L'appello dell'imprenditore senegalese: "Africani non venite in Italia"

Momar Nate Lo, imbianchino e cartongessista di 42 anni originario del Senegal, in un'intervista pubblica si rivolge ai suoi connazionali che sognano l'Europa: "Ripensateci. In Italia è difficile integrarsi e non c'è lavoro"

"Fratelli, non venite in Europa, qui per voi non c’è futuro, restate in Africa, costruite voi il futuro del continente nero". A dirlo è Momar Nate Lo, immigrato senegalese di 42 anni che in Italia è diventato imprenditore di se stesso. Imbianchino e cartongessista, da Pontedera si rivolge ai suoi connazionali invitandoli a rimanere in Senegal, visto che nel nostro Paese "non c’è lavoro e se sei immigrato è ancora più difficile: il clima di diffidenza e i pregiudizi verso gli stranieri complicano le cose".

Il Corriere della Sera ha raccontato di Momar, immigrato senegalese di 42 anni che in Italia è riuscito a trovare l'America. Dopo avere fatto il mendicante e il venditore ambulante nel parcheggio della Reggia di Caserta, dove vendeva braccialetti e calzini ai turisti più generosi, grazie a un colpo di fortuna è riuscito a svoltare. "Gioco bene a pallone, mi divertivo in una squadra di amici a Pontedera - spiega Momar - dove mi ero trasferito perché avevo conoscenze. Al termine della partita, durante una cena con molte persone, mi sono messo a disegnare su un pezzo di carta. Mi ha notato un italiano, imbianchino e titolare di un'azienda. Dove mi ha reclutato prima in prova e poi a tempo pieno". L'uomo sa di avere avuto un grande colpo di fortuna.

Una fortuna che è stato anche bravo a costruirsi, riuscendo dopo qualche anno a mettersi in proprio. Oggi è uno dei 590 mila imprenditori immigrati in Italia. Ma secondo la sua opinione non c'è spazio per tutti, specie di questi tempi. Ecco perché ha rivolto un appello ai tanti ragazzi del suo Paese che sognano un futuro migliore in Europa e magari proprio nel nostro Paese. "Questi ragazzi pagano una fortuna per venire in Italia, ma non si rendono conto che questo non è il paradiso che speravano. Oggi non ci sono più le possibilità che c’erano vent’anni fa. Per gli immigrati di oggi, è molto più difficile integrarsi, ci sono meno possibilità. A tutti i miei connazionali senegalesi che stanno per partire alla volta dell’Europa - spiega Momar - consiglio di restare a casa. Meglio vivere in Senegal piuttosto che rischiare la vita per venire in Italia per poi perdere la dignità vendendo accendini. O magari stare in un centro d’accoglienza senza far niente". E aggiunge: "In Italia non c’è lavoro, se sei immigrato è ancora più difficile, il clima di diffidenza e i pregiudizi verso gli stranieri complicano le cose. Non è un buon momento per venire qui", il giudizio finale di Momar.

Commenti

Viktor1

Lun, 06/08/2018 - 18:11

Bravo !! Ascoltatelo bene...l'Italia non va bene per voi !!! La Francia, si o la Spagna specialmente la Catalogna e precisamente Barcelona !

i-taglianibravagente

Lun, 06/08/2018 - 18:19

Bravissssimo. Ma aagari spieghi ai suoi connazionali anche quali sono i motivi per cui i pregiudizi ci sono e si stanno rafforzando in questo paese di NEO-NAZIFASCIORAZZISTI che e' l'italia. L'italiano non e' tutelato di fronte alla fregatura da un italiano...figuriamoci cosa ti puo' succedere la fregatura la prendi dal cartongessista Senegalese..che si rischia solo di finire sui giornali per razzismo e pregiudizio razziale senza recuperare neanche i danni subiti. Mi raccomando...sparga bene la voce.

i-taglianibravagente

Lun, 06/08/2018 - 18:20

Bravissssimo. Ma magari spieghi ai suoi connazionali anche quali sono i motivi per cui i pregiudizi ci sono e si stanno rafforzando in questo paese di NEO-NAZIFASCIORAZZISTI che e' l'italia. L'italiano non e' tutelato di fronte alla fregatura da un italiano...figuriamoci cosa ti puo' succedere la fregatura la prendi dal cartongessista Senegalese..che si rischia solo di finire sui giornali per razzismo e pregiudizio razziale senza recuperare neanche i danni subiti. Mi raccomando...sparga bene la voce.

i-taglianibravagente

Lun, 06/08/2018 - 18:20

Bravissssimo. Ma magari spieghi ai suoi connazionali anche quali sono i motivi per cui i pregiudizi ci sono e si stanno rafforzando in questo paese di NEO-NAZIFASCIORAZZISTI che e' l'italia. L'italiano non e' tutelato di fronte alla fregatura da un italiano...figuriamoci cosa ti puo' succedere se la fregatura la prendi dal cartongessista Senegalese..che si rischia solo di finire sui giornali per razzismo e pregiudizio razziale senza recuperare neanche i danni subiti. Mi raccomando...sparga bene la voce.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 06/08/2018 - 18:32

Va in Senegal a spiegarglielo

Divoll

Lun, 06/08/2018 - 18:36

Bravo. E cominci col dare anche lui l'esempio.

VittorioMar

Lun, 06/08/2018 - 18:49

..lo deve dire nel suo PAESE o alle comunità SENEGALESI ..ai suoi Familiari in SENEGAL non ad un giornale italiano !!...a proposito paga tutte le TASSE ?

i-taglianibravagente

Lun, 06/08/2018 - 18:53

#NONVENITE

stefi84

Lun, 06/08/2018 - 19:01

Ci sono immigrati arrivati in Italia parecchi anni fa che non si sono fatti mantenere coi 35 euro o stracciato i loro documenti, ma hanno sgobbato così come tantissimi gli italiani e hanno trovato il loro posto nel paese. Sono loro che producono l'8% del pil, basta confusione fra chi produce e chi è solo un costo.

stefi84

Lun, 06/08/2018 - 19:02

Ci sono immigrati arrivati in Italia parecchi anni fa che non si sono fatti mantenere coi 35 euro o stracciato i loro documenti, ma hanno sgobbato così come tantissimi italiani e hanno trovato il loro posto nel paese. Sono loro che producono l'8% del pil, basta confusione fra chi produce e chi è solo un costo.

Cheyenne

Lun, 06/08/2018 - 19:13

NON E' MAI IL MOMENTO DI VENIRE IN ITALIA

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 06/08/2018 - 20:19

Come previsto, anche oggi abbiamo il senegalese nero in prima pagina. L'operazione "Finestra di Overton" procede speditamente.

vince50

Lun, 06/08/2018 - 20:25

Speriamo che non venga alle orecchie del Pd e compagni,se non Fascista sarà tacciato di razzismo.Come si permette di rovinare gli affari delle coop e affini,chi ammazza no,mai lui venga espulso in fretta.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 06/08/2018 - 20:31

Bravo, ed insegna agli italiani come si fa a trovare un lavoro. Vanno tutti dai partiti specialmente di sx per farsi raccomandare.

Massimom

Lun, 06/08/2018 - 20:41

Tutti a Barcelona. Quanti? Centomila, un milione, cento milioni tutti dalla sindaca intelligente!

MOSTARDELLIS

Lun, 06/08/2018 - 21:00

Bene, tu si che hai capito come stanno le cose.

Ritratto di pierluigiv

pierluigiv

Lun, 06/08/2018 - 21:02

se era solo una trovata pubblicitaria per rendersi simpatico e trovare clienti, e' riuscita benissimo

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 06/08/2018 - 21:09

"Ripensateci. In Italia è difficile integrarsi e non c'è lavoro". Un ragionamento onesto, anche perchè il lavoro al momento non c'è per i "residenti", figurarsi per gli stranieri. Con buona pace di Boeri e dei suoi sostenitori che ancora non vogliono comprendere che il lavoro in Italia va dato PRIMA agli italiani: Eventuali esigenze non coperte vanno prospettate tramite le ambasciate. Così sti poveretti risparmiano soldi per la malavita che "ingrassa" sulla pelle di persone che non otteranno una vita deroosa.

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 06/08/2018 - 21:13

Giano,e'il giochino che funziona con i poco svegli.

venco

Lun, 06/08/2018 - 21:14

A che ora bisogna scrivere??

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 07/08/2018 - 01:19

Giano - Di finestre di Overton aperte ce ne sono ormai così tante che rischiano di fare .. corrente. Quella più pericolosa è quella malthusiana circa la riduzione del genere umano in cui c'è sempre più gente che finisce con il crederci.

umberto nordio

Mar, 07/08/2018 - 08:38

Lo si può capire,l'attuale insofferenza,del tutto giustificata, verso i nuovi " ospiti" ,prevalentemente africani,si abbatte anche sui vecchi arrivati .Magari abbastanza integrati.

giolio

Mar, 07/08/2018 - 08:48

Dato che viene classificato ...imprenditore (o si classifica) quanti collaboratori lavorano per lui perchè si può essere imprenditori vendendo accendini per strada e se è...proprio lui a dare consigli agli africani di non venire non mi sembra molto felice della sua attività .....imprenditoriale

effecal

Mar, 07/08/2018 - 08:51

la brava comunistella colau di Barcellona gli aspetta a braccia aperte loro podemos noi no.

sirio50

Mar, 07/08/2018 - 09:38

bravo uno che a capito

baronemanfredri...

Mar, 07/08/2018 - 09:41

ALLORA MI PARE CHE ANCHE QUESTO IMPRENDITORE E' RAZZISTA? ESPRESSO VERO? FAMIGLIA MUSSULMANA VERO?

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 07/08/2018 - 09:50

Vengono in italia tanto per farsi una vacanza.. Di sicuro soldi non ne portano!

giusto1910

Mar, 07/08/2018 - 10:05

Fortunatamente esistono tra gli immigrati persone serie che vogliono lavorare. Il problema però nasce dalle leggi assurde che regolano la presenza continua nel nostro Paese di chi delinque e prosegue imperterrito a farlo. Un appunto al numero che enuncia l'articolo: 590mila imprenditori immigrati é un numero fasullo, poiché moltissimi stranieri si iscrivono alla Camera di Commercio, aprono partita iva e una volta ottenuto il permesso di soggiorno non si sognano di continuare a lavorare, ma richiedono immediatamente l'assegno di disoccupazione. Pur non lavorando e non facendo i versamenti richiesti pochissimi si cancellano. Quindi restano nelle statistiche come lavoratori autonomi, ma non é così. Chiedete all'INPS e alle Camere di Commercio quanti sono i mancati pagamenti di iscrizioni e tasse dei vari Abdul, Mohammed, Ali', Dimitri etc. e scoprirete quali sono i numeri veri e quali sono quelli falsi.

Martinico

Mar, 07/08/2018 - 10:20

Messaggio inutile per coloro che hanno in mente di delinquere. Hanno già tutte le informazioni sulla legge itagliana.

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Mar, 07/08/2018 - 11:20

Non un buon momento per venire, sicuramente un buon momento per andare. In ogni caso, ha ragione @giano: se non ne mettete uno in prima pagina sembra non siate contenti. Troppa scuola di Francoforte fa male, la rana nella pentola se ne accorge. I goyim ormai sanno.