Lago di Como, sub muore durante immersione. Grave l'amico

I due sono stati soccorsi da un gommone in zona. Il sommozzatore sopravvissuto è stato ricoverato in camera iperbarica al Niguarda

L'immersione nelle acque del lago di Como si è trasformata in una tragedia per due sommozzatori. Ettore Salvadè, 47 anni, comasco ma residente a Veleso, è morto, mentre versa in gravi condizioni l'amico che era con lui.

I due stavano facendo un'immersione a poche decine di metri dalla riva quando, per cause ancora da accertare, si sono trovati in difficoltà a causa di un imprevisto. I sub sono stati trasportati a riva a bordo di un gommone che si trovava in zona. Ma quando a Nesso è arrivato l'elisoccorso del 118, per uno dei due amici non c'era più niente da fare. L'altro invece è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Niguarda di Milano. L'uomo si trova ora ricoverato in camera iperbarica.

L'esatta dinamica dell'incidente sarà chiarita dall'inchiesta disposta dalla magistratura. Secondo i primi accertamenti, la vittima avrebbe accusato un improvviso malore e, nel tentativo di soccorrerlo, l'amico sarebbe risalito senza rispettare i tempi di decompressione.