Lamezia Terme, aggredisce il vicino di casa con il piede di uno sgabello

La vittima un anziano a cui è stata diagnosticata una emorragia cerebrale

Ha aggredito brutalmente un anziano vicino di casa un uomo di 40 anni ora finito in manette. È accaduto a Lamezia Terme, un Comune in provincia di Catanzaro. Pare sia stato, addirittura, trovato con il piede di uno sgabello di plastica mentre colpiva ripetutamente l'uomo riverso sul pavimento. Su di lui pendono le accuse di lesioni aggravate, minacce e violazione di domicilio. Una pattuglia della volante del commissariato è infatti intervenuta in un condominio dopo che al 113 era giunta la segnalazione di una lite in atto. Arrivati sul posto, gli agenti di polizia hanno sentito le urla provenire da un appartamento e, affacciata ad una finestra, c’era una donna che chiedeva aiuto. Una volta entrati nell'appartamento hanno trovato l’uomo che colpiva ripetutamente alla testa e al volto l'anziano con il piede dello sgabello. Il 40enne è stato subito disarmato e immobilizzato ed è intervenuto il 118. L’uomo anziano è stato trasportato d’urgenza in ospedale dove gli è stata diagnosticata una emorragia cerebrale. Poi è stato trasferito d’urgenza all’ospedale civile di Catanzaro dove si trova in prognosi riservata. Pare, però, che non sia in pericolo di vita.
Il 40enne ora è agli arresti domiciliari, su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di Lamezia Terme.