "la scorta" come politici e magistrati" e non me la posso permettere. Ma ho il "diritto alla sicurezza mia e della famiglia".

nunavut

Ven, 23/10/2015 - 19:52

Speriamo che quello con il nick luogotente non sia o sia stato luogotenente!! povera Italia !!!. Avendo lavorato nella ricerca e sviluppo meccanico mi sono reso conto che molte volte fra la teoria e la pratica esistono delle divergenze assai importanti,stessa cosa con la teoria dei magistrati che interpretano le leggi invece che applicarle.Tutte le stupidaggini di dover difendersi con una dovuta coerenza,io posso dire,perché successo a me, quando c'é lo stress,perché in causa ci sono le persone che ami e non sei stato allenato e hai vissuto parecchie simili situazioni situazioni non ne combini una di buone. Segue ...

nunavut

Ven, 23/10/2015 - 19:58

La moglie che un paio d'anni prima soffrì di un'ischemia improvvisamente svenne facendo delle smorfie e rantolando,avendo seguito corsi di primo soccorso chiamai subito il 118 spiegai il caso ma mi dimenticai di dare l'indirizzo di casa eppure mi era stato ripetuto molte volte nelle esertitazioni(Trovarono da soli l'idirizzo)da allora capii che quando ti trovi in una certa situazione non sai mai come potrai reagire ma a tavolino era tutto facile.

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Ven, 23/10/2015 - 20:47

Ladro ucciso, i pm ora frenano: "Può essere legittima difesa" ************************************************************* Ma il magistrato (absit iniuria verbo !!!) non avrebbe fatto meglio a tacere ? La letteratura antica è pregna di citazioni sull'utilità del tacere,atteggiamento non noto ai loquaci magistrati ; fra le tante citazioni riporto una di Catone : " LA PRIMA E SOMMA VIRTU' E' IL FRENAR LA LINGUA. VICINO E' A DIO CHI PER RAGIONE SA TACERE " .

Royfree

Ven, 23/10/2015 - 20:51

Sterminare il clima...ovvio. Cambiate le leggi e tutelate i cittadini altrimenti faccio scorta di acido solforico e manco più il cadavere faccio trovare.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 23/10/2015 - 20:54

i magistrati non hanno frenato affatto--infatti continuano giustamente per la loro strada--la strada della legge-- hanno solo voluto spiegare alle persone l'abc delle procedure- visto che la maggioranza delle persone non la conoscono

Anonimo (non verificato)

guido.blarzino

Ven, 23/10/2015 - 23:35

Un linguaggio contorto: da solo è il contrario di quello che dovrebbe essere percepito come Giustizia

Ritratto di Runasimi

Anonimo (non verificato)

curatola

Sab, 24/10/2015 - 01:36

troppo comodo rilasciare il porto d'armi e lavarsene le mani. Che cosa ha fatto la polizia dopo due furti in casa del pensionato ? Il pensionato non ha pensato che chi si era introdotto poteva essere un parente ? Quali precauzioni ha preso prima della pistola? Perchè si da corda alle accuse di un pm qualsiasi e non si aspetta il giudice? Il festival della cialtroneria buona per gli italianuzzi!

precisino54

Sab, 24/10/2015 - 08:34

X unosolo – 12:46; più che pensare a pene più gravi basterebbe applicare senza troppe libere interpretazioni buoniste quelle già esistenti, poi carcere serio. Per i non italiani, espulsione istantanea senza ulteriore valutazione.

precisino54

Sab, 24/10/2015 - 08:40

X ilbelga – 13:07; ahimè gran parte dei media hanno una chiara impostazione culturale. Il punto è che con questo continuo modo di fare poi indirettamente si autorizzano le minacce dei parenti delle "vittime dell'onesto lavoro" nei confronti di chi si è difeso, come da recenti casi di cronaca.

rokko

Sab, 24/10/2015 - 09:12

Il magistrato sta facendo semplicemente il suo lavoro e tutto questo polverone è del tutto inutile. Se viene ucciso uno e ci sono delle incongruenze nella ricostruzione, delle indagini vanno fatte. Poi, se si chiarirà tutto, ci sarà il decadimento delle accuse ed il pensionato non verrà nemmeno rinviato a giudizio. Se non si facesse così, per ammazzare uno che mi sta sulle palle mi basterebbe cercare di farlo entrare in casa con una scusa e poi accopparlo, dicendo che l'ho sorpreso a rubare.

claudio63

Sab, 24/10/2015 - 15:04

Rokko, dimentichi che il magistrato inquirente dovrebbe prima di tutto secretare le indagini in corso non dare in pasto al publico opinioni ( sue) ogni minuto. Questi dottoroni usano le procedure come e piu' gli pare. Se fossi un magistrato inquirente, farei il mio lavoro, dichiarerei che ci stiamo lavorando, torchierei anche la vittima del furto se ci sono dei sospetti, lontano dalla stampa e dal pubblico. perche, tutto sommato, QUESTO e' il lavoro per cui sono pagato, non l'esposizione mediatica per qualche minuto di fama.

rokko

Sab, 24/10/2015 - 20:38

claudio63, non mi pare che in questo caso ci siano dichiarazioni continuative da parte dei magistrati e comunque non vedo cosa c'entri con quello che ho scritto

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 24/10/2015 - 23:04

È deprecabile che nessun giornalista attacchi i veri responsabili di queste anomalie giuridiche. I MAGISTRATI CHE NON APPLICANO LA LEGGE MA LA LORO IDEOLOGIA POLITICA. Fuori Magistratura Democratica dalla Giustizia.