Lampedusa, minacce al sindaco pro migranti

Decine di lettere e messaggi di minacce al sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, per aver detto che "i porti di Lampedusa sono aperti"

È stato letteralmente tempestato di offese e minacce il sindaco dell’accoglienza, Salvatore Martello, primo cittadino di Lampedusa. Tutta colpa di quelle parole, dette quando la nave Mare Jonio, era a poco più di un miglio dalle coste dell’isola. “Noi – aveva dichiarato a proposito dei 49 migranti a bordo dell’imbarcazione – siamo qui che li aspettiamo. Se arrivano sono i benvenuti”. Insomma, “i porti di Lampedusa sono aperti”. Da allora, come ha raccontato all’AdnKronos, “mi scrivono sia privatamente su Messenger di Facebook oppure mi inviano delle lettere. Ne ricevo a decine”.

Non proprio biglietti di auguri, ma messaggi come: “Criminale, socio della mafia, portali a casa tua, comunista di merda”. E ancora: “Brutto asino invece di pensare agli immigrati, dove hai degli interessi economici, cerca di pensare alla tua isola”. Oppure: “Lampedusa è ormai provincia di Addis Abeba?”. Ovviamente, tutte le missive indirizzate al primo cittadino non sono firmate. E lui sbotta: “Li vorrei incontrare di persona, mi piacerebbe vedere da vicino questi vigliacchi che si nascondono dietro l’anonimato. Abbiano il coraggio di farsi vedere. Ma non lo fanno”.

E a chi gli recrimina di aver detto che “i porti sono aperti” risponde: “Non mi risulta che ci sia un’ordinanza che prevede la chiusura dei porti in Italia e neppure a Lampedusa”. A dimostrazione di questo, aggiunge, “negli ultimi giorni ci sono stati due sbarchi, con decine di persone, tra cui bambini e donne, arrivati al porto direttamente sui barchini”. Poi, dopo aver chiarito che per ora non intende sporgere denuncia, ne approfitta per dare una stoccata agli avversari politici: “Queste cose vengono alimentate da una cattiva informazione che viene fatta anche da qualche esponente del governo”.

Commenti

cgf

Gio, 28/03/2019 - 22:17

li vedi ogni giorno e vuoi incontrarli di persona? Se ancora non lo hai fatto, vendi l'hotel.

seccatissimo

Gio, 28/03/2019 - 22:25

Cosa e quanto ci "guadagna" sto sindaco a promuovere l'accoglienza dei clandestini invasori ? Deve essere parecchio, perché nessuna persona sana di mente è disponibile a far entrare in casa propria, a gratis, la feccia che arriva dall'Africa !

venco

Ven, 29/03/2019 - 09:07

Certamente un sindaco sinistro e contro i suoi cittadini.