Lascia il figlio minorenne in auto per giocare alle slot machine: condannato a 3 anni di reclusione

Nella notte tra l'8 e il 9 gennaio aveva lasciato il figlio di tre anni in auto per andare a giocare alle slot machine. Ora i giudici lo hanno condananto a tre anni e quattro mesi di reclusione

Lascia il figlio di tre anni chiuso in macchina per andare a giocare alle slot machine, il giudice lo condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione con l'accusa di abbandono di minore.

La sentenza è stata pronunciata oggi dal tribunale di Roma contro l'uomo che la notte tra l'8 e il 9 gennaio lasciò il figlio di tre anni chiuso in macchina per andare a giocare alle slot machine in un locale nei pressi di Ostia, sul litorale capitolino. La condanna è stata stabilita dal giudice del tribunale monocratico di Roma.

L'uomo aveva abbandonato il figlio per andare a giocare alle slot machine. Lo stesso giudice ha respinto la richiesta di scarcerazione avanzata dall'avvocato difensore dell'imputato, confermando la detenzione in carcere. Durante l'udienza di convalida dell'arresto, l'uomo, a sua discolpa, aveva dichiarato di essersi fermato per salutare un amico e di essersi intrattenuto al gioco solo per una quindicina di minuti.

A segnalare alle forze dell'ordine la presenza del piccolo nell'auto parcheggiata davanti alla sala giochi, alle 3 del mattino, è stato un passante. A mettere in salvo il piccolo sono stati i militari che, grazie anche alle indicazioni del minore, hanno rintracciato l'uomo intento a giocare alle macchinette. All'arrivo dei militari, il bambino, coperto solamente da una tutina, cercava di riscaldarsi saltellando sui sedili. La temperatura, in quel momento, era di alcuni gradi sotto zero.

Commenti

Happy1937

Lun, 16/01/2017 - 18:37

Giusta condanna per un padre sciagurato.

alfa2000

Mar, 17/01/2017 - 02:26

sicuramente un genitore da punire, malato di ludopatia, malattia avallato dallo stato, ma adesso per 3 anni e 4 mesi chi porterà lo stipendio in questa famiglia? è sicuramente una sperequazione, probabilmente non è neanche l'unico figlio, inosmma tra tutti quelli che uccidono sulle strisce o su strada ubriachi o drogati, che molto spesso sono a piede libero, quì si mette in galera un genitore? allora solo a Roma dovrebbero arrestare e processare almeno 500.000 genitori, ovvero tutti quelli che non sono presenti a pranzo in casa dopo l'uscita dei loro figli, molto spesso solo 12enni, che vanno a casa e si cucinano da soli fino a sera, cioè al rientro dal lavoro dei genitori. se non è abbandono di minore questo cosa lo è?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 17/01/2017 - 04:28

Ben fatto. Tropppo poco gli hanno dato !!!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 17/01/2017 - 11:29

---sentenza completamente sballata----c'è una cosa che si chiama "sospensione temporanea della patria potestà"----questa andava applicata----giudice col pugno di ferro sicuramente destricolo e miope-----hasta