Lapo «sarto» di Mercedes Abito avventura per i Suv

Almeria (Spagna) Mercedes a braccetto con Lapo Elkann, il vulcanico fratello di John, presidente di Fca, che in nome della sua nuova attività alla guida di Garage Italia Customs, mette al servizio del settore, quindi anche dei diretti concorrenti del gruppo di famiglia, la sua creatività. Ecco allora Lapo rivoluzionare l'esclusivo abito della gamma dei Suv, quella che ha nella G, lettera che dà il nome al fuoristrada dei fuoristrada (Classe G), il denominatore comune. GLA Enduro, GLC, GLE, GLE Coupé e la stessa Classe G, hanno così indossato, per affrontare con più disinvoltura un raid nel deserto spagnolo alle spalle dell'Andalusia, gli stessi luoghi resi celebri dagli «Spaghetti western» di Sergio Leone, una particolarissima livrea che riproduce i colori rossi della terra arida e le venature prodotte dalla siccità.Per ognuno dei cinque Suv di Mercedes è stata scelta una tonalità di colore differente tra quelle osservabili nelle desolate lande desertiche, dal gold/bronze all'antracite scuro. Su tutti risalta l'effetto tridimensionale delle grafiche, ottenuto applicando una pellicola con effetto satinato opaco sull'intera carrozzeria, su cui sono state sovrapposte delle venature nere in rilievo per simulare le spaccature della terra bruciata dal sole. «Pellicolare una macchina per noi non è semplicemente cambiarle il colore, ma è dotarla di nuova personalità», la spiegazione di Carlo Borromeo, socio e cognato di Lapo. Per Mercedes e Garage Italia Customs è stata solo una prova generale, in cantiere ci sarebbero altre importanti iniziative in comune. Il raid nel deserto andaluso, sotto un sole caldo nonostante la stagione, è stato battezzato «Suv Attack», riprendendo il claim con il quale Mercedes ha definito la nuova strategia, quella cioè di creare per linee orizzontali, all'interno della gamma, famiglie di modelli per ciascuna classe dimensionale. Stoccarda, in proposito, può vantarsi di avere la gamma di fuoristrada più ampia del segmento premium.Da 4 a 12 cilindri, da 1.5 a 6 litri, da 109 a 612 cavalli, e con ben quattro varianti di trazione integrale 4Matic, la gamma Suv tedesca se l'è cavata egregiamente. Su pietraie e sterrati la Classe G, inutile dirlo, era a proprio agio. Del resto è nota a tutti come il fuoristrada di serie più potente del mondo (qui con 422 cv). Inarrestabile e mai in difficoltà grazie ai numerosi sistemi elettronici, con il valore aggiunto che al suo interno il comfort è a 5 stelle piene. Sulla strada, specialmente se in presenza di curve, non bisogna invece esagerare. È vero che si tratta di un modello cult, molto ricercato anche come usato perché di grande immagine, ma non sicuramente per tutti (anche a causa del prezzo: da 93mila euro, per chi si «accontenta»).A scalare, GLE (da 58mila euro) e GLE Coupé (da 70mila euro), diretto concorrente di Bmw X6, che a Stoccarda definiscono un «fuoriclasse», non possono non farsi ammirare per la linea e l'imponenza. In pratica, hanno preso il poso di un altro mito, ML. Ci sarà anche una versione ibrida capace di percorrere 30 chilometri in modalità solo elettrica. Nuovo il cambio elettronico 9G-Tronic. Un tasto sulla plancia gestisce l'assetto.Ecco poi GLC (da 48mila euro, nata al Centro stile di Como) il Suv intermedio che dispone, comunque, di tutti i sistemi di assistenza alla guida presenti nella grande gamma di Mercedes. Infine, con l'edizione limitata Enduro (da 30.300 euro), GLA permette di concedersi anche a piacevoli fuoripista.