L'appello del Papa contro la guerra: "Fermatevi. Basta bambini morti"

Il Pontefice ha ricordato dopo l'Angelus i conflitti che scuotono il mondo, chiedendo di pregare perché la pace trionfi

Con il centesimo anniversario dello scoppio della Prima guerra mondiale alle porte, papa Francesco ha dedicato il suo discorso dopo l'Angelus proprio ai conflitti, dicendo di sperare "che non si ripetano gli sbagli del passato, ma si tengano presenti le lezioni della storia, facendo sempre prevalere le ragioni della pace mediante un dialogo paziente e coraggioso".

Il Pontefice ha parlato in particolare di "tre aree di crisi: quella mediorientale, quella irachena e quella ucraina", chiedendo ai fedeli di unirsi alla sua preghiera, perché "il Signore conceda alle popolazioni e alle autorità di quelle zone la saggezza e la forza necessarie per portare avanti con determinazione il cammino della pace", mettendo da parte "gli interessi particolari", in favore del "bene comune e il rispetto di ogni persona".

"Penso soprattutto ai bambini - ha detto Francesco -, ai quali si toglie la speranza di una vita degna, di un futuro, bambini morti, bambini feriti, bambini mutilati, bambini orfani, bambini che hanno come giocattoli presidi bellici, bambini che hanno come giocattoli presidi bellici: fermatevi per favore ve lo chiedo con tutto il cuore, fermatevi per favore".

Commenti

Magicoilgiornale

Dom, 27/07/2014 - 13:37

Non bastano le parole!!!

buri

Dom, 27/07/2014 - 14:14

parole sante, speriamo che qyelle parole siano ascoltate anche dei suoi fratelli musulmani, gtandi esperti in materia di lancio di razzi, di rapimenti di ragazze, ed ora anche di crocefissioni

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 27/07/2014 - 14:18

Quando ti ricorderai anche dei cristiani ?

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Dom, 27/07/2014 - 15:47

Vedo che il suo incontro di preghiera sincretistico al Vaticano ha sortito un enorme risultato eh... chissa' se il Signore non abbia voluto mandargli un messaggio.

Ritratto di gino5730

gino5730

Dom, 27/07/2014 - 16:20

Ancora una volta Francesco si è dimostrato un comunista convinto.Belle quelle parole sui bambini ( ne dice a josa ) ma non sono i loro padri quelli che lanciano razzi a volontà sui cattivi israeliani?

killkoms

Dom, 27/07/2014 - 18:16

il papa pensi ai cristiani crocifissi e straziati in iraq!

manente

Dom, 27/07/2014 - 19:08

L'appello del Papa è rivolto in particolare ai politicanti ed ai gazzettieri nostrani i quali, diffondendo una informazione fuorviante, quando non palesemente falsa, danno un contributo determinante al partito della guerra che, per chi non lo avesse ancora chiaro, è costituito da coloro che con il pretesto di "esportare la democrazia", si sono arrogati il diritto di aggredire e rovesciare stati sovrani e governi democraticamente eletti. Negare questa elementare realtà è già un crimine in nulla diverso da quello che commette chi materialmente spara o sgancia bombe sulle città.

scorelv1

Dom, 27/07/2014 - 23:30

propongo che ci vada lui in sottana bianca a trattare il cessate il fuoco. dato che quella zona gli piace tanto, suggerisco che tranferisca la sede del suo club da Roma a Gerusalemme; cosi potra seguire i fratelli musulmani da vicino.