Multa dell'Antitrust a Tripadvisor. Mezzo milione per false recensioni

Secondo l'autorità, la società punta molto correttezza di quanto scritto online, ma non fa abbastanza contro chi mente

Nel mirino dell'Antitrust questa volta è finito Tripadvisor. Il sito di recensioni è stato colpito con una multa da 500mila euro, dopo che l'autorità ha constatato come abbia messo in atto pratiche commerciali scorrette a partire da settembre 2011.

Nel mirino sia TripAdvisor Lcc, società statunitense che gestisce il sito, che TripAdvisor Italy, che avrebbero dato informazioni ingannevoli sulle fonti delle recensioni, puntando molto, nelle pubblicità, sulla autenticità di quanto scritto sulle varie attività commerciali, "adottando strumenti e procedure di controllo inadeguati a contrastare il fenomeno delle false recensioni".

Le pubblicità di Tripadvisor, spiega l'Antitrust, inducono "i consumatori a ritenere che le informazioni siano sempre attendibili" ed "espressione di reali esperienze turistiche". Cosa che in molti casi corrisponde alla verità, ma non sempre.

Ad agosto Federalberghi aveva lanciato l'allarme, sostenendo che una percentuale di recensioni compresa tra il 10 e il 14 per cento risultava essere falsa. Dati che indicherebbero la presenza online di circa quindici milioni di esperienze "truccate".

Tripadvisor aveva risposto "ogni singola recensione" passa attraverso un complesso sistema di monitoraggio, fatto di "strumenti automatizzati e algoritmi", ma anche dalle mani di un team di 250 specialisti. L'Antritrust ha detto oggi che le società avranno 90 giorni per comunicare come hanno risposto ai problemi sollevati. La sanzione dovrà essere pagata entro 30 giorni dalla notifica.

Commenti

plaunad

Lun, 22/12/2014 - 17:37

Era ora. Non ho mai creduto a quella cretinata.